Falanghina 2005 Campi Flegrei doc

Letture: 91

CANTINE FARRO

Uva: falanghina
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

La vendemmia 2005 si dimostra molto difficile in Irpinia e in Sannio, ma la fascia Costiera non sembra essere stata danneggiata più di tanto. Anzi: la 2005 di Michele Farro, presidente del Consorzio dei Vini dei Campi Flegrei, terza generazione al lavoro con il vino, è piena di profumi floreali molto intensi e persistenti adagiati su sentori minerali e di zolfo. Ma quel che più conta è la struttura di questo bianco, undato inaspettato che ci ha colpito davero molto e che lascia ben sperare nella evoluzione sicuramente interessante grazie all’ottima spinta di freschezza. Un piccolo capolavoro insomma, che dimostra la buona forma dei vini flegrei confermata dallo stato delle cose del Piedirosso 2005, anche questo lavorato molto semplicemente solo in acciaio. La Falanghina di Michele vola a Mosca, le cose sembrano andare per il verso giusto e per fine anno, lui e i suoi colleghi difficilmente avranno ancora vino da vendere in cantina. La Falanghina 2005 la beviamo sul crudo di mare preparato da Gennaro al Tarantino nel cuore dell’antica Pozzuoli. Mare, laghi, zolfo, il fascino flegreo non ha prezzo perchè unico.

Sede a Bacoli. Via Virgilio, 30-36. Tel. 081.8545555, fax 081.8544489. www.cantinefarro.it. Enologo Angelo Pizzi, ettari 4 di proprietà. Bottiglie prodotte 190.000. Vitigni: falanghina, piedirosso.