I profumi della Basilicata al Turacciolo di Andria: quattro annate dell’aglianico Titolo di Elena Fucci (2012-2009)

Letture: 232
Elena Fucci con Luciano Matera
Elena Fucci, il papà Salvatore con Luciano Matera

di Andrea De Palma

Elena Fucci e Luciano Matera del Il Turacciolo assieme per una serata dedicata ai profumi della Basilicata, con un percorso vino-cibo molto ricercato.

L’occasione è la verticale del Titolo, unico e bel vino di Elena. Il palcoscenico è il Turacciolo, graziose e accogliente locale al centro di Andria, città dell’extravergine e non solo. Qui Luciano –proprietario e chef- si distingue per la maniacale ricerca dei prodotti dei vari territori sapientemente abbinati nelle sue ricette in associazione a una cantina ricercata.

gli aglianico Titolo di Elena Fucci in degustazione
gli aglianico Titolo di Elena Fucci in degustazione

L’azienda Fucci, nasce dalla caparbietà di Elena che terminati gli studi di enologia a Pisa decide di interessarsi ai sei ettari di aglianico del nonno con età dai 55 ai 60’anni a Barile: ci troviamo ai piedi del generoso Monte Vulture, antico vulcano spento con terreni molto argillosi e sedimenti lavici a 600 mt slm con clima temperato freddo, estati molto caldi e inverni freddissimi. Quest’ambiente assicura delle caratteristiche di eleganza e longevità ai vini, riscontrabili nelle annate degustate: 2012-2011-2010-2009. Il filo conduttore nel bicchiere era una profondità olfattiva con frutto rosso ben espresso e note gustative con trama tannica ben definita ed elegante, acidità sostenuta e molta mineralità: caratteristiche tipiche che assicurano longevità. Ma, è il tannino il protagonista sempre setoso e dal piacevole gusto amarognolo quasi bitter.

Elena Fucci
Elena Fucci

La vendemmia è fatta verso la fine di ottobre e i primi di novembre, dopo la diraspatura avviene una naturale criomacerazione a freddo dovuto a un clima molto freddo che si conclude con la fermentazione tutto in acciaio. Il vino passa in barrique di primo e secondo passaggio con tostatura media e legno di Allier per 12 mesi alla fine del quale viene assemblato facendone un’unica massa e nasce il Titolo, che resta in bottiglia almeno 12 mesi. La scelta di un’unica etichetta è voluta per poter canalizzare tutti gli sforzi verso un vino di alta qualità.

Il Turacciolo, i vini
Il Turacciolo, i vini

 

Il Turacciolo, i piatti
Il Turacciolo, i piatti

Titolo 2012

Vendemmia anticipata a fine ottobre, al naso si presenta subito con un frutto intenso e integro da cui emergono mora e ribes seguite da note floreali nette e spezie delicate, al palato si mostra subito elegante e ricco di materia con un frutto succulento e una struttura tannini ben definita e omogenea, si allunga bene con buona acidità e mineralità tipica del territorio. Notevole è la sapidità e la chiusura succulenta e ricca di note di frutto.

Il Piatto è un insieme di insaccati e formaggi della Basilicata, dove emerge un caciocavallo silano dalla pasta compatta e morbida, con una palatabilità morbida e note equilibrate morbide e piccanti.

insaccati e formaggi lucani
insaccati e formaggi lucani

 

alcuni momenti della degustazione degli aglianico Titolo di Elena Fucci
alcuni momenti della degustazione degli aglianico Titolo di Elena Fucci

Titolo 2011

Un vino che paga un’annata molto calda, riscontrabile subito al naso , ma che riesce comunque a deliziarci. I profumi vertono subito verso note di frutta in confettura con sfumature di liquirizia. Al gusto mette in mostra la tipicità dell’aglianico.

crema di patate con uovo in camicia, tartufo bianchetto e funghi
crema di patate con uovo in camicia, tartufo bianchetto e funghi

 

Un piatto molto sobrio ma ricco di carattere, dal tartufo dal gusto equilibrato al fungo, il tutto ammorbidito dalle dolci note dell’uovo e la crema che fa cornice a un gusto ben dosato.

Titolo 2010

Dal carattere tradizionale sia nei profumi che al gusto. Al naso si, presenta con nuance di cuoio, spezia e frutto rosso ben integrato, mentre al palato mostra subito il carattere irruento del tannino dell’aglianico, facendosi perdonare poca persistenza.

orzo perlato con salame Pezzente, peperone crusco e borragine
orzo perlato con salame Pezzente, peperone crusco e borragine

La mano di Luciano Matera si ritrova anche in questo piatto, lui non vuole ostentare nulla e non esaspera gli ingredienti con cotture estremi e sapori forti. L’insieme dolce-morbido dell’orzotto, mette d’accordo il gusto deciso del peperone “crusco” e il Pezzente di Basilicata. Un salame povero che nasceva dalla tradizione della macellazione del maiale e, dopo aver preparato, capocolli, salsicce, pancette e altro di buona qualità, si preparava questo insaccato con i ritagli di lavorazione e il grasso in abbondanza, da destinare alla cottura con sughi ed altro, aromatizzato con finocchio e spezie. Il peperone” crusco” è un’invenzione contadina davvero unica. Dopo la raccolta sono essiccati in ambienti areati e infilati in fili di cotone, per poi essere utilizzati fritti, tanto da diventare croccanti e poterli grattugiare, o metterli in vari sughi di carne e di pesce come il baccalà.

gli aglianico Titolo di Elena Fucci in degustazione
gli aglianico Titolo di Elena Fucci in degustazione

Titolo 2009

Quest’annata ci ha fatto sobbalzare dalla sedia. Già alla prima annusata si è capito subito che eravamo di fronte a un cavallo di razza, di quelli che nascono solo grazie all’annata. I profumi eleganti e fini si aprono con nuance mentolate, balsami e spezie orientali, seguiti da un frutto integro e ben definito. Al palato esordisce subito con morbidezza e tannini setosi, uniformi e gradevolmente amari. Aristocratico e pieno è il corpo dove emerge netta sapidità dovuta da una spalla acida importante e tanta mineralità. Il finale è molto persistente e ricco di note mentolate e di frutto. Sicuramente molto longevo.

brasato di maiale nero marinato con aglianico
brasato di maiale nero marinato con aglianico

Un piatto da lacrima. Marinatura e cottura brasata come da vecchia scuola, sapidità e acidità ben equilibrata per un gusto armonico fra carne e salsa.

alcuni momenti della degustazione degli aglianico Titolo di Elena Fucci
alcuni momenti della degustazione degli aglianico Titolo di Elena Fucci

Azienda Agricola Elena Fucci
Contrada Solagna del Titolo
85022 Barile (Potenza)
Tel. 0972.770736 – Fax 0972.771807 – Mobile 320.4879945
E-mail: info@elenafuccivini.com

Il Turacciolo
Piazza Vittorio Emanuele 4
Tel: 388.1998889
Andria (Ba)
www.ilturacciolo.com
ilturacciolo@libero.it
aperto: solo la sera
giorno di chiusura: la domenica
Ferie: tra fine giugno e inizio luglio
Prezzo esculso vini: da € 15,00 a € 28,00 – sui 25 alla carta