Denazzano 2007 Aglianico rosato Paestum igt

Letture: 123

MAFFINI

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Non basterebbero quattro schede al giorno da qui a Natale per smaltire l’arretrato. Assaggio dopo assaggio si sono accumulate pericolosamente creando un ingorgo simile a quelli mattutini del Grande Raccordo Anulare. Cominciamo a far passare qualcuno iniziando dal Denazzano, alla sua seconda uscita ufficiale ma di cui non avevamo dato conto in precedenza. Raffaella e Luigi Maffini si sono presentati in tono minore alle degustazioni di Vini Buoni a Paestum, intendiamoci, il termine di paragone sono le straordinarie perfomance delle altre due edizioni e ci affidiamo all’intelligenza di chi legge per capire che la base di partenza è già alta. Il Cenito ha passato un anno, secondo me scelta opportuna e lungimirante, da buon vigneron, mentre i bianchi cilentani, c’è poco da fare, hanno davvero sofferto il caldo del 2007. Del resto è l’imperfezione e la non ripetibilità il fascino del segreto del vino, tipico dell’artigianato. Per questo i lettori della guida troveranno in pole questo rosato, un quattro stelle piene che ha convinto la commissione per i suoi profumi ricchi di frutta, non scontati, una robusta e sostenuta struttura e una buona dose di freschezza a cui ha contribuito il vitigno da sempre noto per la sua irrequietezza. Il rosato di Luigi merita dunque grande attenzione in questo scampolo d’estate, ci consentirà di passare molte belle serate fra amici oppure, goderselo in un momento di riposo come aperitivo mentre in rada si aspetta che uno dei ristoranti di Conca, la Tonnarella e Zefiro, mandino una barca a prelevarti. Ottimo rapporto fra qualità e prezzo, da non perdere.

Sede a Castellabate. Località Cenito. Tel. e fax 0974.966345. www.maffini-vini.com. Enologo: Luigi Maffini con i consigli di Luigi Moio. Ettari: 25 di proprietà di cui 15 in produzione e 5 in fitto. Bottiglie prodotte: 100.000. Vitigni: aglianico, fiano