Antica Osteria Pizzeria Pepe a Caiazzo. Nino Antonio Pepe, il ripieno di mastro Stefano e il senso della tradizione

Letture: 503
Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola di mastro Stefano
Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola di mastro Stefano

Antica Osteria Pizzeria Pepe a Caiazzo

P.zza Porta Vetere,4
Tel. 0823 868401
www.anticapizzeriapepe.it
Aperto sempre
Chiuso il lunedì
Pizza da 4 a 8 euro

di Tommaso Esposito

Ecco, vai a Caiazzo apposta per una pizza.
E apposta. non a caso, vieni qui per rendere omaggio a un forno che sta sta acceso dal 1931.
Tutto grazie a Ciccio Pepe che faceva il pane.
Famose erano le sue pagnotte a otto o le sfresate.
Stefano, suo figlio, nel 1962 aggiunse il bancone alla madia e cominciò a far pizze.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe Stefano Pepe il papa'
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe Stefano Pepe il papa’

Un occhio a Napoli e uno al Matese: Margherita di qua e pancotto di là.
Cioè pizzeria, trattoria, osteria.
Quello che ancora cerchi e ritrovi tra questi tavoli e queste salette raccolte, con la volta ad arco, che si affacciano sulla piccola piazza.

Antica  Osteria Pizzeria Pepe
Antica Osteria Pizzeria Pepe
Antica  Osteria Pizzeria  Pepe
Antica Osteria Pizzeria Pepe

Basta sfogliare il menu, quasi un almanacco, dove vedi, tra i cammei dei ricordi, le zuppe, i formaggi e i salumi del Matese.
Le pizze e poi, eccolo qua, il ripieno con scarola di mastro Stefano.

Antica Osteria Pizzeria  Pepe. Il calzone di scarola
Antica Osteria Pizzeria Pepe. Il calzone di scarola

Un must, un modello di calzone al forno, imitato e ripetuto un po’ qua un po’ là.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe il calzone con la scarola
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe il calzone con la scarola

Eh sì, la gastronomia appartiene a tutti, è vero.
Nessuno potrà mai dire, però, qual Tal dei Tali abbia fatto la prima pasta e patate.
Di questo calzone, invece, si conosce l’autore: Stefano Pepe.
Un po’ come della Margherita si sa che a chiamarla così fu Raffaele Esposito per ingraziarsi la Regina d’Italia.

Ora c’è qui Nino Antonio, il pizzaiuolo epigono della famiglia.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola  e Nino Antonio Pepe
Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola e Nino Antonio Pepe

Stesso impasto fatto mano, punejato.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe l'impasto
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe l’impasto
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe il panetto
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe il panetto

Stesso bancone.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe

Stessa pala.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe la pala
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe la pala

Stessi gesti. Stesse mani, forse.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola e Nino Antonio Pepe
Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola e Nino Antonio Pepe
Antica Osteria Pizzeria  Pepe Il calzone di scarola
Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola
Antica  Osteria Pizzeria  Pepe Il calzone di scarola
Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola

Stesso forno.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola in forno
Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola in forno

Stesso cartoccio per tenerlo caldo e portarselo a casa.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola nel cartoccio buono anche il giorno dopo
Antica Osteria Pizzeria Pepe Il calzone di scarola nel cartoccio buono anche il giorno dopo

Stessi sapori.
Ancestrali, unici, eterni.
La tradizione, quando è grande e buona, diventa, appunto, eterna.
Anche le pizze sono così.
Immutate nella struttura, nella forma, nell’allestimento.
Grandi materie prime come i latticini de’ Il Casolare di Mimmo La Vecchia, il Conciato Romano di Manuel Lombardi e i salumi di Nero Casertano di Mastro Enrico, il locale norcino.
La Margherita è quasi trionfante con la sua altezza che nulla toglie alla morbidezza e scioglievolezza al palato.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe e la pizza margherita
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe e la pizza margherita
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe la struttura della pizza
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe la struttura della pizza

Così pure la Marinara che qui è con le acciughe e i capperi. E’ una vexata quaestio che riconosce la Marinara di Napoli, pomodoro, aglio, origano e olio come Pizza cosiddetta Napoletana, e basta.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe la marinara
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe la marinara
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe  la marinara
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe la marinara

E che dire della pizza con fiordilatte e il salame di nero casertano?

Antica Osteria Pizzeria Pepe fiordilatte e salame di nero casertano
Antica Osteria Pizzeria Pepe fiordilatte e salame di nero casertano
Antica Osteria Pizzeria Pepe fiordilatte e salame di nero casertano
Antica Osteria Pizzeria Pepe fiordilatte e salame di nero casertano

O della fresca Pizza con mozzarella di bufala e pomodorini a filetti?

Antica Osteria Pizzeria  Pepe Nino Pepe la pizza con bufala e pomodorini fresch
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe la pizza con bufala e pomodorini fresch

O della pizza con Parmigiana di melanzane?

Antica Osteria Pizzeria  Pepe Nino Pepe la pizza parmigiana
Antica Osteria Pizzeria Pepe Nino Pepe la pizza parmigiana

E’ un goloso gioco di ricordi, di emozioni che ogni tanto è bello vivere come un viaggio a ritroso nel tempo.
E quando arrivi alla stazione dei mitici anni sessanta, tanto per non scendere alla prima fermata,  scopri che tutto già esisteva.
Come le pizze di mastro Stefano, il suo ripieno di scarola.
E il figlio Nino Antonio che ce ne fa godere.
Dal 1931.

Antica Osteria Pizzeria Pepe Massimiliano e  Nino Pepe
Antica Osteria Pizzeria Pepe Massimiliano e Nino Pepe

Ancora.
Sempre!

9 commenti

  • elena mastrosimone

    (17 settembre 2015 - 11:55)

    Che bontà.

  • Gianluca rossi

    (17 settembre 2015 - 12:43)

    Nino e max due ragazzi d’oro. …

  • nicola aveta

    (17 settembre 2015 - 14:00)

    Il mio ritrovo preferito da sempre, il meglio del meglio, bontà e cortesia

  • Mondelli Francesco

    (17 settembre 2015 - 21:42)

    Finalmente un calzone.Di scarola poi.Il massimo.E con gli onori della prima pagina.Grazie Tommaso e….a buon rendere.PS.Vale il viaggio anche per la bufala e pomodorini freschi(che alcuni chiamano caprese) la mia preferita da sempre.
    FM.

  • gianlù63

    (17 settembre 2015 - 23:26)

    seduto a quel tavolo in foto, ho mangiato la Pizza più buona della mia vita

  • aois025

    (18 settembre 2015 - 10:32)

    salve scusate la mia ignoranza ma c’è qualche “legame” tra la pizzeria citata nell’articolo e “Pepe in Grani” di Franco Pepe?
    grazie

  • luciano pignataro

    (18 settembre 2015 - 10:47)

    Certo, questa è la pizzeria di famiglia, poi Franco ha deciso di mettersi in proprio

  • Sanfedista

    (18 settembre 2015 - 11:35)

    …sarà ma per me il calzone fritto ricotta e cicoli delle figliole non ha rivali

  • aois025

    (18 settembre 2015 - 12:06)

    perfetto…grazie mille della delucidazione!

I commenti sono chiusi.