Birra e Lasagna: si può fare!

Letture: 200
La lasagna dell’Hotel Mediterraneo, Napoli

di Luigi D’Alise

La lasagna napoletana può essere sicuramente incoronata come regina del Carnevale in Campania. Piatto molto ricco che precedeva i quaranta giorni di magra della Quaresima. Tanta opulenza, dovuta all’utilizzo di ragù di carne, formaggio e uova sode, il tutto vestito di sfoglie di pasta, ben si sposa ad una birra artigianale ben strutturata, ma che abbia armi affilate per poter sgrassare il palato.

Nel nostro abbinamento ci indirizzeremo quindi verso un’ambrata o un’ambrata scura che utilizzi, quindi, malti caramello, giustamente tostati – un’eccessiva tostatura potrebbe infatti fare a pugni con ingredienti come il pomodoro – che le conferiranno sensazioni e struttura tali da reggere la ricchezza delle carni e del ragù. Ma non basta.

La nostra birra, dicevamo, dovrà avere anche la capacità di “ripulire” il palato, magari con una nota agrumata o con una piacevole sensazione vegetale di luppolo. Ancora, non dovrà assolutamente essere stucchevole. Quindi meglio prediligere un prodotto dall’amaro secco e deciso e con una buona carbonatazione, dal momento che le bollicine aiutano la beverinità.

Per quanto riguarda l’alcol, sarebbe preferibile non eccedere, mantenendosi tra i 6 e i 7 gradi. In Campania i birrifici, sempre attenti alle risorse e alle tradizioni del territorio, prestano molta attenzione agli abbinamenti delle loro birre soprattutto, ma non solo, in relazione ad una cucina locale. Nella gamma dei loro prodotti troviamo birre da abbinare a pietanze di pesce, di carne, a formaggi o addirittura birre da fine pasto.

Per quanto riguarda l’abbinamento con la lasagna napoletana ecco alcuni suggerimenti capaci di rendere il Carnevale ancora di più la festa dell’allegria.

 

Abbinamenti

Minerva del Birrificio Sorrento dal retrogusto agrumato e rinfrescante, dovuto alle bucce di arance di Sorrento, che predispone al sorso succesivo. (Birrificio A.Bi.Campania).

Schottish Ale del Birrificio il Chiostro ben strutturata e dal fascino anglosassone.

Farenaiht di Maltovivo dall’amaro secco ed elegante. (Birrificio A.Bi.Campania).

Gairloch del Birrificio dell’Aspide dalle piacevolissime note maltate. (Birrificio A.Bi.Campania).

Vesuvia del Birrificio Maneba con intriganti note di luppolo. (Birrificio A.Bi.Campania).

De Rinaldi del Birrificio Karma dall’ottimo corpo e dalle piacevoli sensazioni boccali. (Birrificio A.Bi.Campania).

 

Un commento

  • Ant

    (2 marzo 2014 - 03:34)

    Sicuramente la birra karma

I commenti sono chiusi.