Guida Touring Club Alberghi e ristoranti 2013: i migliori d’Italia

Letture: 158
Touring Club, un momento della premiazione a Officine Farnese

 

Confermate le 3 Medaglie Touring a Osteria Francescana, Enoteca Pinchiorri, Le Calandre, Vissani

Ventesima edizione

Guida Touring Alberghi e Ristoranti d’Italia 2013

Accanto ai tradizionali premi a 4 chef emergenti

e 8 tra alberghi e ristoranti che coniugano alta qualità e buon prezzo

introdotti il premio al miglior direttore di sala

e al miglior albergo ecosostenibile

Roma, 22 ottobre 2012. E’ stata presentata oggi alle Officine Farneto in occasione dell’evento Cooking for Art organizzato da Witaly, la XX edizione della guida Touring Alberghi e Ristoranti d’Italia, curata da Luigi Cremona per la parte ristorazione e da Teresa Cremona per la parte accoglienza.

A raccontare regione per regione l’offerta nazionale 5.835 strutture tra alberghi, locande, b&b, residenze di campagna, ristoranti, trattorie ed enoteche, con un prevalenza di indirizzi economici e l’indicazione in una sezione a parte degli alberghi particolarmente costosi, da “grande occasione”.

839 le new entry tra alberghi e ristoranti, frutto di un lavoro indipendente, capillare, attento ai cambiamenti e alle nuove tendenze, svolto quest’anno con la collaborazione di una nuova squadra di recensori: giornalisti, blogger, esperti e appassionati di cucina sempre capitanati da Cremona.

Nel nome della qualità accessibile che caratterizza la guida da sempre, cruciale in tempi di crisi, la guida segnala 679 alberghi (selezione Stanze Italiane) e 746 ristoranti (selezione Buona Cucina) che offrono grande qualità a prezzi contenuti.

I migliori 8 sono stati così premiati:

  • Premio Ruota d’Oro Stanze Italiane a

  • Relais del Maro, Borgomaro (IM)

  • Pupp, Bressanone (BZ)

  • Novecamere, Sirolo (AN)

  • La Locanda del Mare, Paestum (SA)

  • Premio Ruota d’Oro Buona Cucina a

  • Apricale da Delio, Apricale (IM)

  • Ottocento Simply Food, Bassano del Grappa (VI)

  • Da Armando al Pantheon, Roma

  • Al Convento, Cetara (SA)

  • Premio Ruota d’Oro Top di Domani a

  • Christian Milone, Zappatori, Pinerolo (TO)

  • Lorenzo Cogo, El Coq, Marano Vicentino (VI)

  • Damiano Donati, Serendepico, Capannori (LU)

  • Andrea Napolitano, Il Buco, Sorrento (NA)

Luigi Cremona ha inoltre

  • confermato le 3 Medaglie Touring ai 4 top di oggi (Osteria Francescana, Enoteca Pinchiorri, Le Calandre, Vissani)

  • assegnato le 2 Medaglie a 48 ristoranti eccellenti (v. sotto).

  • introdotto i due nuovi premi

  • al miglior direttore di sala: Giandomenico Ruggiero, Pashà, Conversano (BA)

  • al miglior albergo ecosostenibile: Auener Hof Gourmet Resort, Sarentino/Sarntal (BZ).

Riproposta per il quinto anno anche la guida in formato multimediale per i navigatori Garmin, che dalla scorsa edizione è scaricabile gratuitamente da www.garmin.it.

Titolo Alberghi e ristoranti d’Italia2013

Curatori Luigi e Teresa Cremona

Pagine 864

Prezzo 20,00 euro

In libreria 31 ottobre 2012

Ufficio stampa | Silvia Ferrari | 02 57547453 3480807859 | s.ferrari@giunti.it

Guida Alberghi e Ristoranti d’Italia 2013

I numeri

  • 5.835 gli esercizi complessivamente segnalati

  • 839 le new entry tra alberghi e ristoranti

  • 3.265 gli alberghi presenti in Guida

  • 2.570 i ristoranti presenti in Guida

  • 12 i Premi Ruota d’Oro:

    • 4 chef emergenti Premio Ruota d’oro Top di Domani

    • 4 alberghi Premio Ruota d’Oro Stanze Italiane

    • 4 ristoranti Premio Ruota d’Oro Buona Cucina

  • 4 gli chef/ristoranti che si sono aggiudicati 3 Medaglie Touring (i top della cucina italiana)

  • 48 i ristoranti con 2 Medaglie Touring (eccellenti)

  • 151 i ristoranti con 1 Medaglia Touring (raccomandati dal Tci)

