Alvignano (Ce). Country House Il Casolare Divino e le ricette di Maria Mone

Letture: 258
Maria Mone

di Marina Alaimo

Il Casolare Divino, aperto da un anno, è immerso nel verde delle colline caiatine e dei vigneti di pallagrello bianco, dai quali ricava un vino molto interessante, non ancora in commercio in quanto  la produzione vinicola è in fase organizzativa. Maria Mone è la chef di casa, esperta conoscitrice della cucina di questo territorio che propone in maniera molto semplice e stuzzicante. Maria è molto riservata, di poche parole, ama sopratutto stare tra pentole e fornelli, studiare, provare e riprovare i piatti da proporre in menù.

Vigneto di Pallagrello Bianco

La cucina è improntata strettamente sui prodotti delle campagne dell’areale casertano, grande spazio viene dato alle espressioni stagionali dell’orto, alla carne del maialino nero casertano, al coniglio, ai latticini di bufala ed alle mele annurche. L’accoglienza è attenta  ed in pieno stile di casa di campagna, anche se gli arredi interni sono moderni, scelti con gusto tanto da creare una buona armonia con il paesaggio agreste incorniciato dalle grandi finestre. Oltre alla cucina di Maria, il Casolare Divino offre un piacevolissimo servizio di vino terapia mirato a coccolare sopratutto la coppia.


Il percorso Venere e Bacco cura l’estetica del corpo, ma è anche molto distensivo, una vera e propria terapia anti stress. La vino terapia è un trattamento estetico nato in Francia, nel bordolese, e sono ormai ben noti i grandi vantaggi ricavati dai polifenoli presenti nelle uve rosse, potenti antiossidanti. Il percorso si segue in coppia ed ha una durata di due ore e mezzo. Si parte con gli impacchi di mosto essiccato che svolge un’azione antiradicale, drenante ed antinfiammatoria. Segue poi un massaggio  drenante che riattiva energicamente la microcircolazione.

 

Vasche per la vinoterapia

Poi il bagno nelle vasche di legno, sempre in coppia l’uno di fianco all’altra, immersi in acqua e vino caldo. Si conclude con la doccia emozionale e l’offerta di vari prodotti per la cura del corpo a base di derivati della vite. La country house è dotata di quattro camere molto accoglienti dove poter dormire a piccoli pressi,il costo per una notte in doppia è di 60 euro, ogni camere porta il nome di un vitigno campano. Ritornando al ristorante, il menù varia molto spesso, è alla carta ed anche qui i prezzi sono contenuti, nel fine settimana si propone un menù degustazione al costo di 35 euro. E’ aperto dal giovedì alla domenica, il giovedì e venerdì è aperto solo a cena ed il sabato e la domenica anche a pranzo.

Casolare Divino via  Regina, Alvignano
www.ilcasolaredivino.it info@ilcasolaredivino.it  tel. 0823 869932

Cannolo di pane di campagna con ricotta ed erbette su crudo di spaghetti di zucchine

Zuppetta di cicerche con allesse mozzarella di bufala e alloro

Maccheroncini su guazzetto di baccalà su noci e guazzetto di broccoli

Spaghetti alla chitarra con petto d’anatra marinato al pallagrello

Filetto di coniglio sfumato alla birra con cicoriette selvatiche

Girandola di frutta

6 commenti

  • vincenzo

    (29 dicembre 2010 - 12:50)

    bellissimo e da provare
    ma sbaglio o la signora prima era lo chef o lavorava al “carpe diem” di piana di monteverna?

    • maria mone

      (29 dicembre 2010 - 14:06)

      Buona memoria il sig.Vincenzo………sarei felicissima di offrirle un aperitivo in campagna!!!!
      Buon Anno!!!!

  • Salvatore LANDOLFO

    (31 dicembre 2010 - 09:03)

    Gran bel posto, ottima accoglienza, e poi la cucina di Maria……. Complimenti a Raffaele e alla sua famiglia per aver creato qust’angolo di…vino, il consiglio e di visitarlo assolutamente ;-)

  • Anna Chiavazzo

    (1 gennaio 2011 - 19:37)

    D’accordo pienamente con Salvatore, accoglienza d’altri tempi, calorosa e nobile,dove passare ore serene con il ritrovato piacere di stare a tavola con piatti sapientemente cucinati, che ci riportano con la memoria alla cucina dimenticata, preparati con amore e scegliendo il meglio del territorio.brava la chef Maria Mone , un grazie speciale al Patron gentil’uomo Raffaele Tralice.

  • Luigi Russo S.

    (4 gennaio 2011 - 17:31)

    Posto incantevole, piatti prelibati e sopraffini, trattamenti di vinoterapia in coppia subliminare, per non parlare dell’ospitalità del padrone di casa il sig. Tralice e della simpaticissima e preparatissima sig. Maria. Da tornarci, ritornarci e ritornarci e ritornarci e ritornarci e ritornarci e ritornarci,.. all’infinito. Buon 2011.

  • […] prossimo venerdì 14 gennaio – ore 20.00 – al ristorante  Casolare diVino di Alvignano (Ce) la condotta Volturno celebra l’Alleanza tra i Cuochi e i Presidi Slow  Food con la […]

I commenti sono chiusi.