Marina di Carrara, Concorso Internazionali d’Italia – esposizione culinaria: medaglia d’argento per il team cuochi abruzzesi

Letture: 134
i concorrenti, da sinistra: Vito Giansante, Mario Rabottini, Michele Ottalevi, Cristian Di Tillio e Oscar Scarano

di Cristina Mosca

Medaglia d’argento per il team Cuochi abruzzesi alla XIII edizione del concorso “Internazionali d’Italia – esposizione culinaria”. La kermesse si è svolta a Marina di Carrara dal 3 al 7 marzo ed ha assegnato alla squadra abruzzese due riconoscimenti: la medaglia d’argento per il secondo posto e il premio speciale “per l’impeccabile professionalità”.

«Il concorso prevedeva la preparazione di tre piatti per 60 persone – spiega il capo team Michele Ottalevi – Ci siamo preparati per mesi a questo intervento, anche sottoponendo i nostri piatti ai colleghi delle associazioni provinciali abruzzesi. È stato fondamentale il supporto dei colleghi: il viaggio e le materie prime, rigorosamente abruzzesi, sono stati infatti finanziati da una raccolta fondi aperta dalle associazioni. Siamo felici che anche quest’anno abbiano creduto in noi». Il team era composto dai cuochi Mario Rabottini del ristorante Hotel Du Parc di Atri; Cristian Di Tillio del “Ritrovo d’Abruzzo” a Civitella Casanova; da Vito Giansante, che insieme a Michele Ottalevi gestisce da due anni l’Osteria dei tempi andati a Francavilla; e dal promettente freelance molisano Oscar Antonio Scarano.

scrippelle

 

rotolino di pane

 

cannolo farcito

Assai particolari e innovativi i piatti che sono stati presentati: scrippelle con bietola  rossa farcite di ricotta agrumata e mazzancolle, con cipolle e asparagi all’agretto e salsa di zucca; rotolino di pane croccante con patè di coniglio, acqua di olive e carciofi con menta piperita, insieme a sfera di tacchino dal cuore di “cascignije cascie e ove” su purea di patate con zafferano dop dell’Aquila e mosto cotto, e a spuma di fegatini di pollo con pomodoro bruciato e crostino al burro; e il tris di dolci cannolo farcito di cioccolato con gel d’arancia,“pizza doce” con  meringa e salsa di caffè, gelato di “parrozzo” con crumble di farina solina.