Il Consorzio porta al Vinitaly le “emozioni” del Sannio

Letture: 128

Vinitaly_2016_head.960.700

Il Sannio Consorzio Tutela Vini si prepara all’importante trasferta di Verona. Interessanti le iniziative programmate dal Consorzio in occasione della cinquantesima edizione del ‘Vinitaly’, il Salone internazionale dei vini e dei distillati, in programma nella città veneta da domenica 10 a mercoledì 13 aprile.

Nel pomeriggio di lunedì 11 aprile (dalle ore 15.30 alle ore 17.00), l’Area Eventi del Padiglione B – Regione Campania’ ospiterà la presentazione dello studio ‘Nel Sannio coltiviamo emozioni’, autorevole pubblicazione scientifica che mette al centro la storia, la cultura e i paesaggi della vitivinicoltura sannita. Ad aprire l’incontro saranno i saluti del presidente del Consorzio Sannio, Libero Rillo. Seguiranno gli interventi dei curatori dell’opera, Nicola Matarazzo (direttore del Consorzio) e Lorenzo Nifo (presidente della Commissione tutela), del giornalista e scrittore enogastronomico Luciano Pignataro e del consigliere per l’agricoltura della Regione Campania, Franco Alfieri.

sannio_emozioni

In serata di lunedì 11 aprile (a partire dalle ore 20.30) il Consorzio Sannio proporrà l’evento ‘Leguminosa e SannioDOP’, una cena degustazione con i vini del progetto Pro.Vin.Ba.S.Ti in collaborazione con Gal Titerno, Cecas e Università degli Studi del Sannio, in abbinamento con i legumi dei presidi Slow Food. La serata – che nasce dalla collaborazione con Slow Food Campania e con Berardino Martino, anima dell’agriturismo Mastrofrancesco di Morcone – si svolgerà in uno dei locali più suggestivi dell’area veronese, presso il ristorante La Torre 22 (dell’Hotel Veronesi La Torre) di Dossobuono di Villafranca.

Nella giornata di martedì 12 aprile (dalle ore 11.00 alle  12.00), sempre nello spazio conferenze del Padiglione B – Regione Campania, è in programma l’incontro ‘il Sannio dei vinidiversi’,  presentazione del progetto Pro.Vin.Ba.S.Ti, in collaborazione con il Gal Titerno, Vigne Sannite – Cecas SC e l’Università degli Studi del Sannio. L’incontro, che sarà moderato da Luciano Pignataro, si aprirà con i saluti del presidente Rillo e di Nicola Mastrocinque, presidente del Cecas. A seguire gli interventi del docente universitario Ettore Varricchio (responsabile per la ricerca nell’ambito del progetto) e del giornalista Pasquale Carlo.

“Gli eventi programmati nell’ambito del Vinitaly – dichiara il presidente Libero Rillo – nascono con l’intento non solo di promuovere il Sannio vitivinicolo, ma sono sintesi anche della ferma volontà di voler costruire, nell’ambito di una vetrina di interesse internazionale,  un momento di riflessione necessario ed essenziale affinché si proceda nel cammino virtuoso che il Sannio, con tutti i suoi attori della filiera vitinicola e con i suoi undicimila ettari vitati, ha intrapreso in materia di progettazione, con l’obiettivo di tutelare il territorio e valorizzarne le sue tante peculiarità. Un percorso necessario – conclude la guida del Consorzio Sannio – per preservare il grande bene ambientale avuto in dono, offrendolo anche ai futuri ospiti sotto forma di un’esperienza di  vita e soggiorno di qualità”.

Queste iniziative accompagneranno l’azione promozionale delle tantissime aziende sannite che prenderanno parte all’evento veronese. Trentasette le cantine presenti negli spazi del Padiglione B – Regione Campania: Aia dei Colombi, Antonio Iannella, Il Poggio, Nifo Sarrapochiello, Terre d’Aglianico, Torre del Pagus, Votino, Cantina di Solopaca, Fontana delle Selve, Cantine Tora, Capolino Perlingieri, Caputalbus, Corte Normanna, Fattoria La Rivolta, Fontana Reale, Fontanavecchia, I Pentri, La Guardiense, La Masseria di Maria, La Vinicola del Titerno, Masseria Frattasi, Mustilli, Ocone, Quadrigato, Santiquaranta, Tenuta Fontana, Terrantiqua, Terre Stregate,  Torre a Oriente, Torre dei Chiusi, Torre Varano, Torre Venere, Vigne di Mailes, Vigne Sannite, Vigne Storte, Vinicola del Sannio e Wartalia. Presenti fuori dal Padiglione Campania le aziende: Antica Masseria Venditti (Padiglione 8), Cantina del Taburno (Padiglione 7), Cantina Morone (Padiglione 8), La Fortezza (Padiglione 6), Tenuta Sant’Agostino (Padiglione D) e  Terra di Briganti (Padiglione 8).