Viva le alici, dall’antipasto al secondo: marinate, con gli spaghetti e fritte!

Letture: 235
Alici


 di Marina Alaimo

Evviva il pesce azzurro che ci consente di mangiare con gusto un prodotto di altissima qualità spendendo poco. In questo periodo dell’anno le alici del Mar Tirreno sono una meraviglia e ci consentono di dare ampio spazio alla fantasia in cucina. Così ne ho comprato una grossa quantità ed ho pensato un menù a tutto alici.

Alici

Alici marinate in antipasto

Alici marinate al profumo di menta

Calcolate 5 – 6 alici a testa, privatele della testa, delle interiora e della lisca partendo delicatamente dalla coda. Poi una sciacquatina veloce e delicata.

Stendere i filetti ottenuti in un contenitore poco profondo ed versateci dell’aceto bianco di vino fino a coprirli completamente.

Lasciate riposare per 20’. Eliminate poi l’aceto e disponete i filetti di alici in un piatto da servizio. Salateli con parsimonia, condite con del buon olio extravergine di oliva, un po’ di pepe appena macinato e qualche fogliolina di menta fresca. Sono quindi pronte per essere servite.

Spaghetti con alici fresche e pomodorino del piennolo del Vesuvio

Spaghetti di Gragnano con alici fresche

Ingredienti per 4 persone: 320 gr. di spaghetti di Gragnano,16 alici freschissime, 8 pomodorini del piennolo del Vesuvio, 12 olive nere, uno spicchio di aglio, 8 – 9 cucchiai di olio extravergine di oliva, un peperoncino piccante.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta e calatela appena pronta. In una padella versare l’olio evo e farvi soffriggere delicatamente lo spicchio di aglio, i pomodorini tagliati in due parti, le alici deliscate ed eviscerate,le olive, il peperoncino piccante.

Le alici con pomodoro e olive

Lasciate cuocere per 10’ e salate. Quando la pasta sarà quasi pronta, scolatela e lasciatela saltare in padella con il condimento di alici per un paio di minuti. Se dovesse risultare asciutta, aggiungete dell’acqua di cottura.

Alici fritte con cipolla ramata di Montoro fresca

Alici fritte

E’ vero che la cipolla non favorisce gli incontri…b to b. Ma se non avete appuntamenti strettamente personali provate questa vecchia ricetta dei pescatori di Cetara.

Le quantità sono libere. Scegliete in piena libertà quante alici fritte mangiare. Scapezzatele (eliminate la testa e le viscere in un unico strattone deciso), non togliete le lische e sciacquate delicatamente. Asciugatele bene. Infarinatele e friggete in abbondante olio evo.

Le alici friggono

Asciugatele in carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio e salate. In ogni piatto disporre un letto di anelli sottili di cipolle ramate di Montoro.

Cipolla ramata di Montoro
Rosato VIta Menia di Le Vigne di Raito

 

I vini di Villa Dora

Sopra disponete le alici ben calde e gustate alici e cipolle insieme. Wuau!

4 commenti

  • gaspare

    (7 luglio 2012 - 15:14)

    e quelle in tortiera? io le preparo con un po’ di pane biscottato ben tritato e scorza di limone del giardino… e quelle semplici semplici con aglio prezzemolo e tanto olio buono? che ci azzuppi nel sughetto il pane… belle le alici se abbinate a un vino bianco molto profumato, e quasi abboccato.

  • Lorenzo

    (7 luglio 2012 - 15:50)

    Vi ricordo che,onde evitare spiacevoli e a volte anche gravi conseguenze,tutto il pesce e sopratutto quello azzurro va consumato crudo,quindi anche marinato,solo se preventivamente congelato a -20 per almeno 24 ore…….inserite sempre questa indicazione nelle vostre ricette!!

  • Marcello

    (7 luglio 2012 - 16:13)

    Ma cosa c’entrano ste’ cipolle con una grande frittura d’ alici????? Magari una grattuggiata di pepe, questo si!!

  • Claudio

    (7 luglio 2012 - 16:25)

    Penso che non ci sia un pranzo a base di pesce più vero , semplice e povero come questo presentato ….. Le alici come tutto il pesce azzurro, i molluschi i frutti di mare poco elaborati e semplicemente accoppiati con verdure di stagione e olio evo ci portano il mare a tavola ….

I commenti sono chiusi.