Milano, Il Luogo di Aimo e Nadia

Letture: 173
Il Luogo di Aimo e Nadia, i taralli e i grissini

di Albert Sapere

Aimo Moroni toscano di nascita e milanese oramai da una vita, un pezzo di storia della cucina italiana, Alessandro Negrini  valtellinese, Fabio Pisano pugliese, giovani e bravi.

Nessuna foto della sala, nessuna foto di Aimo Moroni, solo i piatti.

il pane

 

entree

Due ore e mezza divertenti, un ottimo pranzo e tante piccole perle di saggezze di Aimo. Un quasi ottantenne garbato, signorile e con l’energia di un ventenne quando parla di prodotti, si i “suoi” prodotti quelli che seleziona per il suo “Luogo”.

funghi porcini freschi dorati con zucchine in fiore con salsa di mirtilli e profumo di cacao

 

la crema di zucca con mandorle di Noto

Ad intervalli più o meno regolari si avvicina al tavolo e racconta cosa mangiamo e da dove vengono le materie prime. Ed ecco che comincia il racconto si passa dalle mandorle di Noto, ai limoni della costiera sorrentina, al pesce della Liguria, al rapporto da oltre quarant’anni con lo stesso macellaio piemontese, dal farro della Garfagnana fino ai capperi di Pantelleria. Sembra di essere sulle montagne russe, si sale si scende si torna a salire e poi a scendere.

Risotto Carnaroli mantecato all olio di olive Nocellara con gamberi liguri pomodori di Pachino origano e capperi di Pantelleria

 

Calamari farciti di funghi porcini freschi

 

assaggio di cotoletta alla milanese

Poi ci dice che questa mattina sono arrivati 6 kg di porcini freschi dal Piemonte, ce lo dice con la gioia di chi ha ricevuto una fortuna inaspettata.

sorbetto extra vergine e aceto di miele

Fabio e Alessandro rispettano con grande tecnica ed eleganza i “prodotti” di Aimo. Un giro gastronomico per l’Italia fino a stupirti del tutto. Stupirti perché mangiare un risotto a Milano senza che sia mantecato con il burro ma con l’olio extra vergine d’oliva, dopo averlo divorato per quanto era buono. Stupirti perché un assaggio di una cotoletta alla milanese, questa volta con il burro chiarificato, diventa quasi didattico, la carne era straordinaria la cottura perfetta e la prossima volta che ci torno ne mangio 3 o 4 con le mani altrimenti godi a metà. Stupirti per la qualità dei porcini e del calamaro. Stupirti per la modernità dei dolci, golosi e su toni acidi voluti e ben dosati. Stupirti perché a quasi ottant’anni si può essere moderni, innamorati del proprio lavoro e del proprio Paese.

cioccolato e frutti rossi

 

la picola pasticceria

Insomma si può essere straordinari e stupire nella più assoluta  semplicità, Aimo Moroni docet!!!

 

Il Luogo di Aimo e Nadia

Via Privata Raimondo Montecuccoli, 6

20147 Milano

tel.: 02 416886

 www.aimoenadia.com
.

 

3 commenti

  • Tommaso Esposito

    (10 ottobre 2012 - 09:58)

    Wonderful, ci andrò a breve.

  • Giuseppe di Martino

    (12 ottobre 2012 - 00:49)

    Sono d’accordo. Parola x parola.

  • Gianpaolo

    (6 novembre 2012 - 12:26)

    Splendida e veritiera recensione, ma per rispetto del lettore bisogna anche parlare di prezzi. Siamo sui 120-150 euro a persona. Bevande escluse, of course.

I commenti sono chiusi.