Bologna, Gustonudo con Simone Cristicchi: i volti e i vini in slide show

Letture: 72
Simone Cristicchi a Gustonudo

di Giovanni Gagliardi

Si è tenuta nei giorni scorsi a Bologna, Gusto Nudo, la fiera dei vignaioli “eretici”, nata sull’onda del Critical Wine, la manifestazione vitivinicola indipendente, favorita dal maestro Veronelli. Lo scopo è di far conoscere al pubblico piccoli produttori che vivono di vigna, lontani dalle logiche del gusto massificato imposto dal mercato e che fanno della loro diversità il punto di forza.

In 59 hanno portato le loro bottiglie, da tutta Italia, sotto i portici di un vecchio convento del ‘600 per dar vita ad un evento sui generis, di quelli che se ne vedono pochi nel settore, senza incensi e senza pretese, in una atmosfera rilassata e conviviale.
Tanto pubblico e tanti i bambini che si rincorrevano nel chiostro, mentre le mamme disquisivano di acidità, barriques e vitigni. Qua e là alcuni banchetti di stampa alternativa, da Berlino, ad allietare le bevute, la band di rock & roll “Veleno” e a fine pomeriggio una sorpresa: Simone Cristicchi e il Coro dei Minatori del Santa Fiora, reduci da un concerto per il 25 aprile bolognese, irrompe con Maremma Amara e Bella Ciao.
Da qualche tempo gli organizzatori di Gusto Nudo stanno provando a portare i vini di questi produttori oltre i confini della manifestazione. Si sono organizzati in una rete distributiva, con un distaccamento anche in Germania, per far conoscere al grande pubblico i prodotti di questi vignerons indipendenti.

5 commenti

  • Luciano Pignataro

    (26 aprile 2010 - 13:40)

    Grande Demtrio Stratos
    Siete mela o siete foglia?

    • giancarlo maffi

      (26 aprile 2010 - 16:27)

      io piu’ che altro sarei Sfoglia…

      non ti pensavo uno da robba come gli area. ti pensavo fermo ai rokes:-)

      allora ci sono speranze per la tua salvezza eterna ….

  • luigi grimaldi

    (26 aprile 2010 - 14:13)

    Perché manifestazioni così non si riescono a fare sotto Roma. Qui si capisce che la gente sta bene e si diverte senza tante cerimonia e linguaggi tecnici

    • luca miraglia

      (26 aprile 2010 - 17:14)

      Non è vero che non ci sono manifestazioni così sotto Roma: alla fine di Novembre 2009, grazie all’impegno di Antonio e Daniela Di Gruttola di Cantina Giardino, si è tenuta ad Ercolano (Villa Signorini) la prima edizione di “Parlano i vignaioli”, che ha raccolto molti produttori che erano presenti anche a Bologna (fra i campani, Monte di Grazia di Tramonti).
      E’ stata una manifestazione articolata ed emozionante, che Luciano ricorderà bene per avere svolto la presentazione iniziale, con l’illustrazione dei vini di Centopassi.
      Se gli astri saranno favorevoli, nello stesso periodo di quest’anno si svolgerà la seconda edizione.

  • Daniela (Cantina Giardino)

    (27 aprile 2010 - 14:50)

    Gli astri sono favorevoli per cui PARLANO I VIGNAIOLI seconda edizione ci sarà eccome!
    E’ nato il mio secondo figlio il primo aprile per questo ho interrotto un po’ con il lavoro… ma sono prontissima e mi aspetto l’aituo di tutti i campani amanti dei vini naturali per rendere questo evento del sud un punto di riferimento! Grazie Luca!!!

I commenti sono chiusi.