Parigi, ristorante Tosca dell’hotel Splendid Royal: una ambasciata italiana nel cuore della Francia

30/12/2019 1.9 MILA

Ristorante TOSCA dell’Hotel Splendid Royal
20 Rue du Cirque (Paris 8ème)
Tel. +33 1 42 68 10 00
Aperto a pranzo e a cena
Chiuso: lunedì
www.spledidroyal.fr

Ristorante Tosca Parigi, lo chef Raffaele De Mase
Ristorante Tosca Parigi, lo chef Raffaele De Mase

Ristorante Tosca dell’Hotel Splendid Royal a Parigi. Siamo a due passi dall’Avenue des Champs-Élysées, in un piccolo gioiello di architettura ed eleganza (fa parte del circuito Relais & Châteaux). Ancor più in questi giorni di festa un po’ grigi per gli scioperi anti Macron, con le strade senza molte decorazioni e luminarie, la facciata verde brillante del ristorante Tosca e l’ingresso dell’hotel con l’imponente albero di Natale appaiono caldi e accoglienti, un vero e proprio rifugio.
Il proprietario, Roberto Naldi, ha puntato sin dall’inizio a fare dello Splendid Royal un presidio di italianità, una sorta di ambasciata del nostro Paese, verrebbe da dire, sia per l’ospitalità che per la cucina.

Ristorante Tosca Parigi,la sala
Ristorante Tosca Parigi,la sala
Ristorante Tosca Parigi,la sala
Ristorante Tosca Parigi,la sala

Arredi molto classici, legno chiaro e luci soffuse, tavoli da bistrot ben distanziati e sedute super comode. La sala ristorante è anche quella dove si fa la prima colazione, alla carta, con il sottofondo di Puccini.
Un servizio di grande garbo e professionalità, che fa sentire a casa (si parla anche italiano); e con una buona lista dei vini, in equlibrio tra i due paesi.
Lo chef chiamato a dirigere la brigata di cucina al Tosca è il napoletano Raffaele de Mase, diverse esperienze formative importanti all’estero e in Italia, fino al suo approdo a Roma, passando per la fondamentale scuola di Heinz Beck, e dove poi ha consolidato tecnica e mestiere.

Ristorante Tosca Parigi, un angolo della sala
Ristorante Tosca Parigi, un angolo della sala
Ristorante Tosca Parigi, il camino
Ristorante Tosca Parigi, il camino

L’occasione di provare alcuni dei suoi piatti presenti nel menu parigino è stata una cena a 4 mani pensata e organizzata insieme allo chef stellato Michelino Gioia, oggi al Pellicano di Porto Ercole.
Un’amicizia fondata sulla reciproca stima e sulla medesima passione per il Mediterraneo e i suoi prodotti.
Gradevole l’aperitivo, con sfiziosi finger food di crudi e una leggerissima, quasi impalpabile, frittatina di pasta di Raffaele de Mase, che ama accendere qua e là la lampadina della memoria, ricorrendo alle ricette, anche quelle più popolari, delle origini.

Ristorante Tosca Parigi, aperitivo
Ristorante Tosca Parigi, aperitivo

Il primo antipasto, di Michelino Gioia, è uno scampo marinato con stracciatella di bufala, rinfrescato dal profumo del lime; mentre quello proposto da de Mase è un suo classico, il medaglione di lingua di vitello, con cavoletti e maionese di alici di Cetara. La cucina delle frattaglie, ci spiega Raffaele, ha sempre fatto parte della tradizione di famiglia, e, complice anche la lunga esperienza romana, è ormai diventata una parte irrinunciabile della sua cucina. Proprio come nell’altro antipasto in carta al Tosca, dove il calamaro con zucca e lime viene servito con il piedino di maialino croccante.

Ristorante Tosca Parigi, scampi marinati, stracciatella di bufala e shiso
Ristorante Tosca Parigi, scampi marinati, stracciatella di bufala e shiso
Ristorante Tosca Parigi, pane, grissini e olio
Ristorante Tosca Parigi, pane, grissini e olio
Ristorante Tosca Parigi, il calamaro
Ristorante Tosca Parigi, il calamaro
Ristorante Tosca Parigi, lingua, cavoletti e maionese di alici di Cetara
Ristorante Tosca Parigi, lingua, cavoletti e maionese di alici di Cetara

Tra i primi piatti del menu del Tosca, le eliche del Pastificio dei Campi con il coccio (gallinella di mare), una crema di melanzane affumicate e aglio nero fermentato.
L’altro primo piatto, di Michelino Gioia, ci riporta invece al nord, con dei bottoni di pasta fresca ripeni di fontina, con cicoria e tartufo bianco.

Ristorante Tosca Parigi, eliche al coccio, melanzane affumicate e aglio nero
Ristorante Tosca Parigi, eliche al coccio, melanzane affumicate e aglio nero
Ristorante Tosca Parigi, bottoni di fontina, cicoria e tartufo
Ristorante Tosca Parigi, bottoni di fontina, cicoria e tartufo

Anche il secondo piatto è di Gioia, che presenta la sua versione di una delle specialità toscane, l’agnello del casentino (prodotto IGP) con carciofi e caprino.
Con il dessert di Raffaele, invece, ci si rituffa a Napoli, con dei deliziosi mini babà con crema al basilico.

Ristorante Tosca Parigi, agnello del casentino, carciofi e caprino
Ristorante Tosca Parigi, agnello del casentino, carciofi e caprino
Ristorante Tosca Parigi, sorbetto al sedano
Ristorante Tosca Parigi, sorbetto al sedano
Ristorante Tosca Parigi, baba' con crema al basilico
Ristorante Tosca Parigi, baba’ con crema al basilico

Insomma, una cucina, questa di Raffaele de Mase, di tecnica e sostanza. Nella quale, ad ogni portata, sembra sperimentare (e trovare) l’equilibrio tra l’estro e l’elasticità delle sue origini e il rigore richiesto dal gioco di squadra internazionale.
E la risposta dei clienti gli sta dando ragione: è sicuramente in crescita a Parigi la domanda di una cucina autenticamente italiana, che si impegna innanzitutto sulla selezione della materia prima, e che presenti piatti moderni, reinterpretati senza tradire i classici e, allo stesso tempo, senza strizzare inutilmente l’occhio a tratti folkloristici.
E tutto questo, in un ristorante italiano a due passi dall’Eliseo, riempie davvero di orgoglio.

Ristorante Tosca Parigi, piccola pasticceria
Ristorante Tosca Parigi, piccola pasticceria
Gli chef della cena a 4 mani, Raffaele de Mase e Michelino Gioia
Gli chef della cena a 4 mani, Raffaele de Mase e Michelino Gioia
Ristorante Tosca Parigi, vini
Ristorante Tosca Parigi, vini della serata

Ristorante TOSCA dell’Hotel Splendid Royal
20 Rue du Cirque (Paris 8ème)
Tel. +33 1 42 68 10 00
Aperto a pranzo e a cena
Chiuso: lunedì
www.spledidroyal.fr