Arà è Sicilia: granite, cannoli, arancini, cassate, gelato artigianale di qualità a Firenze

Letture: 798
Arà è Sicilia, granita, caffè, panna e brioche

di Sabino Berardino

Partiamo, subito, dal nome: un modo di dire intraducibile, a ragionarne con Francesco Agosta e Carmelo Pannocchietti, i due titolari dell’attività di via degli Alfani, a Firenze, a pochi passi dalla galleria dell’Accademia. Se siete curiosi i capire cosa significhi il nome – arà – leggete qui e, se avete migliori spiegazioni, commentate liberamente.

Ho scoperto Arà è Sicilia per caso, grazie alla bacheca Facebook di un’amica; pochi giorni dopo l’apertura, gennaio 2014 per la precisione, vedo girar delle foto di cannoli ed arancini e capisco che c’è una novità in città: sono andato immediatamente a testare per capire se meritasse e, devo suggerire di mandar a memoria le coordinate, perchè ci si torna, sempre, con piacere.
A Firenze ci sono un paio di locali di tradizione siciliana, oramai storici, che presentano gelato e granita come proposta principale. Un terzo locale non è durato molto (zona ex teatro comunale): oramai chiuso da tempo.

Arà è Sicilia, mezzo freddo

Qui si entra in un rispettabile tempio della gastronomia siciliana, si spazia a tutto campo dal salato (arancini, scacce, pizzole di pantalica, calzoni – con  particolare attenzione alla lievitazione) al dolce (cannoli, cassate ma non solo) alle granite (chiedete a Carmelo la verticale: ve le farà assaggiare TUTTE!), ai gelati (quello alla ricotta: una specie di droga!).
La proposta è ampia, articolata, si mangia sulle poche sedie disponibili a fronte dei minuscoli strapuntini, o si fa street food vero e proprio.
Carmelo Pannocchietti spazia, avendo alle spalle una solida esperienza, con grande scioltezza dal salato al dolce, proponendo solo ingredienti selezionati con cura (fatevi raccontare dei limoni che usa per la sua granita!).

Per divertirci ancor di più ho organizzato, con un gruppo di amici e soci del gruppo d’acquisto, una visita al laboratorio di produzione (al piano superiore) ove Carmelo ha fatto lezione, lavorando al tempo stesso: brioche appena sfornate, la granita preparata a vista, la passione che è alla base del suo lavoro è apparsa evidente, a tutti !
Sono aperti dalla mattina (ore 10) fino a verso mezzanotte, tutti i giorni della settimana (per ora): quindi potete concedervi, nella città di Firenze, la classica colazione sicula ovvero granita al caffè con panna in cui pucciare la brioche (che, se calda appena sfornata, è veramente TOP!); se, invece, siete nel centro di Firenze e cercate un buon gelato artigianale – fatto in casa, con ingredienti veri: semilavorati non se ne usano ! – siete nel posto giusto.
E, se non siete ancora pieni: chiedete a Carmelo un mezzo freddo e sappiatemi dire !

Li trovate su Facebook, non c’è sito web; oppure andate di persona in via degli Alfani 127r  ;-)