Al piemontese Francesco Versio il premio Giulio Gambelli 2015 come miglior enologo under 35 dell’anno

Letture: 143
Premio Gambelli 2015, l'enologo Francesco Versio al momento della premiazione
Premio Gambelli 2015, l’enologo Francesco Versio al momento della premiazione

Si è tenuta sabato 21 febbraio a Montalcino, durante Benvenuto Brunello, la cerimonia di consegna del premio Giulio Gambelli. Il riconoscimento, giunto alla sua terza edizione e istituito da ASET (Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana) e da IGP (I Giovani Promettenti, la blog network costituita da Lorenzo Colombo, Roberto Giuliani, Carlo Macchi, Luciano Pignataro e Stefano Tesi), ha premiato quest’anno Francesco Versio, giovane enologo piemontese che ha dimostrato di “saper interpretare al meglio lo spirito e l’eredità di Giulio Gambelli”, ovvero “massimo rispetto della materia prima, della varietà, dell’annata e del territorio”.

Il premio – promosso in collaborazione con i consorzi di Tutela del Chianti Classico, Brunello di Montalcino e Vino Nobile di Montepulciano e con il contributo delle aziende vinicole che hanno avuto Gambelli come amico e maestro (Fattoria di Rodano, Il Colle, Montevertine, Poggio di Sotto, San Donatino, Tenuta di Bibbiano, Tenuta Ormanni) – è stato istituito nel 2012 per onorare la memoria del grande maestro toscano del Sangiovese e viene assegnato ogni anno a un giovane enologo under 35, scelto tra una rosa di “nominati” dai più importanti giornalisti del settore, al termine di una degustazione alla cieca dei vini prodotti dai candidati.

Consegna del Premio Gambelli 2015
Consegna del Premio Gambelli 2015

Quest’anno è stato appunto Francesco Versio, enologo dal 2011 dell’azienda “Bruno Giacosa” di Neive (CN) ad aggiudicarsi l’ambito riconoscimento.

La giuria lo ha individuato tra i 16 enologi finalisti sui 46 precedentemente segnalati da un panel composto da 35 giornalisti del settore enogastronomico. Sono stati 46 i vini giunti per la degustazione e sottoposti ai dieci giurati (5 giornalisti Aset e 5 Igp) riunitisi a gennaio scorso nella sede del Consorzio del Brunello di Montalcino.

Cerimonia di premiazione durante Benvenuto Brunello
Cerimonia di premiazione durante Benvenuto Brunello

Ora però si pensa già all’edizione 2016, che come sempre sarà presentatata in occasione del Vinitaly.
Importanti le novità annunciate: dal prossimo anno infatti entrerà a far parte del pool anche il Consorzio della Vernaccia di San Gimignano (il cui stand ospiterà la conferenza stampa di presentazione), mentre il regolamento aprirà anche ai soci Aset e ai giornalisti Igp la possibilità di proporre loro candidature. Ma soprattutto dal 2016 saranno gli enologi stessi a potersi autocandidare, come illustrato dal bando di concorso che sarà pubblicato dopo il Vinitaly sul sito www.asettoscana.it.