Agriturismo da Paestum a Palinuro

Agriturismo, un boom verde da centomila presenze annue: cibo genuino, relax a stretto contatto con la natura e i ritmi agricoli, riscoperta di territori sconosciuti. Il boom verde di questi ultimi anni ha visto fiorire in Campania circa 1300 aziende (secondo Agriturist, in Italia esistono diecimila aziende agrituristiche) e soprattutto il sud.

A fare la parte del leone è la provincia di Salerno e, in particolare, il Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano che ospita circa 150 strutture, letteralmente prese d’assalto per full immersion nella natura da turisti italiani e stranieri durante l’intero anno. Decade perciò la classica formula della ricettività tradizionale che comprendeva solo il pernottamento e si fa strada anche una ricca e genuina proposta gastronomica. E’ il trionfo di salumi, formaggi, verdure e vino rigorosamente fatti in proprio, la tavola pullula di dolci tipici, di pasta fatta in casa, di liquori alle erbe.

Proprio per offrire un contributo concreto a questa enorme schiera di visitatori arriva la prima guida degli agriturismo del Parco Naturale del Cilento che raccoglie 111 schede di strutture, visitate personalmente dagli autori del testo.

Oltre ad una breve descrizione della struttura, di ogni azienda sono riportati i dati anagrafici (indirizzo, numero di telefono, disponibilità di camere e servizi, prezzi, attività agricole e dotazioni). Particolare attenzione è riservata alla cucina e agli itinerari turistico-culturali più vicini: vengono elencate nel dettaglio le pietanze principali e i prodotti realizzati in loco e, quindi, seguono i percorsi naturalistici che si trovano nelle vicinanze, le testimonianza archeologiche e artistiche più importanti dei territori limitrofi e le possibili escursioni a mare e montagna.

Il testo è in italiano e in inglese.

La guida non ha punteggio, ma sono stati dati alcuni riconoscimenti come i tre fichi (qualità complessiva), le tre olive (certificazione biologica), un’oliva (presenza del biologico), i tre cavatielli (qualità della cucina), la bottiglia (cura della cantina). Essendo una iniziativa privata, va precisato che non tutti gli agriturismi sono stati inseriti ma solo quelli che garantiscono gli standard prefissati e verificati dopo la visita personale effettuata dal curatore.

Anno: 2002
Prezzo: 12.00 Euro
Pagine: 240
Editore: Edizioni dell’Ippogrifo