Lunarossa di Mario Mazzitelli: viticoltura di qualità nei Colli Salernitani

Letture: 238
Mario Mazzitelli
Mario Mazzitelli

Lunarossa Vini e Passione
Via V. Fortunato – Zona P.I.P. Lotto 10
Giffoni Valle Piana (Sa)
Tel. e Fax 089 8021016
info@viniepassione.it www.viniepassione.it

Ettari vitati: 5 in gestione
Enologo: Mario Mazzitelli, con i consigli di Fortunato Sebastiano
Agronomo: Fortunato Sebastiano
Allevamento e densità di impianto: Guyot. 4.000 piante per ettaro
Composizione chimico-fisica del terreno: argilloso-calcareo
Produzione Kg/pianta: 2 Kg
Esposizione vigne: Est ed ovest
Epoca di impianto delle vigne: 1995 e 2010
Altezza media: 280 metri
Lavorazione del terreno: Sovescio e trinciatura
Conduzione: Biologica non certificata
Lieviti: Indigeni e selezionati
Mercati di riferimento: Campania, Toscana, Calabria, Emilia-Romagna, Lombardia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Danimarca, Svizzera, Canada, Australia, Giappone e Cina
Bottiglie totali prodotte: 50.000
Percentuali di uve acquistate: 100%
Uve coltivate: aglianico, fiano, falanghina, merlot e cabernet sauvignon

______________________

Clicca qui per leggere tutto quello che è stato pubblicato su Lunarossa su questo sito.

_____________

LA STORIA

_____________

Lunarossa, i vini e gli otri interrati
Lunarossa, i vini e gli otri interrati

Lunarossa Vini e Passione è una giovane azienda nata nel 2001 di Giffoni Valle Piana, comune che fa parte del Parco dei Monti Piacentini che da un lato coronano la città di Salerno e dall’altro versante si affacciano sul territorio irpino. Soltanto da pochi anni questo areale ha riscoperto una spiccata vocazione vitivinicola, restando per molto tempo ancorato ad un ruolo subalterno nei confronti dei territori limitrofi dell’Irpinia, del Cilento e della Costiera Amalfitana. Il progetto aziendale, dettato dal patròn Mario Mazzitelli, nasce dal bisogno di coniugare l’amore e l’attaccamento per questo territorio ancora vergine, con la passione di produrre vini di eccellenza sull’abbrivo di quanto successo con l’esperienza qualificante di Montevetrano. Ovviamente si dà preferenza alla coltivazione di vitigni locali come l’aglianico ed il fiano, anche se poi in parte si strizza l’occhio ad alcune varietà internazionali che qui hanno attecchito magnificamente.

_________

LE VIGNE

_________

Sono cinque gli ettari vitati, tutti in gestione, che si protendono verso l’incantevole Golfo di Salerno. Le vigne, allevate col sistema a guyot, insistono su un terreno di natura calcarea-argillosa e sono immerse in un terroir privilegiato. Il clima è mite e soleggiato; tutto il territorio è ben protetto alle spalle dalle vette picentine ed irpine; ed è influenzato dalle brezze marine, che favoriscono la crescita di uve perfettamente salubri.

Lunarossa, il vigneto
Lunarossa, il vigneto

Come si suol dire: “Gli occhi guardano il mare ed i piedi sono piantati nella terra fra le splendide colline salernitane”. Le pratiche agricole e di lavorazione dei vini adottate da Lunarossa mirano a ridurre al minimo l’impatto ambientale, tutelando e valorizzando tutto l’habitat.

Lunarossa, l'altro vigneto
Lunarossa, l’altro vigneto

In tal modo, con la collaborazione dell’enologo Fortunato Sebastiano, nascono eccellenti vini sani e genuini, che hanno riscosso eclatanti successi a tante manifestazioni nazionali.

