Greco di Tufo, ecco dieci etichette da non perdere su cui puntare

Letture: 7415
Michele D'Argenio, enologo di Montesole
Michele D’Argenio, enologo di Montesole

Se c’è un vitigno che caratterizza l’Irpinia è il Greco. I suoi toni sono immediati e chiari, l’area è circoscritta, in nessun altro territorio si riescono ad ottenere risultati simili che possano confondere il naso del meno esperto. L’annata 2015 in queste prime battute (ma c’è anche, vivaddio, un 2014) ci sembra un passo in avanti rispetto al Fiano. Ma un anno appare poco per un giudizio definitivo. Intanto segnatevi queste bottiglie.

_______________________
1-Greco di Tufo Franciscus 2015

Di Marzo
Da quando Ferrante Di Somma ha preso il timone di questa storica azienda irpina la qualità dei vini è migliorata di anno in anno, sino a questa esecuzione magistrale, la più buona di sempre perché perfetta. Una equilibrio incredibile tra il frutto e i tipici sentori sulfurei del Greco di Tufo, tanta frescezza al palato, mibneralità, sapidità e chiusura capolavoro.
www.cantinedimarzo.it

__________________________
2-Greco di Tufo Vigna Breccia 2015

Montesole
Anche quest’anno il Greco della vigna di Montefusco va da contraltare al Fiano. Decisamente Michele D’Argenio sbaglia un colpo e anche in questo millesimo si esibisce in una performance di assoluto valore, precisa e perfetta. Grande corpo, piacevole freschezza agrumata al palato, lungo finale e infine possibilità di abbinamento.
www.montesole.it

_____________________________
3-Greco di Tufo Contrada Marotta 2014

Villa Raiano
Sono sempre buonissimi, e giovanissimi, i cru pensati da Fortunato Sebastiano per questa bella azienda irpina. Questo bianco esprime grande energia al naso e al palato, mineralità, freschezza e lunghezza. Bottiglie destinate a viaggiare nel tempo oltre ogni immaginazione, una compiuta espressione di Montefusco, uno dei territori più vocati in assoluto per il greco.
www.villaraiano.it

________________________
4-Greco di Tufo Terra d’uva 2015

Benito Ferrara
Affidabilità. Questo è il termine più giusto per affrontare le nuove annate dell’azienda familiare gestita da Gabriella Ferrara che si posiziona sempre con ottime esecuzioni di riferimento per tutta la docg. Anche in questo caso grande equilibrio tra frutta e mineralità, grande energia al palato e allungo efficace e infinito. Un Greco da aspettare nei prossimi anni con fiducia.
www.benitoferrara.com

_______________
5-Greco di Tufo 2015

Petilia
Anche questa azienda simbolo del territorio, ben consolidata, si presenta bene all’appuntamento con l’annata 2015. Forse c’è un eccesso di acidità in meno rispetto al millesimo precedente, ma il vino si presenta comunque ricco di verve e assolutamente dinamico al palato. Una buone esecuzione di Roberto Bruno, grande bianchista di territorio.
www.aziendaagricolapetilia.it

________________
6-Greco di Tufo 2015

Torricino
Stefano Di Marzo si distingue sempre per interpretazioni personali e centrate del Greco anche se gli piace misurarsi con il Fiano e l’Aglianico. Questo millesimo, ricco anche se poco prolifico, sembra essere nelle sue corde, il biano base è ben equilibrato, profondo e ampio al naso, veloce ed efficace al palato. Insomma, una sicurezza confermato.
www.torricino.it

_________________
7-Greco di Tufo 2015
D’Aione
Anche questa azienda della frazione San Paolo riesce ad esprimere bene l’annata. L’enologo Angelo Valentino in genere ama il bicchiere più ricco ma sempre tenendo ben presente la freschezza che alla fine garantisce la beva. Un bianco fruttato, al palato sapido, già in buon equilibrio rispetto agli altri anni.
www.terredaione.it

________________
8-Greco di Tufo 2014

Sertura
Una nuova piccola azienda il cui titolare ha grande esperienza alle spalle nel settore vitivinicolo ci fa ben sperare perché entra in campo dopo aver aspettato un anno dalla vendemmia. C’è un modo più serio per lavorare quando si producono Fiano e Greco? Secondo noi è un indicatore e nel vino il risulatato si vede. Un buon Greco d’autore, un chicca per appassionati.
www.sertura.it

_________________
9-Greco di Tufo 2015
Cantina dei Monaci
Torna in classifica questa azienda storica di Santa Paolina con la vocazione al Greco di Tufo ma capace di sfoderare anche ottimi rossi. Siamo di fronte ad una esecuzione didattica, nella quale le note sulfuree tipiche del vitigno coltivato in quest’area emergono con prepotenza e tanta gradevolezza. La freschezza al palato completa una beva piacevole e sorprendente.
www.cantinadeimonaci.it

_________________
10-Greco di Tufo 2014

Cantine dell’Angelo
Una piccola azienda che fa dell’artigianalità la sua bandiera. Ogni annata è una storia a parte e questa ci sembra riportare l’asticella ai livelli altissimi delle uscite di qualche anno fa, in particolare della 2010. Freschezza senza mediazione,nessuna dolcezza al naso e tanta efficacia anche su piatti strutturati.
www.cantinedellangelo.it