Alla Trattoria Masella in scena Pizza Gusto Sannio, tre serate con i pizzaioli

Letture: 183

pizzaI TRADIZIONALI IMPASTI DEI MAESTRI DELL’ISTITUTO NAZIONALE DELLA PIZZA    INSAPORITI DALLE TANTE BONTA’ E TIPICITA’ DELLA TERRA TITERNINA

Tre serate al sapore di pizza sannita. Dal 17 al 19 luglio, presso la Trattoria Masella di Cerreto Sannita i maestri dell’Istituto nazionale della pizza saranno protagonisti dell’evento ‘Pizza Gusto Sannio’, organizzato dallo chef di casa Dino Masella. Durante il week-end lo storico locale cerretese (tra le Osterie selezionate da Slow Food) si attrezzerà per la preparazione delle pizze e per offrire ai clienti storici e agli ospiti la possibilità di poter degustare il sapore della pizza tradizionale napoletana arricchito dalle tipicità della terra sannita. “Abbiamo voluto organizzare – racconta lo chef – un evento promozionale per il territorio. Con questo progetto vogliamo infatti raccontare la storia, la cultura e la tradizione gastronomica del nostro territorio attraverso la pizza, sicuramente il cibo più conosciuto e diffuso della nostra amata Campania”.
Durante le tre serate i pizzaioli, che utilizzeranno esclusivamente la farina di farro biologico macinata a pietra del mulino Mirra e fior di latte prodotto dal caseificio La mozzarella d’oro, saranno ispirati ai gusti della tavola tradizionale titernina, utilizzando tipicità sannite e matesine, diverse a centimetri zero, prodotte direttamente tra le mura e i campi dell’azienda. Variegata la proposta delle pizze: ‘Zuppa d’cucuzz’ (vellutata di zuppa di zucchine – scaglie di pecorino del Sannio – sbriciolata di salsiccia di polmone – sedano); ‘Parmigiana’ (melanzane dorate – salsa di pomodori freschi – fior di latte – parmigiano -basilico); ‘Alla bocca…del forno’ (pomodori a pezzettoni – fior di latte – pecorino – origano di montagna – olio extravergine di oliva); ‘Ciambotta dell nonna’ (crema di ortaggi misti – patate fritte -pancetta tesa – caciocavallo); ‘Sciurigl… d’cucuzz’ (pesto di ricotta e noci – fior di latte – capocollo – fiori di zucca). A queste pizze si affiancherà la proposta ‘Regina Margherita’, la tradizionale pizza dei maestri pizzaioli napoletani. Ad arricchire ulteriormente di gusto la serata il piatto dello chef di Casa Masella ‘Sottobosco’, una zuppetta di funghi misti del Matese con provola affumicata. In abbinamento i vini delle aziende del Sannio Consorzio Tutela Vini, con i sommelier della delegazione beneventana dell’Associazione Italiana Sommelier che suggeriranno gli abbinamenti ideali delle saporite pizze con vini bianchi fermi, frizzanti e spumanti. Non mancherà la proposta della birra artigianale titernina, prodotta dal birrificio Saint Johns (Kolsh, Marzen e Tripel). In collaborazione con la condotta Valle Telesina di Slow Food saranno organizzati dei laboratori del gusto dedicati alle farine di grani antichi (17 luglio), ai salumi (18 luglio) e alle birre artigianali (19 luglio).

dino
In alternativa al percorso delle pizze, Dino Masella proporrà la tradizionale trippa con fagioli cerati, panino di grano antico Senatore-Cappelli e romanella con porchetta, pizza fritta dolce di farina di farro bio con lo zucchero e con le confetture, tagliere di salumi con verdure sott’olio, tagliere di formaggi con confetture e vino cotto.
Per rendere le degustazioni ancora più piacevoli, le serate saranno accompagnate dall’arte del ballo dei tangheri di Benevento radunati in una milonga, dai canti e i balli popolari degli Evoè e dal duo Cangiano – Damiani con il loro Simply acustic jazz.
L’evento registra il patrocinio morale di: Regione Campania, Comune di Cerreto Sannita, Coldiretti – Campagna amica, Gal Titerno.