La cucina di Antonino Cannavacciuolo a Villa Crespi

Letture: 944
Villa Crespi, tagliatella di seppia, crema di piselli e bottarga di muggine
Villa Crespi, tagliatella di seppia, crema di piselli e bottarga di muggine

Villa Crespi Relais & Chateaux
Via G. Fava
28016 Orta San Giulio (Novara)
www.villacrespi.it

di Barbara Guerra

Tornare a Villa Crespi da Antonino Cannavacciuolo è sempre una grande esperienza, i motivi arabeggianti dell’architettura ed i suoi colori intensi risaltano sul paesaggio del lago e dei boschi. Un gioiello architettonico dagli interni ancora più fiabeschi dell’esterno. Varcarne la soglia, grazie sempre alla principesca accoglienza, vi darà proprio la sensazione di entrare in una fiaba.

Se il principe azzurro esiste avrà filo da torcere a guadagnare la vostra attenzione appena in sala inizieranno a comparire i piatti di “Tonino” Cannavacciuolo. Aperitivi sempre tra i migliori in circolazione, buoni, appaganti e divertenti, un’apparente semplicità esaltata da materie prime di altissimo livello.

Antonino Cannavacciuolo
Antonino Cannavacciuolo

Il benvenuto mette subito allegria alla tavola e traghetta verso degli antipasti dai gusti netti, eleganti e sorprendenti per la loro capacità di tenere insieme dolcezza e opulenza con sfumature aromatiche e fresche di delicato equilibrio come nella tartare di tonno con acqua di mozzarella cocco e lime o le tagliatelle di seppia con crema di piselli e bottarga di muggine, un piatto composto da ingredienti classici proposto in modo oltre che elegante anche moderno. La sapidità marina squisitamente controllata di questo piatto unita alla dolcezza della crema di piselli che restituisce integralmente il legume ne fanno un piatto al limite della perfezione. Sempre intenso ed attuale sia il polpo con l’anguria che lo scampo alla pizzaiola, tecniche di cottura precise, materia prima importante, gusto nell’abbinamento molto evoluto.

Villa Crespi, benvenuto dello Chef
Villa Crespi, benvenuto dello Chef

 

Villa Crespi, tartare di tonno con acqua di mozzarella cocco e lime
Villa Crespi, tartare di tonno con acqua di mozzarella cocco e lime

 

Villa Crespi, polpo e anguria con crema di arachidi e pomodori marinati alla vaniglia
Villa Crespi, polpo e anguria con crema di arachidi e pomodori marinati alla vaniglia

 

Villa Crespi, scampo alla pizzaiola
Villa Crespi, scampo alla pizzaiola

Altro piatto emblematico della cena il plin al limone con crema di cozze e pomodoro San Marzano, qui l’idea della cucina è quella di coniugare Piemonte e Campania, come in tutta la sua cucina di Antonino del resto, sontuosa carnalità e profumi della costiera sorrentina. Gioco riuscito e godibile soprattutto per chi a tavola non ama annoiarsi poiché le note citriche e sapide tengono il palato in continua tensione.

Villa Crespi, plin al limone, crema di cozze e pomodoro san marzano
Villa Crespi, plin al limone, crema di cozze e pomodoro san marzano

Altro omaggio alla tradizione campana, sempre interpretato in maniera coerente con la linea di cucina, è lo spaghetto alla genovese con lumache di mare e gamberi, appagante con la sua dolcezza intensa sostenuta dai gamberi e bilanciata dall’aroma iodico delle lumachine.

Villa Crespi, spaghetti alla genevose con lumache e gamberi
Villa Crespi, spaghetti alla genevose con lumache e gamberi

La triglia con guazzetto di provola affumicata e melenzana è un altro dei piatti simbolo dello chef che è riuscito nell’intento sempre difficile di inquadrare in un gusto armonico il mare, la terra ed il formaggio. Se ne trae una cartolina dei monti lattari visti dalla spiaggia del Bikini.

Villa Crespi, terrina di anguiilla, salsa di foie gras e chutney di ciliegia
Villa Crespi, terrina di anguiilla, salsa di foie gras e chutney di ciliegia

 

Villa Crespi, terrina di foie gras ananas e sgombro
Villa Crespi, terrina di foie gras ananas e sgombro

 

Villa Crespi, zuppa forte con gamberi al curry, cipolla rossa candita e salsa al porto
Villa Crespi, zuppa forte con gamberi al curry, cipolla rossa candita e salsa al porto

 

Villa Crespi, triglia, melanzana e guazzetto di provola affumicata
Villa Crespi, triglia, melanzana e guazzetto di provola affumicata

 

Villa Crespi, tortino di piselli e avocado, panna profumata al finocchietto, sorbetto di cetrioli e salsa al peperone verde
Villa Crespi, tortino di piselli e avocado, panna profumata al finocchietto, sorbetto di cetrioli e salsa al peperone verde

Il lato dolce è sempre un vero spasso dal pre dessert alle coccole finali. Questa volta il dessert è a base di verdura, fresco e di un’aromaticità intensa, ogni ingrediente è riconoscibile e valorizzato amplificando la sua dolcezza naturale. Interessante e provocatorio farà felice chi ama chiudere con leggerezza, senza paura per gli amanti dei dolci “cioccolatosi” che qui troveranno sempre qualcosa di squisito e rassicurante.

Villa Crespi, carrello dei formaggi
Villa Crespi, carrello dei formaggi

 

Villa Crespi, pina colada
Villa Crespi, pina colada

 

Villa Crespi, coccole finali
Villa Crespi, coccole finali

In generale una cucina con obiettivi chiari nella quale mantengono centralità le materie prime ed i gusti definiti, sottolineati da attenzione maniacale sia in cucina che in sala.