Garantito IGP. Enoteca Fraticelli Rossi: un punto di riferimento alle porte della Sabina

Letture: 221
Raffaele Fraticelli

di Roberto Giuliani

Cari lettori debbo confessarvi che dopo oltre dieci anni che vivo a Fiano Romano, comune alle porte di Roma Nord e polo logistico industriale di importanza strategica, sono stato più volte assalito da profondo pentimento. Scoprire anno dopo anno le micidiali falle di questo paese che in tempi brevissimi ha raddoppiato le sue dimensioni, senza alcun criterio e senza alcun senso di responsabilità nei confronti dei suoi abitanti, tanto da aver ridotto all’osso le zone verdi e messo in crisi la maggior parte dei servizi indispensabili, a partire dall’acqua, una delle poche non potabili di tutta la provincia (nessuno la usa in casa, neanche per cucinare), per proseguire con gli impianti fognari e stradali, i primi non a norma in molte zone (mancanza di separazione fra le acque chiare e quelle scure, impianti sottodimensionati), i secondi lasciati in stato di progressivo abbandono (mentre il traffico è aumentato a dismisura), è stato per me un duro colpo, e credo che lo sia stato anche per i molti romani che si sono trasferiti qui convinti di trovare una realtà più a misura d’uomo.
Ed è un vero peccato, perché la parte antica del paese non è affatto male, forte anche della presenza di uno dei più bei castelli della famiglia Orsini.
Ma io sono abituato a guardare anche oltre, a cercare sempre qualcosa di positivo anche quando sembra davvero impresa ardua, perché alla fine la differenza la fanno sempre le persone, con la loro onestà e serietà. Eccone un valido esempio a pochi passi da casa mia, al n. civico 80 di Via Tiberina: è l’Enoteca Fraticelli Rossi, non una semplice enoteca ma una specie di emporio enoalimentare, gestito da una famiglia che ha una lunga storia alle spalle.

Enoteca Fraticelli Rossi, l’ingresso

Fu infatti Raffaele Fraticelli, bisnonno di Silvia, che oggi gestisce il locale con i genitori, a iniziare l’attività commerciale nel primo dopoguerra, vendendo gassose, chinotti, seltz e sciroppi di amarene di propria produzione. Per molti anni le bevande gassate Fraticelli hanno rifornito tutta la zona, fino a quando le grosse industrie hanno preso il controllo del mercato.
Nonostante le difficoltà il papà di Silvia, anch’egli Raffaele, ha continuato negli anni ’70 l’attività inserendo la vendita di acque minerali, ma un forte contributo è arrivato successivamente dalla moglie, Claudia Rossi, grazie alla quale è iniziata anche la vendita di vino e prodotti alimentari.

Enoteca Fraticelli Rossi, i vini

Silvia, che è subentrata agli inizi del 2000, sta dando un’ulteriore spinta, diplomata sommelier AIS, operando una selezione più attenta e consapevole del comparto enoico e alimentare, grazie all’esperienza maturata attraverso gli studi, i viaggi e la grande passione che la anima.
Una piccola oasi, un punto di riferimento per chiunque desideri avere l’opportunità di acquistare una buona bottiglia o un prodotto alimentare di nicchia senza dover fare chilometri in macchina.

Silvia Fraticelli

Mentre faccio due chiacchiere con Silvia, osservo i prodotti esposti sugli scaffali, e noto con piacere accanto a nomi blasonati come Krug, Jacquart, Dom Perignon, Roederer, Ferrari, Gaja, Pio Cesare, Tenuta San Guido, Tenuta San Leonardo, Montevertine, Castello della Sala, anche realtà che solo chi è davvero mosso da passione e non si limita a leggere le indicazioni di questa o quella guida, può selezionare. E così noto con piacere i vini di Marisa Cuomo, Benanti, COS, Masciarelli, Duca Carlo Guarini, Cantine Due Palme, Soloperto, Pojer & Sandri, Girlan, Villa Pigna, Poggio alla Meta, Carpineti e persino Alberto Quacquarini, il re della Vernaccia di Serrapetrona. E non finisce qui! Ampio spazio è dedicato alle altre tipolgie di bevande, dal Whiskey proveniente da Scozia, Irlanda, India e Giappone, al Rum agricolo di Jamaica, Guatemala, Cuba, Venezuela, Santo Domingo. Non mancano Tequila (Don Julio), Wodka (Belvedere, Grey Goose), Gin, Sambuca, Cognac, Brandy, Grappa, amari, liquori particolari e aperitivi vari. Uno scaffale è dedicato alle birre artigianali, poche marche ma di qualità (Cantillon, Le Cience, Collesi ecc.). Ah, molti dei vini esposti possono essere proposti anche al calice, cosa da non sottovalutare…
Ma Silvia non ha certo intenzione di fermarsi qui, anno dopo anno affinerà la sua ricerca puntando a introdurre nuove aziende, soprattutto piccole realtà, poco note ma meritevoli di attenzione.

Enoteca Fraticelli Rossi, l’interno

Enoteca Fraticelli Rossi, l’esterno

E la parte alimentare? Anche qui ci si può perdere fra le numerose leccornie provenienti da ogni dove, dai pistacchi di Bronte di →Agricola Cartillone a Urbani per i tartufi umbri, mentre Brencio offre una vasta gamma di prodotti della Val d’Ossola; la pasta artigianale arriva da Rustichella d’Abruzzo, mentre la crema di nocciole e miele viene proposta dalla Cooperativa Apicoltori Montani di Matelica. I prodotti di pasticceria arrivano da →Baratti e Milano (Torino), →Antica Pasticceria Muzzi (Foligno) →Scar Pier.
Ovviamente questa è solo una piccola parte della produzione che potrete trovare in questa enoteca, vi consiglio di farci un salto, predere un bigliettino e tenerla presente per il periodo estivo, durante il quale si apriranno le danze all’aperto, con degustazioni guidate e molto altro!

Enoteca Farticelli Rossi – Il meglio del bere
Via Tiberina, 80 km 20,500 Fiano Romano (RM)
Tel./Fax 0765-455082
enoteca.fraticelli.rossi@virgilio.it

Pubblicato in contemporanea su

Alta fedeltà

Italian Wine Review

Lavinium

Luciano Pignataro WineBlog

Winesurf