Garantito IGP. I miei Coup de Coeur dalla guida Winesurf 2015 (e non sono dieci!)

Letture: 71

Vie di Romans

di Carlo Macchi

In tempi di guide cartacee che vengono spiattellate e quasi pubblicate interamente sul web (3 bicchieri, 5 grappoli, Eccellenze, vini Slow e compagnia) e poi forse comprate su carta, mi è sembrato giusto presentare quelli che per me sono i migliori vini bianchi assaggiati durante le degustazioni per la guida online di winesurf (vedi qui) per far capire una cosa.

1.      Che se anche le guide cartacee vanno prima online tanto vale farle direttamente, come noi, online.

2.      Che le guide online hanno lo stesso identico valore delle altre, anche se, per accedervi, non devi sborsare un centesimo.

Ma veniamo a parlare dei  bianchi che mi sono piaciuti di più durante gli assaggi per la guida di  Winesurf.  Li potrei chiamare alla francese “coup de coeur”; non per forza sono dell’annata 2013 ma, come recitano le schede che mandiamo alle aziende “entrati in commercio in tutto l’anno 2014”.

L’ordine è semplicemente temporale, cioè prima i vini assaggiati a giugno, poi a luglio ed ad agosto ma……dato che credo sia l’ora di finirla con le miriadi di “i dieci migliori” (i dieci libri, le dieci donne, i dieci ricordi etc, etc) che intasano il web, sicuramente non saranno dieci!

Vernaccia di San Gimignano 2012 DOCG, Casanuova, Fontaleoni

Chi dice che la Vernaccia di San Gimignano non può invecchiare si beva questa tra 7-8 anni e poi mi sappia dire. Nel frattempo io… me la bevo adesso!

Fontaleoni
San Gimignano

Castelli di Jesi Verdicchio Riserva Classico DOCG 2011, Cantico della Figura,  Andrea Felici.

Forse la sua migliore riserva, un vino che unisce la forza classica del Verdicchio alla finezza delle vigne di Leopardo Felici, poste in alta colline nella zona di Apiro.

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore DOC 2013, Martina,  Socci.

Il compendio del verdicchio, minerale, balsamico, bel corpo e il tutto ad un prezzo quasi ridicolo.

Soave Classico  DOC 2012, Casette Foscarin,  Montetondo.

Dalla frutta bianca matura al minerale: un grande naso per una bocca potente e lunga, una grande interpretazione di una vendemmia difficile.

Montetondo

Collio Pinot Bianco DOC 2013, Anzelin

Segnatevi questo nome! Diventerà uno dei più grandi produttori del Collio e intanto ha sfornato uno dei tre migliori Pinot Bianco italiani del 2013.

Friuli Colli Orientali Sauvignon DOC 2013, Buiatti Livio e Claudio.

Un Sauvignon semplicemente esplosivo, sia al naso che in bocca, molto varietale, molto buono.

Friuli Isonzo Sauvignon DOC 2012 Vieris Sauvignon, Vie di Romans.

Meno opulento e monumentale, più sbarazzino e fresco, sempre un grande, grande vino.

Alto Adige Valle Venosta Pinot Bianco 2013 DOC, Sonnenberg ,  Cantina Merano.

Quest’anno  tra i Pinot Bianco altoatesini c’è l’imbarazzo della scelta. Questo mi ha colpito particolarmente forse perché viene da una valle da poco arrivata nel mondo dei grandi vini.

Alto Adige Pinot Bianco DOC 2013, Erste & Neue.

Come godere di brutto con meno di 10 euro. Non ci credete? Provate e mi saprete dire.

Alto Adige Gewürztraminer Riserva DOC 2011, Brenntal , Cantina Produttori Cortaccia.

Babbo Natale, ti prego, fammelo trovare sotto l’albero, perché un vino che unisce un corpo del genere a tali profumi vale il viaggio dal Polo Nord a qui.

Trentino Müller Thurgau DOC 2013, Petramontis , Villa Corniole.

Sembra facile fare un Müller Thurgau profumato, strutturato e fresco, ma non lo è. Loro ci sono riusciti!

Trentino Riesling DOC 2010, Pelz.

Uno dei due-tre migliori riesling italiani, molto classico sia al naso che in bocca, ha solo bisogno di tempo per esprimersi al meglio.

Gavi del comune di Gavi DOCG 2012, Rovereto , Castellari Bergaglio.

Da queste vigne vecchie nasce sempre un grande Gavi. Il 2012 è ancora meglio: finissimo e austero al naso, incisivo e potente, molto potente in bocca.

Riviera Ligure di Ponente Pigato DOC 2013, Cascina delle Terre Rosse.

In vita mia non avevo mai bevuto un Pigato così potente e armonico, così sapido e fresco, così buono!

Colli di Luni Vermentino DOC 2012,Boboli , Giacomelli.

Ottimo adesso e sicuramente grande tra 3-4 anni…decidete voi!

 

Pubblicato in contemporanea su

Alta fedeltà

Lavinium

Luciano Pignataro WineBlog

Vinealia

Winesurf