Zuppetta di cipolle con uovo in camicia su pane raffermo

Letture: 838
Zuppetta di cipolle con uovo in camicia

Dopo la lasagna nel primo giorno di Quaresima si mangia di scammaro, cioè di magro.


Singolare è l’etimo di scammaro.
E’ il contrario di cammarare.
Ce lo spiega Vittorio Imbriani a commento di un canto antico napoletano:
“Santo Nicola a la taverna jeva.
Era la vigilia e non sse cammerava.
Disse a lu tavernaro: “Tu che tiene?
Ca l’ora è tarda e volimmo mangiare.”
Cammera e scammera: di grasso e di magro; cammerià, mangiar di grasso; perché i monaci, quando per infermità erano esentati dal mangiar di magro ne’ giorni prescritti, mangiavano soli in camera loro.”
Eccovi una ricettina di scammaro, allora, nonostante l’uovo.

Ingredienti
Per 4 persone
Cipolle ramate campane 350 gr
Olio extra vergine di oliva 100 cc
Pomodorini del piennolo 8
Acqua 400 cc
Alloro 4 foglie
Sale q.b.
Pane sereticcio 350 gr
Pepe q.b
Parmigiano se piace

Tagliare a metà e affettare le cipolle sottilmente.
Rosolarle nel tegame fino a quando raggiungono un bel colore biondo.
Aggiungere l’acqua, i pomodorini, il sale e le foglie di alloro.
Lasciare sobollire per alcuni minuti fin quando il brodo si restringe.
Rompere le uova e versarle nella zuppa in ebollizione fin quando l’albume si solidifica.
In una piatto fondo sistemare il pane tagliato a pezzetti e aspergere di olio.
Versarvi sopra la zuppetta ben calda sistemando l’uovo al centro della scodella.
Ancora un filo di olio.
Pepe e formaggio se piacciono.
Tommaso Esposito

Zuppetta di cipolle con uovo in camicia su pane raffermo

Di

Ingredienti per 4 persone

  • Cipolle ramate di Montoro 350 gr
  • Olio extra vergine di oliva 100 cc
  • Pomodorini del piennolo 8
  • Acqua 400 cc
  • Alloro 4 foglie
  • Sale q.b.
  • Pane sereticcio 350 gr
  • Pepe q.b
  • Parmigiano se piace

Preparazione

Tagliare a metà e affettare le cipolle sottilmente.
Rosolarle nel tegame fino a quando raggiungono un bel colore biondo.
Aggiungere l’acqua, i pomodorini, il sale e le foglie di alloro.
Lasciare sobollire per alcuni minuti fin quando il brodo si restringe.
Rompere le uova e versarle nella zuppa in ebollizione fin quando l’albume si solidifica.
In una piatto fondo sistemare il pane tagliato a pezzetti e aspergere di olio.
Versarvi sopra la zuppetta ben calda sistemando l’uovo al centro della scodella.
Ancora un filo di olio.
Pepe e formaggio se piacciono.