_________

I VINI

_________

Lunarossa, la bottaia
Lunarossa, la bottaia

 

Lunarossa, i contenitori in acciaio
Lunarossa, i contenitori in acciaio

_____________________________________

Camporeale Falanghina Campania Igp

Camporeale Falanghina Campania Igp Lunarossa
Camporeale Falanghina Campania Igp Lunarossa

Uva: falanghina
Fermentazione e maturazione: acciaio
Bottiglie: 10.000
Prezzo: 6,00 euro in enoteca

Una falanghina  fresca, vivace e morbida e connotata da uno splendido colore giallo non troppo carico. Sentori floreali di ginestra e di biancospino. Note erbacee e di frutta bianca e matura. In bocca un sorso leggero e suadente. Ancora reiterate reminiscenze fruttate e floreali accompagnano il godibile finale.

_______________________________

Camporeale Aglianico Campania Igp

Camporeale Aglianico Campania Igt Lunarossa
Camporeale Aglianico Campania Igt Lunarossa

Uva: aglianico
Fermentazione e maturazione: acciaio
Bottiglie: 10.000
Prezzo: 6,00 euro in enoteca

Colore rosso rubino. Profumi di frutta rossa accompagnati da risvolti ben delineati di nocciola e di macchia mediterranea. Impatto sulla lingua morbido e carezzevole e per niente caldo. Sorso fresco ed ammaliante. Un Aglianico atipico per la scarsa incisività tannica ed il basso tenore alcolico e proprio per questo risulta gradevolmente beverino.

_____________________________

Bolle Vino Spumante Extra Dry

Spumante Extra Dry Bolle  Lunarossa
Spumante Extra Dry Bolle Lunarossa

Uva: falanghina
Fermentazione e maturazione: acciaio
Bottiglie: 2.000
Prezzo. 11,00 euro in enoteca

Colore giallino chiaro. Perlage fine e persistente. Bouquet delicato, fragrante, elegante, pulito, fruttato e floreale e che evidenzia deliziosi profumi di pesca gialla, di mimosa e di sfumate sensazioni agrumate. In bocca il sorso entra bello fresco e suadente, con uno sviluppo fine e slanciato e connotato da briciole di sapidità e di mineralità. Chiusura calibrata ed appagante.

___________________________

Costacielo Bianco Campania Igt

Costacielo Bianco Campania Igt Lunarossa
Costacielo Bianco Campania Igt Lunarossa

Uve: fiano e falanghina
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno
Bottiglie: 7.000
Prezzo: 10,00 euro in enoteca

Colore giallo paglierino. All’olfatto il vino si presenta con un frutto aggraziato e profumato di pesca bianca, di mela golden e con un sottofondo di gelsomino, di nocciola e di erbaceo. Bocca fresca, sapida, verticale, morbida ed armonica. Una verve sapientemente strutturata ed ottimamente articolata nel finale.

____________________________

Costacielo Rosato Campania Igt

Costacielo Rosato Campania Igt Lunarossa
Costacielo Rosato Campania Igt Lunarossa

Uve: cabernet sauvignon e merlot
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno
Bottiglie: 2.000
Prezzo: 10,00 euro in enoteca

Nel bicchiere risalta un brillante colore cerasuolo, con riflessi ramati. Al naso si sprigiona un bouquet ricco di nuances fruttate di melograno e di fragola, e/o di peperone verde e di terriccio. Al palato si percepisce subito un’ottima freschezza, unita ad una spiccata morbidezza e seguito poi da una progressione gustativa sapida e rotonda. Allungo finale molto gradevole.

___________________________

Costacielo Rosso Campania Igt

Costacielo rosso Campania Igt Lunarossa
Costacielo rosso Campania Igt Lunarossa

Uve: aglianico e cabernet sauvignon
Fermentazione e maturazione: acciaio
Bottiglie: 10.000
Prezzo: 10,00 euro in enoteca

Vivido cromatismo rosso rubino, con riflessi violacei. All’olfatto pulsa un timbro floreale di violetta e fruttato di boisé, intrecciato poi ad un’intessuta trama vegetale. In bocca il vino sfodera subito un tannino felpato ed accattivante, seguito da percezioni di frutta rossa. Sorso armonico, fresco, sapido, profondo e fine, che finisce la corsa in trachea con appagante voluttà.

