Nola, Pizzaria Biliardo 65. Margherita, Marinara e pizza fusion con Giacomo Carrella

17/5/2018 4.2 MILA
Biliardo 65 la Margherita di Giacomo Carrella
Biliardo 65 la Margherita di Giacomo Carrella

Pizzeria Biliardo 65 Nola

Via Flora 20
Tel. 081,5129016
Su Facebook
Aperto sempre
Chiuso martedi; sabato e domenica a pranzo
Pizza da 5 a 10 euro

di Tommaso Esposito

Diciamolo subito.
Qui si mangia una pizza più che buona.
Siamo a Biliardo 65 nel centro di Nola, poco distante dalla piazza grande per il parcheggio.
Il posto apre, negli anni ’50 come sala da bilardo, ma ora è pizzeria.

Biliardo 65 il bancone e il forno
Biliardo 65 il bancone e il forno

L’idea è venuta a Francesco Casoria un paio d’anni fa.

Biliardo 65 la squadra con Francesco Casoria
Biliardo 65 la squadra con Francesco Casoria

La pizzaria, così ama chiamarla evocando i primordi, è un posto molto alla moda.
Guardate l’arredamento.

Biliardo 65 la sala
Biliardo 65 la sala
Biliardo 65 la sala
Biliardo 65 la sala
Biliardo 65 la sala
Biliardo 65 la sala

E poi è diventato il ritrovo per alcuni cuochi, qualcuno stellato, che la sera passano di qua e si rilassano le mandibole con qualche pizza a’ libbretto.

Biliardo 65 Francesco casoria e Alex Pochynoch
Biliardo 65 Francesco casoria e Alex Pochynoch

Spesso si divertono con il pizzaiolo Giacomo Carrella (esperienze più che tradizionali al Golden Lyon di Somma Vesuviana) a creare qualcosa.
Inaomma, invece di giocare a bazzica qui si pizzéjia.
Intanto guardiamo l’impasto.
È quello tradizionale, che più verace non si può: pasta di riporto, farina zero, acqua, sale, lunga lievitazione, forno a legna per una Margherita o una Marinara impeccabili.

Biliardo 65 la Margherita di Giacomo Carrella
Biliardo 65 la Margherita di Giacomo Carrella

Sorprende la capacità di questo pizzaiolo di ricavare senza segreti e senza alchimie un impasto leggerissimo.

Biliardo 65 la Marinara di Giacomo Carrella
Biliardo 65 la Marinara di Giacomo Carrella

Con un cornicione così.

Biliardo 65 la Marinara di Giacomo Carrella
Biliardo 65 la Marinara di Giacomo Carrella

Ma veniamo alla serata.
C’è Alex
Pochynok,
cuoco al Roji Japanese Restaurant di Nola che si è messo al bancone con il pizzaiolo.
È nata così ( la lanciamo?) la prima pizza-sushi della storia.

Una fusion perfetta tra Napoli e Tokio.
Due pizze straordinarie.
Da una parte fiordilatte di Agerola con ricciola a crudo, burro allo zenzero, misticanza e katsuobushi, cioè il tonnetto essiccato.

Biliardo 65 fiordilatte ricciola e catsoubushi
Biliardo 65 fiordilatte ricciola e catsoubushi

Dall’altra vellutata di zucca, provola affumicata, carne di Kobe e nasturzio.

Biliardo 65 Alex Pochynoch e Giacomo Carrella
Biliardo 65 Alex Pochynoch e Giacomo Carrella
Biliardo 65 pizza e Kobe
Biliardo 65 pizza e Kobe

Due pizze da non perdere o sprecare per una serata limited speciale.
Da tenere in carta, invece,  per chi voglia conoscere la nuova frontiera orientale del Vesuvio: quella che non insegue, soltanto per moda, la tendenza, ma la interpreta e la fa propria.
D’altra parte la storia si ripete.
Pure ‘a pizza c’a pummarola ‘ncoppa nasce da una fusion perfetta.

Pizzeria Biliardo 65 Nola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.