Hostess Meridiana a dieta: solo taglia 40/42

Letture: 279

Cambio di divisa per le hostess della compagnia Meridiana Fly che però si ribellano a misure troppo strette (40/42) e scrivono al Principe Aga Khan, che controlla la società, ed al presidente della Regione, Ugo Cappellacci. Una protesta quella delle hostess che si schiera contro la decisione presa dalla compagnia che vorrebbe «l’applicazione di normative sul controllo del peso e l’adozione dell’uniforme Air Italy per il Personale Navigante di Cabina», come ha sottolineato il personale in una lettera inviata anche ai vertici della Compagnia e pubblicata su numerosi siti internet.


Decisioni che il personale navigante ritiene «altamente lesive della dignità femminile, marcatamente sessiste e discriminatorie», soprattutto se si considera «che l’età media delle Assistenti di Volo del gruppo Meridiana Fly è di 42 anni; pertanto l’applicazione di tale normativa è da considerarsi improponibile sia per ragioni etiche, di rispetto del lavoratore, che fisiologiche». Non ci sta quindi il personale a cambiare l’ormai storica divisa che negli anni si è distinta per eleganza e voluta dallo stesso Principe; e non gradisce la nuova uniforme già in uso in Air Italy disegnata dall’ex modella Cristina Ceolin, moglie dell’Ad Giuseppe Gentile. «Chiediamo pertanto – hanno sottolineato le hostess – che non venga attuata nessuna irrispettosa norma sulle taglie delle uniformi e di mantenere quelle attuali, la cui sobrietà e
vestibilità sono caratteristiche precipue del ruolo ricoperto».
La parola ora passa alla compagnia aerea. Ma intanto noi chiediamo: la Meridiana non ha anche assistenti e piloti uomini?

3 commenti

  • Marina

    (31 gennaio 2012 - 20:43)

    Proprio la scorsa settimana ho volato con Air Italy ed ho notato la linea invidiabile delle hostess. La divisa prevede una gonna corta con spacco anteriore, per cui quando si siedono e devono piegarsi per manovre previste dal servizio, la gonna si alza, lo spacco si apre e si vedono persino gli slip. Non che la cosa mi scandalizzi, ma credo che la cosa sminuisca fortemente la figura femminile, riducendola come spesso accade ad un oggetto di desiderio sessuale. del resto non mi pare che gli stuart di volo o i piloti indossino abiti succinti. Essendo stata l’hostess molto seria e professionale, la cosa mi ha dato ancora più fastidio.

  • VINCENZO

    (31 gennaio 2012 - 20:57)

    Questa compagnia di merda il 15 febbraio da napoli per torino non ha permesso a me e altre 20 persone di volare facendoci perdere il biglietto . siete una merda

  • Giancarlo Maffi

    (1 febbraio 2012 - 13:21)

    non capisco perche’ escludere la taglia 38

I commenti sono chiusi.