Amalfi, Pasticceria Pansa

Letture: 262
Pasticceria Pansa, uno scorcio della vetrina

Piazza Duomo, 40
Tel. 089.871065
Aperto sempre, dalle 7.30 alle 22.00 (in estate fino alle 24.00).
Chiuso il martedi (solo in novembre e febbraio)
Ferie variabili, tra il 10 gennaio e il 5 febbraio
www.pasticceriapansa.it
info@pasticceriapansa.it

Da ben 185 anni in una delle piazze più visitate del mondo.
Arrivati ad Amalfi è praticamente la seconda tappa obbligata (o la prima: dipende dalle priorità di ciascuno…) subito dopo il Duomo, con lo splendido chiostro del Paradiso. Proprio accanto alle scale della Cattedrale, ai suoi tavolini milioni di turisti di tutte le razze e di tutte le culture si mescolano da cinque generazioni alle chiacchiere pigre degli amalfitani sui destini della città.

Pasticceria Pansa, il mitico sospiro al limone

Fondata nel 1830 da Andrea Pansa, la pasticceria ha mantenuto molto dell’atmosfera e degli arredi del caffè ottocentesco, con i grandi specchi, i lampadari e i mobili d’epoca, i ritratti degli ospiti illustri — Wagner, Ibsen, Quasimodo…
Al banco, tutto il repertorio della tradizione partenopea: pastiere, pasticciotti, babà, capresi, sospiri al limone, sfogliatelle classiche o Santa Rosa, versione costiera con crema pasticcera e amarene nata in un convento, nel Settecento, proprio a pochi chilometri da qui. Ai tavoli un servizio accorto e professionale, con una piccola lista di tè e di ottime cioccolate calde, variamente aromatizzate.

Pasticceria Pansa, il bancone

Le vetrine, sempre molto curate, sono un trionfo di cioccolato e di frutta, con coppe gigantesche piene di «scorzette» di agrumi candite (limoni, arance e cedri: il vero fiore all’occhiello della produzione), di fette di arancia e mandarini canditi, e ancora, praline, confetti, biscotti, dolci secchi alla pasta di mandorle, croccantini di nocciole. In vendita anche liquori artigianali, marmellate, confetture e miele di limone.

Pasticceria Pansa, le pastiere

Dal 2001 fa parte dell’associazione che riunisce i Locali Storici d’Italia. Imperdibile.

4 commenti

  • evelina

    (22 aprile 2010 - 15:44)

    La pasticceria Pansa è un luogo di fascino, di dolcezza e di delizia. Ma soprattutto, per me, è il luogo della Torta Ricotta e Cioccolato. Non una torta qualsiasi ma La torta, perchè la loro ricetta è diversa da quella di tutte le altre pasticcerie: ha una pasta dura ma friabile e un ripieno di ricotta e cioccolata simile a quello dei cannoli, ma molto più delicato e spumoso..ricorda a tratti la cassata, ma pure la torta ricotta e pere che (forse ingiustamente) tanto di moda va oggi…
    ad Amalfi vado sempre volentieri, non solo perchè splendida, ma perchè mi legano alcuni bei ricordi, eppure nessuna visita può dirsi soddisfacente per me se non faccio una sosta da Pansa. Non solo per la “mia” torta ma anche per respirare l’atmosfera delle pasticcerie di un tempo che non ho conosciuto, ma che immagino raffinato ed elegante. Da Pansa il tempo non sembra passato: a Pasqua ho assaggiato anche una cosa tenera che non avevo mai visto, dei dolci agnellini di zucchero e quando l’ho raccontato a mia zia (che di anni ne ha sette decine) ha detto commossa “quelli di quando ero piccola io…”

  • Alessandro Marra

    (22 aprile 2010 - 15:45)

    Assolutamente. Imperdibile!

  • gaspare pellecchia

    (23 aprile 2010 - 16:52)

    Sono gentilissimi e cordiali, davvero. Ci entri anche in maglietta e infradito, prendi un caffè, ti rinfreschi, e riparti per il tuo costiera-tour.
    Ps servizio al tavolo assolutamente non caro.

  • Amalfi, Pasticceria Pansa - OpenDrink

    (22 giugno 2013 - 15:07)

    […] Amalfi, Pasticceria Pansa […]

I commenti sono chiusi.