Zuppa di ceci napoletana ma con legumi sanniti

Letture: 190
Zuppa di ceci Gentilcore

I ceci sono molto diffusi nel centro sud e grazie a Fulvio Pierangelini questo legume miserabile è stato sdoganato nell’alta ristorazione.
Qui vi propongo una zuppa asciutta, tipica napoletana per gustarli. Il ragionamento puntre a godere dell’alta qualità del legume a disposizione. In questo caso si tratta dei ceci piccoli dell’azienda Gentilcore in provincia di Benevento. Si tratta di coltivazioni biologiche con antichi biotipi recuperati.
Per la salute alimentare moderna ormai queste aziende pulite sono delle vere e proprie farmacie.
La cosa incredibile è il gusto di questi ceci: la differenza si sente sin dall’olfatto quando sono crudi, si sente la terra.
Una avvertenza: non aggiungo sale. Non solo perché è già contenuto negli alimenti, ma anche perché quando i prodotti sono così straordinari si rischia di perdere il meglio.
Però se voi non ce la fate, potete aggiungerlo al termine della cottura dei ceci.

zuppa di ceci

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di ceci
  • 6 spicchi d'aglio
  • rosmarino
  • 10 pomodorini sottolio o secchi
  • olio extravergine

Preparazione

I ceci hanno bisogno di un lungo ammollo. Metteli in acqua la mattina e dimenticateli, tnto più stanno meglio è.
Il giorno dopo cambiate l'acqua e partite con la cottura a freddo.
Quando ha raggiunto l'ebolizzione, abbasate il fuoco in modo tale che la cottura proceda lentamente. Aggiungete quattro spicchi d'aglio
A seconda del tipo di eci, passeranno dalle due alle tre ore. Terminata la cottura, eliminate l'aglio
Ora in una padella larga partire con uno sfritto di aglio, aggiungete i pomodorini secchi o sottolio e fate rosolare il tutto. Aggiungete i ceci e procedete per qualche minuto.
Aggiungete poi un paio di cucchiaio di acqua di cottura e tirate.
Versate in una zuppiera, aggiungete il rosmarino fresco e voilà.

Vini abbinati: Coda di volpe Perillo