_____________________________

Rossomarea Rosso Campania Igt

Rossomarea Colli di Salerno Igt Lunarossa
Rossomarea Colli di Salerno Igt Lunarossa

Uve: aglianico e merlot
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno
Bottiglie: 7.000
Prezzo: 14,00 euro in enoteca

Bicchiere tinto da uno splendente colore rubino, con effetti purpurei. Note di ribes, di mora, di mirtilli, di fiori autunnali, di liquirizia, di spezie e di mentolo assalgono le narici. L’entrata del sorso in bocca manifesta subito un bonus di calore, pareggiato da una profonda spalla acida che dona ottima freschezza e da un ordito tannico saporito ed appena pungente. Finale lungo e godibile.

_________________________

Quartara Colli di Salerno Igp

Quartara Colli di Salerno Igt Lunarossa
Quartara Colli di Salerno Igt Lunarossa

Uva: fiano
Fermentazione e maturazione: anfora e legno
Bottiglie: 2.500
Prezzo: 25.00 euro in enoteca

Vino speciale unico nel suo genere, contrassegnato da un particolare metodo di fermentazione e di vinificazione che avviene quasi interamente in otri di terracotta interrati. Bel colore dorato e splendente che cattura la vista. Note di frutta esotica, di mela annurca, di bergamotto, di mandorla, di biancospino, di ginestra, di fiori di camomilla, di salvia e di idrocarburi. L’impatto del sorso sulla lingua è elegante, morbido, molto fresco, strutturato, balsamico, minerale e sapido. L’avvolgenza gustativa evidenzia poi una polpa setosa e matura, che sfocia in piacevoli e persistenti note agrumate, accompagnate anche da parvenze affumicate nel pervasivo finale. Vino sicuramente longevo.

____________________________

Borgomastro Colli di Salerno Igt

Borgomastro Colli di Salerno Igt Lunarossa
Borgomastro Colli di Salerno Igt Lunarossa

Uva: aglianico
Fermentazione e maturazione: legno
Bottiglie: 2.500
Prezzo: 30,00 euro in enoteca

Rubino carico e luminoso, con lampi purpurei. Cristallina purezza del tratto aromatico, che esprime un tripudio di sentori fruttati di sottobosco e di visciola, floreali di violetta, speziati di chiodi di garofano e di pepe nero e poi ancora ginepro, tostato e goudron che avviluppano le narici. L’impatto del vino in bocca è sontuoso, maestoso ed imponente, con il palato ricamato da tannini di notevole finezza. Il sorso è fresco, croccante, succoso, morbido, elegante e pervasivo. Finale lungo, etereo e godibile che lascia la bocca pienamente soddisfatta. Vino caratteriale dall’infinita gittata.

_____________

CONCLUSIONI

_____________

Mario Mazzitelli è estremamente appassionato ed attaccato al suo lavoro e continuamente proiettato alla ricerca di nuove esperienze da vivere. Viaggia spesso in Italia ed all’estero per perfezionarsi ed arricchire il suo bagaglio culturale e di conoscenze specifiche ha un diploma di laurea in Scienze delle Tecnologie Alimentari conseguito a Portici e un Master in Viticoltura ed Enologia ottenuto a Milano alla corte del Prof. Attilio Scienza. L’incontro con l’enologo Fortunato Sebastiano ha segnato la svolta definitiva della sua vita di viticoltore. Da quel momento in poi questa collaborazione ha portato ad una nuova esperienza, per cui nel territorio dei Colli Salernitani, un areale giovane e reso famoso da Silvia Imparato. Nel 2008 poi ha preso il via il progetto Uva (Unione Vignaioli Associati) che si propone di dare spazio ai piccoli vignaioli ed a tutti gli enoappassionati. Si mantiene viva in tal modo la tradizione vitivinicola dei Monti Picentini, attraverso il recupero di piccole vigne rimaste fino allora inutilizzate e poco valorizzate.

 

Testo e foto di Enrico Malgi