La Pergola a Paestum: grande materia prima, cucina semplice e vini di qualità

24/1/2018 3.9 MILA
Silla e i suoi figli Adriano e Giovanni
Silla e i suoi figli Adriano e Giovanni

di Francesca Faratro

E’ da ben tre  generazioni che il ristorante “la Pergola” di Capaccio resta il punto fisso dove consumare un buon pasto all’insegna della qualità, dell’esaltazione dei sapori autentici e dell’accoglienza.

Incontrare Silla e i suoi figli, titolari dell’attività,  è divenuto ormai un must senza il quale non si riesce a farne a meno: cibo, compagnia e famiglia.

La Pergola, ingresso
La Pergola, ingresso

Ed è proprio questo grande senso di ospitalità e l’atmosfera di casa, che rendono speciale questo posto ormai da tempo, dove a trionfare è la cucina di mare, con un pescato sempre fresco e che a tal proposito rende il menù ogni giorno vario e mai lo stesso.

La Pergola, la sala
La Pergola, la sala

In sala alla Pergola di Capaccio-Paestum , instancabile e a far da Cicerone, c’è Silla, oramai divenuta cuore pulsante e anima del ristorante, intrattiene con le sue chiacchiere, la sua esperienza nel mondo del vino e quel carattere esplosivo che ha tenuto intatta l’identità della “sua” Pergola.

La Pergola, particolare della sala
La Pergola, particolare della sala

In cucina, ai fornelli, c’è Giovanni Longo  mentre in sala Adriano, suo fratello  – un duo impeccabile, giovane e oramai ben ingranato per un servizio che racconta il pesce in primis ma anche tutta la Piana del Sele, il mare, poco distante, di tutta la Costa Cilentana ed i prodotti di punta come il latte di bufala ed i formaggi, la pasta fatta in casa, le carni pregiate ma anche i vini, come il Fiano e l’Aglianico, i quali hanno  struttura ma conservano anche il profumo della salsedine e dei terreni ricchi argillosi.

Il camino posto al centro della sala, riscalda l’anima e fa compagnia durante il pasto, rendendo questo locale, adatto anche in inverno, un po’ come rifugio “di mare” o semplicemente da amare!

Inizia il nostro pranzo domenicale, in un’atmosfera familiare ed avvolta da un magico tepore, con una bollicina che ci da il benvenuto.  E’ il Selim di De Conciliis, lo spumante Brut ottenuto con Fiano ed Aglianico, simbolo del Cilento,  una bolla fine ed elegante che ci anticipa il pasto.

La Pergola, Selim
La Pergola, Selim

I pani della casa sono caratterizzati da estrema morbidezza: insieme ai classici bianco ed integrale, ci sono i panini, quelli alle olive di Selella e quelli con la soppressata di Gioi.

La Pergola, Pane
La Pergola, Pane

L’amuse – bouche è preziosa, è la narrazione di terra e mare in un sol piatto ma raccontata con estrema semplicità. E’ un bocconcino di bufala con alici salate del Cantabrico, cipolla di Tropea in agrodolce e basilico fritto. Esplosione di sapori, ognuno da sé così deciso ma che, insieme, rendono e creano una bella sinfonia.

La Pergola, Benvenuto con bocconcino di bufala, alici, cipolle in agrodolce e basilico fritto
La Pergola, Benvenuto con bocconcino di bufala, alici, cipolle in agrodolce e basilico fritto

Si continua con gli antipasti, tanti quelli proposti dalla Pergola ma stavolta è con una tartare di gamberi rossi con yogurt di bufala, menta e crema di pomodorino giallo. L’altro invece è a base di alici imbottite alla cilentana, con ripieno di provola e patate.

La Pergola, tartare di gamberi e alici imbottite alla cilentana
La Pergola, tartare di gamberi e alici imbottite alla cilentana

Buona esecuzione per entrambi, diversi nelle esecuzione ma che mettono in risalto la qualità del pescato.

I primi sono sempre a base di mare e ad accompagnarli è il Fiano di Tempa di Zoè, frutto della passione di quattro imprenditori del vino fra i quali spiccano De Conciliis e Feudi di San Gregorio (un bianco made in Cilento).

La Pergola, genovese di tonno e spaghetti con broccoli e alici salate
La Pergola, genovese di tonno e spaghetti con broccoli e alici salate

La prima portata è la genovese di tonno con ricotta di bufala mentre l’altro, uno spaghetto di Gragnano con broccoli ed alici salate. Ci saremmo aspettati i sentori del mare ancor più pronunciati ma in toto, senza fronzoli e senza complicanze, la pasta è stata servita cotta al punto giusto e condita con sughi che hanno  celebrato la tradizione della cucina campana tutta.

La Pergola, Il Fiano di Feudi Studi
La Pergola, Il Fiano di Feudi Studi

Il secondo è un filetto di spigola, alternato da scarola ripassata ed accompagnato dal Fiano di Feudi Studi.

La Pergola, la spigola con la scarola ripassata
La Pergola, la spigola con la scarola ripassata

I dolci, fatti da Silla, si sente che sono fatti in casa e sono quelli che dopo anni, ritrovi sempre.  Ci sono i cantucci al cioccolato e quelli alle mandorle, custoditi in un porta biscotti di vetro, conservati con la stessa usanza che anche le nonne custodivano i loro biscotti.

La Pergola, Cantuccini e moscato di Saracco
La Pergola, Cantuccini e moscato di Saracco

Nel piatto invece c’è la torta con ricotta e cioccolato caldo, il tiramisù al cucchiaio e la millefoglie scomposta con amarene. Per il dessert, l’unicità del moscato di Saracco il quale, fra mille, sceglierebbe chiunque.

La Pergola, I dolci
La Pergola, I dolci
La Pergola, Asterias
La Pergola, Asterias
La Pergola
La Pergola

Via Magna Grecia, 1
Tel. 0828.723377
84047 –  Capaccio Scalo (SA)

Aperto a pranzo e a cena
Chiuso lunedi (mai d’estate)
www.lapergola.net