  • 82 gli alberghi con 1 Medaglia Touring (raccomandati dal Tci)

  • 1.425 gli esercizi inseriti nella sezione Stanze Italiane e Buona Cucina
    (679 per Stanze Italiane e 746 per Buona Cucina)

  • 40 le piante di città

  • 19 le tavole dell’Atlante d’Italia

  • 864 le pagine

  • XX l’edizione della Guida

  • 20,00 euro il prezzo

Guida Alberghi e Ristoranti d’Italia 2013

Premio Ruota d’Oro Stanze Italiane

Destinato ai 4 albergatori che nei rispettivi territori meglio esprimono i valori di qualità, pulizia, funzionalità, accoglienza cordiale, cura dei dettagli e professionalità a prezzi ragionevoli.

Vincono quest’anno:

  • Area Nord-Ovest

Relais del Maro, Borgomaro (IM)

Un albergo diffuso ristrutturato secondo i principi dell’edilizia ecosostenibile, con suite e appartamenti tutti diversi tra loro, di forte impatto proprio per la loro unicità. Il luogo ideale dove lasciarsi andare per una volta ai ritmi lenti e rilassati della vita di paese.

  • Area Nord-Est

Pupp, Bressanone (BZ)

La famiglia Pupp gestisce con professionalità e dedizione questo albergo situato proprio all’ingresso del centro storico. Design moderno, legno a profusione, comfort all’avanguardia sono gli elementi che caratterizzano le camere e gli spazi comuni. Superlativa la prima colazione.

  • Area Centro

Novecamere, Sirolo (AN)

Nel cuore del Parco del Conero, una residenza di campagna trasformata in un delizioso hotel. L’intento è quello di ricreare quell’intima armonia che si respira in casa propria; quindi via libera a linee moderne ma essenziali, tanto legno e pareti in pietra bianca. Davvero incantevole la piscina all’aperto.

  • Area Sud

La Locanda del Mare, Paestum (SA)

In prossimità dell’antica Paestum, si è inebriati dal verde del mirto e dal profumo degli agrumi che circondano questa bella locanda. Ogni camera è ispirata a un verso di una poesia dedicata al mare; ogni dettaglio è un inno al Mediterraneo e ai suoi colori. Il luogo perfetto per una piccola fuga dagli impegni quotidiani.

Guida Alberghi e Ristoranti d’Italia 2013

Premio Ruota d’Oro Buona Cucina

Destinato ai 4 ristoratori che nei rispettivi territori meglio esprimono i valori di qualità, genuinità, legame con il territorio, accoglienza cordiale, cura dei dettagli, professionalità a prezzi ragionevoli.

Vincono quest’anno:

  • Area Nord-Ovest

Apricale da Delio, Apricale (IM)

Un luogo incredibile, quasi magico, che vale la pena raggiungere a piedi, e una bella realtà gastronomica tutta da scoprire. Qui la cucina è ricca di sapori, profumi e colori tipicamente liguri, che talvolta lasciano intravedere influenze della vicina Francia. Fornitissima anche la cantina.

  • Area Nord-Est

Ottocento Simply Food, Bassano del Grappa (VI)

Il laboratorio culinario di Riccardo Antoniolo è un ex granaio ristrutturato, dove cucina creativa e attenzione salutista convivono egregiamente. L’imperativo categorico è la qualità; i sapori tradizionali sono esaltati da competenze e tecnologia all’avanguardia. Ottima l’interpretazione della pizza.

  • Area Centro

Da Armando al Pantheon, Roma

Siamo in pieno centro storico. Claudio Gargioli, chef e patron del locale, resiste indomito e testardo accanto al Pantheon nel proporre una cucina romana autentica e corretta, a base di piatti che più romani non si può. Tutto è preparato come si deve, e al giusto prezzo. Interessante anche la cantina.

  • Area Sud

Al Convento, Cetara (SA)

Pasquale Torrente, tra le pareti del suo Convento, caratterizzato da calde atmosfere e meravigliosi affreschi sulle volte, offre una cucina di mare “low cost” che non tradisce le aspettative. I sapori sono precisi e netti, l’estetica dei piatti curata alla perfezione. Ben fornita la carta dei vini, soprattutto regionali.

Guida Alberghi e Ristoranti d’Italia 2013

Premio Ruota d’Oro Top di domani

Destinato ai 4 migliori cuochi emergenti che nel panorama della cucina italiana hanno rivelato le proprie doti pur non essendo ancora giunti al pieno successo. Giovani talenti che si distinguono per attenzione ai prodotti del territorio, spiccata personalità, tecnica e sensibilità nell’interpretare la professione.

