Zolla Malvasia Nera Salento Igp 2012 | Voto 87/100

Letture: 424
Zolla Malvasia Nera Salento Igp 2012 Vigneti del Salento

Vigneti del Salento
Uva: malvasia nera
Fascia di prezzo: 14,00 euro in enoteca
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno
Vista 5/5 – Naso 26/30 – Palato 26/30 – Non omologazione: 30/35

Non fa parte di una moda passeggera, ormai rappresenta una consolidata certezza nel vasto patrimonio ampelografico pugliese. Mi riferisco alla vinificazione in purezza della malvasia nera salentina, che da alcuni anni sta rapidamente scalando le vette dell’eccellenza dell’enologia regionale.

Sempre più aziende, infatti, producono la malvasia nera tout court con eccellenti risultati e tra queste anche quella dei Vigneti del Salento, che fa parte del Gruppo Farnese Vini, che propone un’etichetta denominata Zolla Malvasia Nera Salento Igp che col millesimo 2012 ha conquistato la seconda posizione all’ultima edizione di Radici del Sud da parte della giuria internazionale.

Passaggio in acciaio e poi in barrique e boccia per alcuni mesi. Tasso alcolometrico di tredici gradi e mezzo.

Controetichetta Zolla Malvasia Nera Salento Igp 2012 Vigneti del Salento

Bicchiere  rubino carico con riflessi violacei. Al naso bei profumi di melograno, di lampone, di ciliegie, di fiori secchi e di chiodi di garofano, insieme con espressivi toni fragranti e balsamici. Al palato predomina una struttura solida e compatta, che si manifesta con una tensione sapida, fresca e vibrante, unita poi ad un ritmo gustativo arioso e dinamico.

Il vino esibisce anche eleganza, finezza, morbidezza, armonia, polposità, sensualità e tannini vellutati. Finale modulato ed irradiante. Un vino di bella definizione varietale, quindi, che vuole stupire anche con la sua longevità. Prezzo intrigante. Da preferire su orecchiette al ragù, arrosto di maiale e formaggi semistagionati. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Farnese Vini
Tel. 085.9067388– Fax 085.9067389
info@vesevo.it www.farnesevini.it
Enologi: Filippo Baccalaro e Teodosio D’Apolito
Bottiglie: 100.000
Vitigni: malvasia, primitivo e negroamaro