Giuliano Donatantonio da Nonna Nannina a Cava de Tirreni

14/6/2021 1.3 MILA
Giuliano Donatantonio e Nausica Ronca
Giuliano Donatantonio e Nausica Ronca

di Francesca Faratro

Si torna dove si è stati bene e così funziona anche per gli chef innamorati non solo della loro terra di origine ma anche dei sapori che questa regala loro. Giuliano Donatantonio, originario di Minori, si porta dentro la cucina tradizionale della Costa d’Amalfi; attento conoscitore dei sapori autentici, delle combinazioni che hanno fatto la storia gastronomica locale, dopo una pausa in Valle d’Aosta ritorna in Campania, presso “Nonna Nannina – Osteria e Pizzeria Contadina” di Cava Dè Tirreni.

A supporto di Nausica Ronca, già al comando della cucina, si occuperà della cena e dei pranzi del fine settimana. Insieme, realizzeranno un menù che omaggerà il territorio con una selezione dei migliori prodotti locali rielaborati con arte.

Giuliano Donatantonio e Nausica Ronca
Giuliano Donatantonio e Nausica Ronca

“Nonnanannina” sarà il percorso di degustazione che proporranno ai loro ospiti, composto da sette portate capaci di lasciar vivere un’esperienza di gusto (per chi vorrà potrà scegliere piatti ad hoc)  con un’attenta proposta di mare a base di pesci sempre freschi, provenienti dalla collaborazione con un pescatore della Costiera che ogni giorno fornirà il pescato locale.

“Chi mi conosce bene sa che ho bisogno del rapporto diretto con i produttori. Lo sa bene anche il patron Pasquale Bisogno che ha avuto piena fiducia in me, volendo egli stesso venire a conoscere coloro che ogni giorno mi danno la possibilità di creare partendo da una buona materia prima. – afferma Giuliano Donatantonio – Li chiamo artigiani del gusto, capaci di creare importanti prodotti per ottenere piatti dal gusto indimenticabile!”

Dopo il lockdown lo chef ha sentito il bisogno di ritornare nei suoi luoghi d’origine e farlo da Nonna Nannina è stato come portare avanti la stessa filosofia che da anni conduce la famiglia Bisogno-Ronca, con una proposta tradizionale, basata su un forte legame con il territorio.

 

Un commento

    Nicola

    Da Nonna Nannina siamo di casa, speriamo che questo nuovo chef sia non meno delle aspettative.
    Forza Nonna Nannina

    16 giugno 2021 - 02:10Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.