I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri della mensa Caritas di Acerra

Letture: 400
I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri

di Tommaso Esposito

Esercito italiano, una risorsa per il Paese.
Questo il motto. Per la pace tra i popoli e la solidarietà tra i bisognosi.
E così è avvenuto l’incontro con la Mensa Diocesana della Caritas di Acerra presso la casa parrocchiale dell’antica Chiesa di Piazza San Pietro.
Una giornata eccezionale in cui hanno cucinato i cuochi della Scuola Militare Nunziatella, il più antico Istituto di formazione militare d’Europa e hanno servito a tavola i cadetti.

I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. Con Tonino Petrella
I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. Il risotto
I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. La cioccolata

La mensa diocesana ogni giorno prepara un centinaio di pasti per i più bisognosi.

I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri

Una settantina consumati tra i tavoli e qualche decina distribuiti presso le case dei poveri che non possono muoversi.
Due menu: uno per gli occidentali e un altro per i musulmani che non mangiano alcune carni.
Qualche volta si invertono i ruoli : “E allora abbiamo invitato anche i cristiani a mangiare come i magrebini” dice Roberto Valentino responsabile della mensa.
A cucinare e a servire ci pensano cuochi e supporters volontari.
C’è anche Tonino Petrella, che a suo tempo è stato lo chef patron del ristorante Il Picchio Verde, cucina gourmet segnalata per moltissimi anni dalla Guida de l’Espresso.

I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. I cadetti

È stata, insomma, una grande giornata di solidarietà, realizzata per la prima volta in assoluto dai militari proprio per concretizzare quello che da tempo l’Esercito Italiano pone in essere in Italia, e soprattutto all’estero, nelle numerose missioni di Peacekeeping.

I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. Tra i tavoli
I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. Tra i tavoli
I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. Tra i tavoli anche qualche colonnello ha consumato il pasto insieme ai poveri

Menu del giorno: risotto con gamberi e zucchine, salsiccia con patate, merluzzo con patate e cipolla, spinaci con burro e stracciatella di uova, pandoro glassato con cioccolata, frutta. E uno spaghetto aglio e olio come sorpresa.

I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri.
I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. Il pesce per i magrebini
I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. Salsiccia e patate

Hanno partecipato al momento della tavola solidale don Antonio Di Donna, Vescovo di Acerra, il Generale di Brigata Guido Landriani, Vertice del Comando Militare Esercito “Campania” e il comandante della Nunziatella Colonnello Maurizio Napoletano .

I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. Tra i tavoli

I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri.
I cuochi della Nunziatella cucinano per i poveri. Il Generale Guido Landriani e il Vescovo di Acerra Mons. Antonio Di Donna

È stata anche l’occasione per avviare una gara di sostegno alla mensa a cui ha risposto tra i primi il Pastificio Di Martino di Gragnano inviando una cospicua quantità di pasta.