Export vino: ancora trend negativo in Usa

Letture: 76
Un sorso di vino anche per Obama


New York,  14 maggio — Continua, ma si attenua, il trend negativo delle esportazioni vinicole italiane verso gli USA, secondo quanto reso oggi noto dall’Italian Wine & Food Institute.

Nel primo primo trimestre dell’anno l’Italia ha fatto registrare infatti una diminuzione del 4,3% in quantità e del 5,3% in valore, rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, contro il 6,2% ed il 10% fatto registrare nel  primo bimestre.

Nonostante tale flessione l’Italia ha riguadagnato la prima posizione fra i paesi esportatori superando l’Australia ed il Cile. L’Italia ha anche migliorato, rispetto al primo bimestre dell’anno, la sua quota di mercato salita ora al 22,9% in quantità ed al 32,2% in valore contro il 20,4% ed il 29,5% del primo bimestre dell’anno.

Complessivamente l’Italia ha esportato 584.050 ettolitri, con un valore di $297.455 nel 2012 rispetto ai 610.570 ettolitri, con un valore di $297.455 nello stesso periodo del 2011. Al secondo posto si posiziona l’Australia con 560.370 ettolitri, con un valore di $122.611 nel 2012 rispetto ai 473.970 ettolitri, con un valore di $121.166 nel 2011, segnando un aumento del 18,2% in quantità e del 1,2% in valore.

Al terzo posto si piazza il Cile con 471.960 ettolitri, con un valore di $84.731nel 2012 contro i 245.590 ettolitri, con un valore di $61.937 nel 2011, con un aumento del 92,2% in quantità e del 36,8% in valore. Segue l’Argentina con 420.490 ettolitri, con un valore di $77.040 nel 2012 contro i 258.430 ettolitri, con un valore di $67.977, segnando un aumento del 62,7% in quantità e del 13,3% in valore. Al quinto posto si posizione la Francia con 162.770 ettolitri, con un valore di $150.926 nel 2012 contro i 150.920 ettolitri, con un valore del $131.173 del 2011 e un aumento del 7,9% in quantità e del 15% in valore.

Il totale delle esportazioni verso gli USA, conclude la nota dell’Italian Wine & Food Institute,  e’ ammontato a 2.552.810 ettolitri, per un valore di $875.701 contro i 2.083.030 ettolitri, per un valore di $837.741, con un aumento del 22.5% in quantità e del 4.5% in valore.

Fonte: Italian Wine &Food Institute

Un commento

  • Lello Tornatore

    (15 maggio 2012 - 12:57)

    …il rapporto tra ettolitri e valore la dice lunga, in percentuale di incremento rispetto al valore…per la Francia

I commenti sono chiusi.