Giffoni Valle Piana, Antica Pizzeria De Rossi con saletta gourmet

14/3/2017 4.4 MILA
Vincenzo Forte
Vincenzo Forte

Vincenzo Forte è un ragazzo di 26 anni che, come la maggior parte dei suoi coetanei, terminate le scuole si è affacciato al mondo del lavoro sapendo di entrare in una vera e propria giungla. Senza, cioè, neppure il barlume di aspettativa sul futuro che ha contraddistinto la generazione precedente. Nessuna possibilità di posto fisso, neppure lontanamente adombrata; una flessibilità ancora debolmente regolamentata e, soprattutto, una precarietà sistemica. Unico aspetto positivo: non avere illusioni con le quali fare i conti; il sogno è al massimo uno e ci si deve darsi da fare da soli per realizzarlo.
Ed è così che poco più di un anno fa, Vincenzo decide di aprire un’attività tutta sua a Giffoni Valle Piana, dove è nato e ha scelto di vivere ed investire. Prima del grande salto, ovviamente, la gavetta d’obbligo in qualche ristorante in giro per l’Italia, ma soprattutto, tanta formazione, in primis con i corsi di Antonino Cannavacciuolo e l‘Alma di Gualtiero Marchesi.

Antica Pizzeria De Rossi, la sala
Antica Pizzeria De Rossi, la sala

L’Antica Pizzeria De Rossi si trova nel centro storico di Giffoni Valle Piana e il suo nome è un omaggio alla strada medievale in cui si trova, dedicata alla memoria del Cardinale De Rossi, figura storica di grande rilievo a cui fu donata da Carlo IV la Spina Santa della corona di Cristo, alla fine del IV secolo.
Pizzeria di nuova fondazione, dunque, ma locata in una casa antica, al primo piano di uno storico palazzo dell’Ottocento, dove Vincenzo ha voluto conservare il vecchio forno a legna posto all’ingresso, con l’esterno in maioliche bianche e blu e la base di cottura in mattoni di biscotto sorrentino.

Antica Pizzeria De Rossi, il forno
Antica Pizzeria De Rossi, il forno

Un ambiente di grande suggestione, curato nei minimi particolari, arredato con tavoli tutti diversi, tutti d’epoca, recuperati e messi a posto dallo stesso Vincenzo. Legno, pietra, cotto, colori caldi, camino in inverno e terrazzino al fresco in estate: le salette della pizzeria vi fanno entrare in una casa vera e propria.

Antica Pizzeria De Rossi, scorcio della sala
Antica Pizzeria De Rossi, scorcio della sala

La pizza qui viene fuori da 36 ore tra lievitazione e riposo, ben idratata, leggera e digeribile come deve esserlo ormai una pizza moderna. Ben cotta, morbida al centro e dal cornicione basso e leggermente croccante. La farcia è il risultato di lavoro di ricerca e selezione – oltre che della passione – di Vincenzo: dal fiordilatte di Vico Equense ai latticini di un piccolo caseificio artigianale dei Picentini, dalla mortadella Bologna IGP ad un semplice cotechino di una macelleria in paese, ma cotto a legna; fino agli stessi pomodori, tutti campani e tutti di qualità.

Antica Pizzeria De Rossi, la margherita
Antica Pizzeria De Rossi, la margherita

Tanto che ai quattro tipi più noti Vincenzo ha dedicato una delle sue pizze speciali, farcendola con corbarino, piennolo, san Marzano e datterino giallo: senza dubbio una delle più riuscite in carta.

Antica Pizzeria De Rossi, La quattro pomodori
Antica Pizzeria De Rossi, La quattro pomodori

Da non perdere anche quella con fiordilatte, mortadella Bologna e granella di pistacchi alla quale qui viene data una bella spinta con pepe rosa e limone di Amalfi.

Antica Pizzeria De Rossi, mortadella, pistacchi e limone
Antica Pizzeria De Rossi, mortadella, pistacchi e limone

Ricca di gusto la bianca con cipolle di Tropea, salsiccia artigianale tagliata al coltello, provola di Vico Equense e pomodorini gialli.

Antica Pizzeria De Rossi, pomodori gialli, salsiccia e cipolla
Antica Pizzeria De Rossi, pomodori gialli, salsiccia e cipolla

I sacrifici dell’apertura e della prima fase di avviamento sicuramente ci sono stati, ma cominciano ad esserci anche i primi risultati. E Vincenzo non è certo un ragazzo che si arrende, anzi. Tra lavoro in pizzeria e corsi di aggiornamento in giro per l’Italia, ha trovato il tempo per dedicarsi al suo sogno: aprire al piano di sotto della pizzeria, in un piccolo monolocale, una saletta gourmet, da degustazione.

Saletta gourmet, il tavolo
Saletta gourmet, il tavolo

E non l’ha solo immaginata. Con grande impegno e concretezza, cominciando proprio dal lavoro manuale di recupero della pietra a vista delle pareti, ha ricavato lo spazio per un tavolo tondo da dieci, con intorno una dispensa di prodotti speciali. Una sorta di cambusa delle eccellenze gastronomiche, non solo regionali.

Saletta gourmet, aperitivo
Saletta gourmet, aperitivo

Mise en place minimale, legno grezzo per il tavolo, qualche pezzo di antiquariato e modernariato, in un ambiente che risulta subito piacevole, rustico ma con tanta attenzione ai dettagli.

Saletta gourmet, gli affettati
Saletta gourmet, gli affettati
Saletta gourmet, i formaggi
Saletta gourmet, i formaggi

Qui si prenota se si vuole trascorrere una serata esclusiva con gli amici, divertendosi a fare una degustazione – oltre che di pizze, naturalmente – di salumi e formaggi, accompagnati dal pane biscottato e dai taralli di Agerola; se si vuole bere bene, scegliendo etichette di pregio; o se si desidera rilassarsi tra rum invecchiati, cioccolato monorigine e sigari artigianali.
Antica Pizzeria De Rossi, zoom sulla quattro pomodori

Insomma, un indirizzo da segnare e – mai come in questo caso – per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Saletta gourmet, dessert e dopo cena
Saletta gourmet, dessert e dopo cena

Antica Pizzeria De Rossi
Via Cardinale De Rossi, 5
Tel.
371 144 4624
Aperta solo la sera
Chiusa: mercoledi
Tutti gli aggiornamenti sulla pagina Facebook
Conto medio in pizzeria: 10-15 euro
Conto medio nella saletta degustazione: dai 40 in su.

 

Un commento

    Paky

    (14 marzo 2017 - 12:20)

    Stupefacente, l’ho provato, è tutto come descritto!!!
    Un consiglio provatelo, è davvero un posto magico!!!

I commenti sono chiusi.