La pizzeria Le Sorelle Bandiera non fa solo pizze, ma fa cultura di Napoli

Letture: 402
pizzeria Le Sorelle Bandiera, lo spazio esterno

di Marina Alaimo

La storia ha sempre il suo fascino e nel centro storico di Napoli è composto di più strati sovrapposti che formano un unicum di straordinaria bellezza. Siamo nei pressi di piazza San Gaetano, l’antica agorà di Neapolis, proprio sopra quegli strati di storia imponente che vanno dal periodo greco di Partenope, a quello romano di Neapolis, poi a quello medioevale, la cui magica sovrapposizione  è possibile vedere in maniera chiara  visitando gli scavi sotto la vicina  basilica di San Lorenzo Maggiore. La pizzeria Le Sorelle Bandiera si trova proprio nello spazio dell’antico teatro romano, altro luogo estremamente affascinante e imperdibile.

Piazza San Gaetano vista dai tavoli all’aperto

L’ho visitato di recente e posso dire che è stata una esperienza unica e profonda, dove la bellezza e le eterne contraddizioni di questa città sono ben manifeste. E qui  devo fare un plauso alle guide cha ricevono i visitatori per l’estrema competenza ed il grande senso dell’accoglienza. Quel piccolo spicchio di teatro che riesce ad emergere alla luce ha ancora i rivestimenti in marmo e, cosa incredibile e straordinaria allo stesso tempo, è sovrastato e soffocato da palazzi del seicento ancora abitati dove la gente ha la grande fortuna di affacciare su questa meraviglia. Chissà se ne hanno consapevolezza? Inoltre la pizzeria è inglobata nel corpo della basilica di San Paolo Maggiore, altro sito di grande interesse storico, costruita nell’VIII secolo per celebrare la vittoria dei napoletani sui saraceni sui resti del tempio dei Dioscuri di cui sono ancora ben visibili il portico ed il timpano. Vi lascio quindi immaginare lo scenario spettacolare e suggestivo nel quale prende forma questa pizzeria e chi l’ha ideata ne ha piena conoscenza.

pizzeria Le Sorelle Bandiera, la sala interna

E’ lo speleologo Vincenzo Albertini, presidente dell’associazione Napoli Sotterranea, che l’ha arredata con forti richiami al settecento napoletano riconoscibile nelle bellissime piastrelle dell’epoca visibili sia alle pareti, che sui tavoli e sulle sedie. Anche le immagini delle natività nei scarabattoli originali del settecento e dell’ottocento ricalcano la cultura dell’epoca, eseguite dai maestri presepiali che proprio in questa zona hanno le loro botteghe: siamo a pochi passi da via San Gregorio Armeno, la strada del mercato dei pastori.

pizzeria Le Sorelle Bandiera

Chi ha ideato questo locale ha piena conoscenza della cultura partenopea e l’ha esaltata con gusto raffinato e non con folclore spicciolo che troppo spesso incontriamo in questi luoghi. Sul banco della pizzeria  vigila con austerità il busto in bronzo della regina Margherita, originale dell’epoca, l’ispiratrice della ormai famosissima pizza. Grande cura è ovviamente dedicata anche all’impasto che matura venti ore in ambienti di tufo giallo napoletano, ottimo elemento isolante che mantiene costante la temperatura e l’umidità. Una certa attenzione è dedicata anche alla scelta degli ingredienti.

pizzeria Le Sorelle Bandiera, la pizza margherita

La pizzeria è piuttosto spaziosa, è composta di 300 mq. e 200 posti a sedere, cosa rara da queste parti dove gli spazi sono sempre ridotti. I fortunatissimi possono sedersi all’aperto godendosi lo spettacolo di piazza San Gaetano e le scenette di vita di questi vicoli che sanno sempre colorire le giornate in maniera spontanea e divertente.

La pizzeria Le Sorelle Bandiera è in via Cinquesanti 33 Napoli. Tel. 081 19503535.

www.lesorellebandiera.com

 

Un commento

  • Luca MIRAGLIA

    (12 giugno 2014 - 21:55)

    Una segnalazione per certi versi spiazzante (in senso positivo), di cui ti sono grato.
    Proverò a brevissimo, insieme a mia moglie, grande cultrice della pizza, sperando che, oltre alla classica birra, sia servito anche un Asprino!

I commenti sono chiusi.