Kratos 2012 Paestum igt

Letture: 89

Non è facile bere Fiano fuori dall’Irpinia perché spesso perde la verticalità e la complessità di quel territorio a favore di note più morbide, calde e fruttate. Però questo non significa che non sia un vitigno in grado di dare enormi soddisfazioni se ben curato nei dettagli, come ha sempre preteso.

Il Kratos di Maffini è da sempre una delle migliori declinazioni assunte da questa straordinaria uva lontano da Avellino. Su un territorio più caldo e non vulcanico qual è il Cilento, Luigi&Luigi (alias Maffini e Moio) sono sempre riusciti a crerae dei capolavori capaci di reggere il tempo nonostante sia pensato e lavorato come vino base, lavorato solo in acciaio.

A partire soprattutto dalla 2001, è stata una sequenza impressionante di annate ricche di soddisfazioni e capaci di resistere negli anni come hanno dimostrato le verticali organizzate insieme a Maria Sarnataro, delegata dell’Ais Cilento e Vallo di Diano.

Ora il Kratos accompagna la seconda vita di Luigi Maffini, nella nuova casa-cantina a Giungano, un piccolo comune alle spalle dei templi di Paestum, tra i 300 e i 350 metri di altezza dove si pratica agricoltura pulita e nella quale si fonde il progetto di vita con la moglie Raffaella, i figli e il vino.

Il Kratos 2012 si annuncia fresco, pimpante, quasi aggressivo, lungo, sapido, di buon corpo. Ha sicuramente bisogno ancora di bottiglia prima di iniziare a trovare l’equilibrio, ma intanto lo possiamo spendere su piatti strutturati come le paste con i legumi o anche i crudi di pesce che vanno tanto di moda da un po’ di tempo.
L’abbinamento ideale lo abbiamo fatto con gli stupendi spaghetti alle vongole con peperoni e mollica di pane tostato pensato da Maria Rina del Ghiottone di Policastro.

Un piccolo capolavoro a prezzo molto conveniente per gli appassionati, che potrete conservare e bere con tranquillità nei prossimi anni perché il Fiano migliora sempre con il tempo.

Località Cenito Tel. 0974.966345 www.luigimaffini.it Ettari: 11 di proprietà Bottiglie prodotte: 100.000 Enologo: Luigi Moio Vitigni: fiano, aglianico Prezzo in enoteca 13 euro circa