World’s 50 Best Restaurants: la classifica dal 51° al 100 posto. L’Italia perde colpi

Letture: 112
50Best
50Best

50 Best Restaurant: a sei giorni dalla cerimonia dei The World’s 50 Best Restaurants 2015, sponsorizzato da S.Pellegrino e Acqua Panna, appare sul sito della manifestazione l’altra metà della lista: quella dalla posizione 51 alla 100.

Bilancio negativo per l’Italia: dalla classifica presumibilmente esce Dal Pescatore di Nadia Santini (l’anno scorso al 90esimo posto) e scende anche Davide Scabin con il suo Combal.Zero, che dal 51esimo arriva al 65esimo. Si parla italiano anche al 62esimo posto con 8 1/2 Otto e Mezzo Bombana, ristorante dello chef italiano a Hong Kong, che sale dalla posizione 67.

Gli altri spostamenti più rilevanti?
Esce della lista dei 50 migliori ristoranti il Geranium di Copenaghen, che dalla 42 scende alla 51.
Restiamo sempre a Copenaghen con il Relae di Christian Puglisi; nel 2014 era in 53esima posizione e adesso non compare nella lista dai 51 ai 100.

Il St. John in picchiata; dopo aver vinto il Lifetime Achievement l’anno scorso ed essersi piazzato alla posizione 55, ora il ristorante londinese di Fergus Henderson si ritrova alla 92esima posizione. Per un ristorante londinese che scende ce n’è uno che sale: il The Clove dall’87esima sale alla 55.

Anche il The Fat Duck di Heston Blumenthal scivola dalla posizione 47 alla 73.

Sparisce dalla classifica, almeno da quella dalla 51 alla 100, anche il ristorante di Alain Ducasse Au Plaza Athénée.

Per il resto delle considerazioni ecco a voi la lista dei The World’s 50 Best Restaurants dal numero 51 al 100

100. Manresa 
Los Gatos, USA
99. Lung King Heen
 Hong Kong, China
98. Vila Joya
 Albufeira, Portugal
97. Esperanto
 Stockholm, Sweden
96. Mikla Istanbul, Turkey
95. Fu1015
 Shanghai, China
94. Masa
 New York, USA
93. Jungsik
 Seoul, South Korea
92. St John
 London, UK
91. Belcanto 
Lisbon, Portugal
90. Estela
 New York, USA

=88. Zuma 
Dubai, UAE
=88. The Tasting Room at Le Quartier Français
 Franschhoek, South Africa
87. Brae
 Birregurra, Australia
86. Hajime
 Osaka, Japan
85. L’Effervescence 
Tokyo, Japan
84. Sepia
 Sydney, Australia
83. Tegui
 Buenos Aires, Argentina
82. Le Louis XV
Monte Carlo, Monaco
81. Joe Beef
 Montreal, Canada
80. Daniel
 New York, USA
79. Ryunique
 Seoul, South Korea
78. La Maison Troisgros
 Roanne, France
77. Indian Accent
 New Delhi, India
76. Fu He Hui
 Shanghai, China
75. Coi
San Francisco, USA
74. Jaan
 Singapore
73. The Fat Duck 
Bray, UK
72. Restaurant at Meadowood
 St. Helena, USA
71. De Librije
Zwolle, Netherlands
70. Waku Ghin
 Singapore

69. Momofuku Ko
 New York, USA
68. Nerua
 Bilbao, Spain
67. NoMad
 New York, USA
66. Amass
 Copenhagen, Denmark
65. Combal Zero 
Rivoli, Italy
64. Maaemo
 Oslo, Norway
63. L’Atelier de Joël Robuchon Paris
 Paris, France
62. 8 ½ Otto e Mezzo Bombana
 Hong Kong, China
61. Martin Berasategui
S an Sebastián, Spain
60. Hedone
 London, UK

59. Diverxo
 Madrid, Spain
58. Quay
 Sydney, Australia
57. Septime
 Paris, France
56. Saison
 San Francisco, USA
55. The Clove Club
 London, UK
54. Hof Van Cleve 
Kruishoutem, Belgium
53. Hertog Jan
 Bruges, Belgium
52. Tim Raue 
Berlin, Germany
51. Geranium 
Copenhagen, Denmark

Un commento

  • Massimo Menta

    (26 maggio 2015 - 22:43)

    Come mai i nostri stanno consumando meno acqua!!!

I commenti sono chiusi.