Vincono quest’anno:

  • Area Nord-Ovest

Christian Milone, Zappatori, Pinerolo (TO)

Chef con un passato da ciclista, ha da poco preso in mano le redini del locale di famiglia, puntando in alto senza mai dimenticare la tradizione. La sua cucina abbina piatti classici a ricette fortemente creative. La sua parola d’ordine è il rispetto della stagionalità dei prodotti.

  • Area Nord-Est

Lorenzo Cogo, El Coq, Marano Vicentino (VI)

Pochi anni e un curriculum di tutto rispetto: esperienze australiane, poi il Giappone, la Spagna alla corte di Extebarri e infine Copenhagen da René Redzepi. La sua cucina è emozionante e alterna piatti apparentemente semplici a preparazioni che denotano il suo intrigante percorso.

  • Area Centro

Damiano Donati, Serendepico, Capannori (LU)

Giovane e con le idee già ben chiare: piatti moderni, con pochi ingredienti, ma pieni di stimoli e misurata inventiva. Anche il posto che ospita la sua cucina non è da meno, tranquillo e sereno, ha la serenità anche nel nome. L’amore per il lievito madre, per il pane naturale e per i dolci fanno di lui uno chef a tutto tondo.

  • Area Sud

Andrea Napolitano, Il Buco, Sorrento (NA)

Creativo, solare e pignolo, fin da ragazzo è incuriosito dalla buona cucina. Inizia all’età di 16 anni come lavapiatti, poi intraprende la gavetta come cuoco, con risultati eccellenti. In cucina predilige il pesce in tutte le sue varianti, anche perché pratica la pesca in apnea. Quando riemerge legge libri di cucina e guarda film.

Guida Alberghi e Ristoranti d’Italia 2013

I top della cucina italiana

Accanto agli emergenti Luigi Cremona segnala anche i migliori ristoranti d’Italia.

Ai vertici, con 3 Medaglie Touring, si confermano:

  • Massimo Bottura, Ristorante Osteria Francescana, Modena

93/100 (invariato rispetto al 2012)

  • Riccardo Monco e Italo Bassi, Ristorante Enoteca Pinchiorri, Firenze

91/100 (invariato rispetto al 2012)

  • Massimiliano Alajmo, Ristorante Le Calandre, Rubano (Pd)

90/100 (invariato rispetto al 2012)

  • Gianfranco Vissani, Ristorante Vissani, Baschi (Tr)

90/100 (invariato rispetto al 2012)

Guida Alberghi e Ristoranti d’Italia 2013

I ristoranti con cucina eccellente

Ricevono 2 Medaglie i 48 ristoranti (46 l’anno scorso) con cucina, cantina, atmosfera e servizio di eccezionale qualità.

2013

2012

Piemonte

87/100 Combal.Zero, Rivoli (TO)

85/100 Piazza Duomo, Alba (CN)

84/100 Villa Crespi, Orta San Giulio (NO)

82/100 Piccolo Lago, Verbania (VB)

80/100 All’Enoteca, Canale (CN)

80/100 Antica Corona Reale-da Renzo, Cervere (CN)

80/100 Dolce Stil Novo-Alla Reggia, Venaria (TO)

Piemonte

87/100 Combal.Zero, Rivoli (TO)

86/100 Piazza Duomo, Alba (CN)

84/100 Villa Crespi, Orta San Giulio (NO)

82/100 Piccolo Lago, Verbania (VB)

Lombardia

87/100 Dal Pescatore, Canneto sull’Oglio (MN)

84/100 Cracco, Milano (MI)

83/100 Da Vittorio, Brusaporto (BG)

83/100 Gualtiero Marchesi, Erbusco (BS)

83/100 Miramonti l’Altro, Concesio (BS)

83/100 Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano

82/100 Al Gambero, Calvisano (BS)

80/100 D’O, Cornaredo (MI)

80/100 Ilario Vinciguerra, Gallarate (VA)

Lombardia

88/100 Dal Pescatore, Canneto sull’Oglio (MN)

85/100 Da Vittorio, Brusaporto (BG)

84/100 Cracco, Milano (MI)

83/100 Gualtiero Marchesi, Erbusco (BS)

82/100 Al Gambero, Calvisano (BS)

82/100 Miramonti l’Altro, Concesio (BS)

82/100 Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano

82/100 Trussardi alla Scala, Milano

80/100 D’O, Cornaredo (MI)

80/100 Ilario Vinciguerra, Gallarate (VA)

Trentino-Alto Adige

83/100 St. Hubertus, San Cassiano (BZ)

