Il Maxi a Capo la Gala e la cucina di Danilo Di Vuolo

Letture: 311
Danilo Di Vuolo con Giulia Tavolaro

di Albert Sapere

Il Capo La Gala è  un luogo di incantevole fascino, vuoi per la bella posizione praticamente con i piedi nel mare sulla costa rocciosa di Vico Equense, vuoi per una raffinata opera dell’uomo che ha ristrutturato, creato ed arredato ambienti eleganti dove nessun dettaglio è lasciato al caso.

panorama al tramonto

I clienti, buona parte provenienti dall’estero, vengono coccolati con mille attenzioni e comodità’ possono godere anche di una piccola spa in cui non manca nulla. Una bomboniera.

Danilo Di Vuolo è il giovane ma navigato chef a cui è affidata la responsabilità di gestire al meglio tutto il settore food di uno dei resort di lusso più belli del Sud Italia.

Responsabilità’ importante considerato che spesso, fortunatamente, chi arriva da queste parti è un cliente gastronomicamente esigente carico del desiderio di consumare cene nei famosi stellati della Costiera.

La proposta del Capo La Gala è  varia ed accompagna per tuta la giornata di vacanza e relax, si completa di sera con il Maxi dove Danilo guida un team affiatato in cucina e la brava e professionale Giulia Tavolaro cura la cantina ed il servizio dei vini.

Capo La Gala

Il Maxi oltre alla carta offre 4 menù degustazione a partire da 70 euro fino ad un massimo di 140 euro per un menù di sei portate oltre al dolce.

Una cucina leggera con tanti spunti marinari, la Campania quella delle tradizioni della Costiera Sorrentina adattata per intrigare e appagare la clientela internazionale. Ottima la ricerca della materia prima, veramente maniacale.  Spezie, verdura, ed una tecnica che punta dritta alla semplicità nel piatto.

fusilli al pomodoro

Il piatto che ci è piaciuto di più sicuramente la minestra di campo con bocconcini di pesce e ventresca di pezzogna, ottima la cottura del pesce, le verdure croccanti e il “giusto” olio che ne sosteneva il ritmo.

minestra di campo con bocconcini di pesce e ventresca di pezzogna

Buoni anche lo scampo con insalata di frutta e verdura alla vaniglia, salsa di yogurt di bufala e l’astice arrosto zuppetta di asparagine di mare migliaccio napoletano crema di acciughe.

scampo con insalata di frutta e verdura alla vaniglia, salsa di yogurt di bufala

 

Astice arrosto zuppetta di asparagine di mare migliaccio napoletano crema di acciughe

 

Acqua di pomodoro, palamito e patate
i formaggi

Qualcosa da registrare invece per l’infuso di parmigiano e pepe affumicato, pesce bandiera e verdurine perché il mix parmigiano e pepe copriva un po’ la delicatezza del pesce e delle verdure.

infuso di parmigiano e pepe affumicato, pesce bandiera e verdurine
Bellini

Nota di merito per i dolci davvero ben fatti.

Magistrale la frittura per le bombe ripiene e le zeppoline fritte, golose e goduriose, come dice una famosa pubblicità: “Se no ti lecchi le dita alla fine godi a metà”.

bombe ripiene
zeppoline fritte

 

Cremoso di cioccolato bianco acido e mango

 

arancio noci e limone

 

sfera al caramello

 

la nocciola

Un ragazzo giovane, di personalità, una struttura meravigliosa, un futuro in crescendo.

Un commento

  • Giuseppe Novi

    (10 luglio 2013 - 12:56)

    Mi ritengo di essere un loro cliente affezionato anche perchè la cucina dello chef è veramente un’esplosione di sapori.Ogni volta che arrivi al capo la gala non vuoi mai andartene via,veramente complimenti.
    A presto
    Giuseppe Novi

I commenti sono chiusi.