Slow Food Abruzzo Molise: eletti i nuovi vertici regionali

Letture: 145
Eliodoro D’Orazio e Raffaele Cavallo – immagine tratta da www.abruzzopopolare.it

Si è tenuto a Pescara il Congresso Regionale di Slow Food Abruzzo e Molise, convocato per rinnovare il proprio gruppo dirigente per i prossimi 4 anni.

L’assemblea ha unanimemente eletto il comitato esecutivo regionale che sarà composto da Eliodoro D’Orazio (presidente),  Raffaele Cavallo (segretario),  Silvia De Paulis,  Loredana Pietroniro e Giorgio Chiarini. Eliodoro D’Orazio subentra a Raffaele Cavallo che, dopo due mandati, come stabilito dallo statuto di Slow Food, non poteva candidarsi nuovamente alla guida dell’associazione regionale.

“Sono stati otto anni belli ed emozionanti di impegno appassionato e civile – ha sottolineato in merito Raffaele Cavallo – in cui la nostra associazione si è spesa per la tutela e la salvaguardia delle tipicità alimentari, l’educazione alimentare e la difesa della biodiversità, ma anche per promuovere l’economia sostenibile e la giustizia sociale. Il futuro di Slow Food mi apparterrà sempre e da subito continuerò a dare il mio apporto per i progetti e la crescita del nostro movimento nel mio nuovo ruolo di segretario regionale. Sono sicuro, inoltre, che Eliodoro D’Orazio saprà proseguire nel tracciato che la nostra associazione ha avviato da tempo allargando sempre di più questa grande famiglia”.

Avvocato di Chieti, sposato, con una figlia, Eliodoro D’Orazio era già membro del coordinamento regionale dell’associazione nonché fiduciario della Condotta di Chieti. “Ringrazio i componenti del Coordinamento uscente, i delegati e tutta l’associazione per la fiducia accordatami, congiuntamente al nuovo gruppo dirigente – ha dichiarato – siamo in procinto di cambiamenti in un mondo che cambia velocemente, ed allora dobbiamo essere maggiormente attenti a non perdere di vista la qualità della vita, del cibo, delle relazioni seguendo un percorso pluriennale che vede una proposta programmatica ambiziosa sia per il necessario incremento del numero di soci, giovani in particolare, grazie alla nuova campagna di tesseramento, sia, e soprattutto, per la progettualità che Slow Food Abruzzo-Molise intende realizzare per censire nuovi prodotti per l’Arca del Gusto, tutelare territori e culture, favorendo la nascita di nuove comunità del cibo e del sapere, educare, promuovere i prodotti d’eccellenza e tutto ciò che è buono pulito e giusto nelle nostre due regioni, rafforzando le relazioni con le istituzioni”.