New Art & Wine in Tuscany: le 25 cantine d’autore

Letture: 208
Cantina Podere di Pomaio Loc. Pomaio Arezzo

di Fabio Panci

Il binomio arte e vino è al centro del progetto presentato settimana scorsa a Firenze, realizzato dalla Federazione delle Strade Del Vino attraverso la struttura operativa dell’Associazione delle Città Del Vino con il finanziamento per complessivi  70 mila euro proveniente dalla Regione Toscana.

Alla presenza degli assessori regionali all’agricoltura, Gianni Salvadori, e al turismo, Sara Nocentini è stata sottolineata  l’importanza di valorizzare l’immagine della Toscana come fulcro delle “Cantine D’Autore”.

Sin dagli inizi degli anni 90’ il territorio toscano ha visto sorgere  gioielli d’arte e tecnologia, perfettamente integrati con il paesaggio, ed assolutamente rispettosi delle tematiche ambientali ove la funzionalità è andata di pari passo con l’estetica arricchendo il già vastissimo patrimonio artistico e culturale della regione.

I wine-tour nelle aziende vinicole sono in continuo aumento, con presenze non solo straniere ma finalmente anche nostrane, raggiungendo un volume d’affari – come sottolineato dallo stesso Assessore Nocentini- che raggiunge la quota di circa 850 milioni di euro per il solo 2013.

Il fulcro del progetto “New Art & Wine” sarà portare all’attenzione del mercato internazionale, soprattutto in vista dell’Expo 2015, il legame indissolubile esistente tra vino e arte. La creazione di itinerari turistici eno-culturali, sarà effettuata da un gruppo di lavoro composto dalle Strade del Vino, attraverso la Federazione delle Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori, dai Comuni del territorio e da Ci.Vin, Società dell’Associazione Nazionale Città del Vino, che curerà la promozione, l’accoglienza e le visite presso le selezionatissime cantine d’autore sparse un po’ in tutti gli angoli della Toscana.

A completamento dell’offerta turistica ci sarà inoltre il collegamento con  la filiera di Ristoranti e Botteghe della rete “Vetrina Toscana” e il marchio “Vetrina Toscana”, per far capire ancora una volta che il buon cibo ed il buon vino vanno sempre di pari passo.

Cantina Antinori Chianti Classico Loc Bargino San Casciano Val di Pesa

Tra le 25 gemme architettoniche, accanto ad aziende conosciutissime ormai in tutto il mondo come Antinori, Banfi, Colle Massari, ecc, troviamo ben due alfieri per la provincia di Arezzo rappresentati dalla “creatura vitivinicola” della Famiglia Ferragamo con la Tenuta il Borro e la vera outsider del lotto la giovanissima ed iper-green Podere di Pomaio.

Davvero un grande risultato quelle conseguito dalle due aziende aretine, che speriamo riaccenda la “fiammella turistica”, portando i numerosi wine-lovers a scoprire il prezioso ma ahimè ancora poco conosciuto patrimonio storico-artistico della città di Arezzo.

Cantina Tenuta il Borro Loc Il Borro San Giustino Valdarno

In conclusione ecco a voi  le 25 cantine che hanno aderito a “New Art & Wine In Tuscany”: Cantina La Massa (Panzano), Rocca Di Frassinello (Renzo Piano), Le Mortelle – Antinori (Castiglion Della Pescaia), Bargino (Antinori), Fonterutoli (Castellina In Chianti), Cantina Di Montalcino (Montalcino), Colle Massari (Cinigiano), Tenuta Di Coltibuono (Gaiole In Chianti), Rubbia Al Colle (Suvereto), Pieve Vecchia (Campagnatico), Tenuta Di Castelgiocondo (Montalcino), Tenuta Dell’ammiraglia (Magliano In Toscana), Pomaio (Arezzo), Salcheto (Montepulciano), Cantina Podernovo (Terricciola), Petra (Suvereto), Caiarossa (Riparbella), Icario (Montepulciano), Tenuta Delle Ripalte (Capoliveri), Cantina Triacca (Montepulciano), Guado Al Melo Di Attilio Scienza (Castagneto Carducci), Tenuta Argentiera Dei Fratelli Fratini (Castagneto Carducci), Donna Olimpia Di Guido Folonari (Bolgheri); Tenuta Il Borro (Arezzo).