I vini pugliesi di Cantine Teanum

Letture: 191
Vini di Teanum
Vini di Teanum

di Enrico Malgi

Le Cantine Teanum (dall’antica città romana Teanum Apulum) di San Paolo di Civitate, posizionate tra il Gargano e l’appennino Dauno nel Foggiano, sono relativamente giovani avendo visto la luce nel 1998, ma già da tempo si sono affermate sul mercato interno ed estero. Numeri alti per la quantità di ettari vitati (162), le bottiglie prodotte (1.200.000) e le etichette proposte (una ventina), ma sempre coniugati ad un alto indice di eccellenza, anche in ragione della variegata disponibilità ampelografica. Inoltre le Cantine Teanum si avvalgono d’innovative e moderne tecnologie e della presenza di un management altamente specializzato, che contribuisce ad elevare lo standard qualitativo dei vini.

Tra le molteplici etichette proposte ne ho scelte due per la mia degustazione:

Alta Puglia Igp Bianco 2015 – Un blend di bombino al 70% e saldo di fiano. Acciaio e vetro per la maturazione del vino. Tredici i gradi di alcolicità. Giallo tenue e lucente il colore che si intravede nel bicchiere. Gradevoli e delicati i profumi soprattutto fruttati che il naso riesce a cogliere: pesca gialla, mandarino ed albicocca. In appresso si manifestano anche aromi di biancospino, di salvia e di rosmarino. Palato subito rinfrescato da un’ottima acidità, a cui si accoda un’evoluta morbidezza, insieme ad una lieve sapidità, a una tendenza percettiva elegante e flessuosa e a uno slancio gustativo secco e leggero. Intrigante e soddisfacente il finale. Prezzo in enoteca di 10,00 euro. Piatti di pesce e di molluschi e carni bianche in abbinamento.

Controetichetta Vini Teanum
Controetichetta Vini Teanum

Gran Tiati Gold Vintage MMX Nero di Troia Puglia Igp 2010 – Venticinque giorni di macerazione sulle bucce, quattordici mesi in barriques e tre mesi in acciaio per la maturazione e sei mesi di affinamento in boccia. Tasso alcolico di quattordici gradi. Colore rubino puro e splendente, ma con riflessi purpurei. Leggiadri ed insinuanti i profumi elettivi che le narici aspirano dal bicchiere, a conferma che il nero di troia in un’ipotetica scala di valori ormai ha poco da invidiare ai suoi epigoni regionali primitivo e negroamaro. Frutta rossa matura e consistente, che indirizza in primis una timbrica olfattiva intensa e complessa. Pregiate le percezioni floreali, vegetali e speziate. Impatto del sorso sulla lingua austero, corposo, balsamico, opulento e relativamente caldo. Assenza totale di astringenza, per cui il vino esprime eleganza, morbidezza e tonicità. Etereo e lungo il retrogusto, che appaga totalmente la beva. Grandissimo vino! In enoteca si vende a circa 35,00 euro. Solida e terragna cucina pugliese in abbinamento. Prosit!

Gran Tiati Gold Vintage Nero di Troia Puglia Igp 2010 Teanum
Gran Tiati Gold Vintage Nero di Troia Puglia Igp 2010 Teanum

Sede Legale a San Paolo di Civitate (Fg) – Via Salvemini, 1
Tel. 0882 336332 – Fax 0882 377460
info@teanum.comwww.teanum.com
Enologo: Donato Giuliani
Ettari vitati: 162 – Bottiglie prodotte: 1.200.000
Vitigni: nero di troia, primitivo, negroamaro, montepulciano, aglianico, syrah, merlot, cabernet sauvignon, trebbiano, malvasia bianca, bombino bianco, falanghina, fiano e chardonnay.