Il foie gras più vegetariano di tutti i tempi? Igles Corelli!

Letture: 221
La nuova cucina del ristorante Atman di Igles Corelli
La nuova cucina del ristorante Atman di Igles Corelli

di Giancarlo Maffi

Hai lasciato passare non una notte ma due. Ti capita sempre così quando ti viene un colpo di fulmine. Bisogna rifletterci bene, ecche caxxo!!! Il cuore pulsa a mille, qui il palato, la pressione sale alta, qui sale il colesterolo. Ci pensi su. Hai vissuto dieci anni in Francia, ne hai mangiati ottocentoventi bilioni ma nemmeno uno così.

Così violento, così voluttuosamente acido da farti godere quella dolcezza talvolta ottusa della povera oca alla quale dedico sempre un tenero pensiero. Ho rinunciato a mangiare molti animali. Non sempre ce la faccio. E si che, in fondo, e’ solo l’uovo di Colombo, cioè di Corelli.

il piatto di Igles Corelli
il piatto di Igles Corelli

Ci ha messo pure due elementi che non sopporto, in genere. Rapanelli e cetrioli. Perfetti, hanno spinto l’amplesso fino alla soglia di un perverso gioco di tenera violenza, quel gioco che si fa solo tra amanti in perfetta simbiosi. Grazie Igles, solo da uno chef gaudente come sei tu può venire una interpretazione così ferocemente voluttuosa!!!

3 commenti

  • gilberto

    (29 maggio 2015 - 17:33)

    veramente complimenti e un bel piatto. ma Corelli e un grande

  • Enzo meglio

    (29 maggio 2015 - 17:55)

    Mi serve la ricetta?

  • giancarlo maffi

    (29 maggio 2015 - 19:48)

    Igles avrà qui, nel suo nuovo ristorante con un mecenate avveduto e generoso, nuovi grandi stimoli. Luogo meraviglioso, cucina con grande classicità e nuovi spunti anche grazie a molte contemporanee tecnologie al servizio del suo grande manico. Altro grandioso piatto il “mohito”, un risotto fulminante da montagne russe palatali.

I commenti sono chiusi.