83/100 El Molin, Cavalese (TN)

80/100 Jasmin Restaurant Vitale, Chiusa (BZ)

Trentino-Alto Adige

81/100 St. Hubertus, San Cassiano (BZ)

80/100 El Molin, Cavalese (TN)

80/100 Jasmin Restaurant Vitale, Chiusa (BZ)

Veneto

85/100 Perbellini, Isola Rizza (VR)

82/100 La Peca, Lonigo (VI)

82/100 Antica Osteria da Cera, Campagna Lùpia (VE)

80/100 Il Desco, Verona (VR)

Veneto

85/100 Perbellini, Isola Rizza (VR)

81/100 La Peca, Lonigo (VI)

80/100 Il Desco, Verona (VR)

82/100 MET Restaurant, Venezia (VE)

Friuli Venezia Giulia

82/100 Agli Amici, Udine

Friuli Venezia Giulia

Liguria

81/100 Paolo e Barbara, Sanremo (IM)

Emilia-Romagna

85/100 Il Povero Diavolo, Torriana (RN)

82/100 Rigoletto, Reggiolo (RE)

82/100 San Domenico, Imola (BO)

82/100 Antica Osteria del Teatro, Piacenza (PC)

80/100 Paolo Teverini, Bagno di Romagna (FC)

Emilia-Romagna

82/100 Rigoletto, Reggiolo (RE)

82/100 Il Povero Diavolo, Torriana (RN)

82/100 San Domenico, Imola (BO)

80/100 Paolo Teverini, Bagno di Romagna (FC)

80/100 Antica Osteria del Teatro, Piacenza (PC)

Toscana

87/100 Il Canto, Siena (SI)

82/100 Da Caino, Manciano (GR)

82/100 Il Pellicano, Porto Ercole (GR)

80/100 Lorenzo, Forte dei Marmi (LU)

Toscana

85/100 Il Canto, Siena (SI)

82/100 Da Caino, Manciano (GR)

82/100 Il Pellicano, Porto Ercole (GR)

80/100 Lorenzo, Forte dei Marmi (LU)

Marche

86/100 Uliassi, Senigallia (AN)

84/100 Madonnina del Pescatore, Senigallia (AN)

Marche

86/100 Uliassi, Senigallia (AN)

82/100 Madonnina del Pescatore, Senigallia (AN)

Lazio

87/100 La Pergola, Roma

83/100 Pagliaccio, Roma

81/100 La Trota, Rivodutri (RI)

81/100 Colline Ciociare, Acuto (FR)

80/100 Glass Hostaria, Roma

Lazio

86/100 La Pergola, Roma

83/100 Pagliaccio, Roma

81/100 La Trota, Rivodutri (RI)

81/100 Colline Ciociare, Acuto (FR)

80/100 Glass Hostaria, Roma

Abruzzo

86/100 Reale, Castel di Sangro (AQ)

Abruzzo

86/100 Reale, Rivisondoli (AQ)

Campania

83/100 Il Mosaico, Casamicciola Terme (NA)

82/100 Don Alfonso 1890, Sant’Agata sui Due Golfi (NA)

81/100 Torre del Saracino, Vico Equense (NA)

81/100 Taverna del Capitano, Massa Lubrense (NA)

81/100 Oasis-Sapori Antichi – Vallesaccarda (AV)

Campania

83/100 Il Mosaico, Casamicciola Terme (NA) 8

82/100 Don Alfonso 189/1000, Sant’Agata sui Due Golfi (NA)

81/100 Torre del Saracino, Vico Equense (NA)

81/100 Taverna del Capitano, Massa Lubrense (NA)

80/100 Oasis-Sapori Antichi – Vallesaccarda (AV)

Sicilia

87/100 La Madia, Licata (AG)

85/100 Duomo, Ragusa (RG)

Sicilia

87/100 La Madia, Licata (AG)

85/100 Duomo, Ragusa (RG)

2 commenti

  • Guida Touring Club

    (25 ottobre 2012 - 11:57)

    […] […]

  • sergio protti

    (19 novembre 2012 - 17:29)

    I ristoranti con 2 medaglie sono 49. Infatti nella guida c’è anche Acquarello, Fagnano Olona (VA) in Lombardia.
    Non si sa il punteggio in centesimi, perchè essendo il punteggio espresso solo nella pagina riassuntiva ( pag. 17), non avendo riportato Acquarello non è stato possibile indicarlo.
    Sarebbe interessante saperlo.
    Cordiali saluti (soprattutto a Luigi Cremona).
    Sergio Protti

I commenti sono chiusi.