Gli spagnoli Ebro Foods comprano Pasta Garofalo

Letture: 273
Pasta Garofalo mangiata dagli spagnoli

 

L’antico Pastificio Lucio Garofalo S.p.A, tra i principali attori nel segmento della pasta premium di alta qualità, annuncia di aver siglato un accordo preliminare per l’ingresso nella propria compagine azionaria, con il 52% del capitale sociale, di Ebro Foods (EBRO.MC), gruppo multinazionale che opera nei settori del riso, della pasta e dei condimenti, quotato alla Borsa di Madrid. Alla finalizzazione dell’accordo, prevista entro la fine del mese di giugno, Ebro Foods entrerà nel capitale sociale del Pastificio Lucio Garofalo S.p.A con un investimento complessivo pari a circa 62 milioni di Euro.

Garofalo ha riconosciuto in Ebro Foods un partner industriale, con un solido background, con cui intraprendere un percorso di crescita sulla base di una visione comune, che prevede – tra l’altro – di mantenere salda l’ identità dell’azienda e del prodotto, che devono i propri tratti distintivi e differenzianti alla dirigenza, alle maestranze, nonché al sito produttivo. Le due società condividono i valori e la filosofia con cui si presentano al mercato e ai consumatori. L’operazione risponde ad una logica di ulteriore sviluppo internazionale del brand Garofalo facendo leva sulle importanti risorse e sull’esperienza di uno dei principali gruppi al mondo nel settore agroalimentare; uno sviluppo che continuerà ad essere guidato dal quartier generale di Gragnano.

Massimo Menna, Amministratore Delegato del Pastificio Lucio Garofalo ha commentato: “Sono felice di poter dare il benvenuto ad Antonio Hernández Callejas e al Gruppo Ebro Foods nel capitale sociale della Lucio Garofalo S.p.A., ciò è motivo di orgoglio per tutti noi perché ci dà la possibilità di consolidare il successo della nostra pasta nel mondo. L’esperienza e il know how internazionale di Ebro Foods, rappresentano per un’eccellenza italiana come Garofalo la possibilità di divenire ambasciatore sempre più forte della produzione e professionalità del nostro Paese,  ed ecco perché questa operazione rappresenta un valore per il Sistema Italia e non va erroneamente letta come “un pezzo di Italia che se ne va”. Le migliori scelte non si fanno nell’urgenza del bisogno. La nostra azienda è sana e forte e questo l’ha messa nella posizione ottimale per cogliere la migliore opportunità di crescita”.

Antonio Hernández Callejas, Presidente ed Amministratore Delegato Ebro Foods, ha aggiunto: “Abbiamo scelto Garofalo per la qualità del suo prodotto, per gli eccellenti risultati raggiunti nel tempo e per le sue persone che, in particolare negli ultimi 15 anni, hanno permesso di dar vita ad una storia straordinaria e con cui abbiamo trovato una perfetta intesa professionale e personale. L’ingresso nel capitale sociale di Garofalo si inserisce nell’ambito della nostra strategia di crescita nel segmento premium, attraverso un marchio prestigioso della pasta italiana che, sfruttando le sinergie di gruppo, riteniamo possa portare a risultati ancor più interessanti a livello internazionale”.

Background Pasta Garofalo

Pasta Garofalo è una realtà imprenditoriale dalla storia ultra centenaria che, dopo una serie di riassetti proprietari, nel 1997 passa sotto il controllo della famiglia Menna, nel capitale sociale già dal 1952. Nel 2001 il Pastificio, che negli anni precedenti aveva concentrato il proprio business all’estero e nella produzione per conto terzi, decide di ripartire con la produzione di una linea a marchio proprio destinata anche all’Italia. Nel 2002 è pronta per il lancio, e da allora registra una crescita esponenziale in un contesto di mercato molto competitivo. Con il marchio, Garofalo raggiunge una posizione di leadership nel mercato della pasta premium, a livello nazionale e internazionale, generando contestualmente un vero e proprio fenomeno di affezione al brand grazie all’elevata qualità del prodotto, valorizzata da un sapiente mix di marketing e politiche commerciali. L’azienda passa, infatti, da circa 30 milioni di euro di fatturato consolidato nel 2002 a oltre 134 milioni di euro nel 2013.

Ufficio Stampa Garofalo

Image Building – Simona Vecchies, Giorgio Marigliano
garofalo@imagebuilding.it
Tel. 02 89011300 Fax. 02 89011151

Un commento

  • Pivs

    (4 giugno 2014 - 22:12)

    Ecco, si comprano l’Italia perché nei loro Paesi non c’è tale ricchezza di gusto, arte e cultura.. Gli italiani svendono perché sono inetti e non sanno valorizzare l’eredità lasciata dai nostri antenati. Oltre un pacco di pasta c’è molto di più..peccato!

I commenti sono chiusi.