Monopoli, ristorante Masseria Spina di Angelo Sabatelli

Letture: 387
Angelo Sabatelli

Viale Aldo Moro, 27
Tel. 080.802396
Cell.340.5101419
www.masseriaspina.com
Sempre aperto

Sempre più ricca di buone espressioni gastronomiche questo territorio centrale della Puglia in cui rientra finalmente anche Monopoli grazie al nostos di Angelo Sabatelli, giovane di età ma consumato cuoco di gavetta nelle cucina di mezza Asia oltre che in Italia.

Mise en place

L’ambiente è rustico elegante, caldo ma essenziale, soprattutto luminoso con un dehor esterno dove cenare d’estate. Ma quel che più conta è che questo ragazzo ha una idea precisa di come si debbano utilizzare i magnifici prodotti di Puglia mettendo il turbo nei piatti. Grande pulizia, accostamente necessari e mai di maniera e, peggio ancora, tesi a stupire che non è del cuoco il fin la meraviglia:-)

Mise en place

E se la gastronomia pugliese è ancora molto ancora al concetto di equilibrio, rotondità, morbidezza, diciamo subito che Angelo non scherza con l’acidità, complice l’esperienza in Estremo Oriente ma anche e soprattutto la capacità di aggiornarsi e girare.

Cozze pelose di Taranto con pomodoro

Il primo colpo è infatti fulminante: non sono cozze pelose, ma saette che fulminano il palato, lo fanno salivare, predispongono al mangiare.

Capicollo di Martina Franca

 

chips di bruschetta

 

Gamberi in tempura con il miele

Grandi influenze orientali anche nella tempura, dove l’acidificante in questo caso è addirittura il miele, come abbiamo già visto fare alla Trota di Rivodutri e da Gennaro Esposito.

Pane

Inutile dire che i pani sono fatti in proprio e vengono abbinati di continuo durante il pranzo.

Tortelli di cacioricotta con pesto di rucola e colatura di crudaiola

Anche questi tortelli sembrano manifestare una vocazione terragna, ma camminano molto bene grazie alla colatura versata al momento.

Riso patate e cozze secondo il mio punto di vista

Divertente e centrata questa versione di un dolmen gastronomico barese. Lo scopo a cui viene in soccorso la tecnica è impedire che il riso scuocia alla maniera meridionale. Piatto compatto, di sapore tradizionale con la giusta e definitiva consistenza in bocca.

Zuppa fredda di piselli e acquasale

Fresca e primaverile questa zuppa fredda.

Spagettoni Cavalieri con aglio, olio e peperoncino su crema di baccalà e cipolle

Classico e centrato il rapporto con la pasta. I sapori sono decisi e il piatto si fa davvero mangiare tutto.

Pinot nero

Un discorso a parte merita la cantina, veramente pensata nei dettagli, curiosa, con i giusti ricarichi per quanto riguarda Puglia e Francia, un po’ banalotta sulle altre regioni, ma va bene così.

Champagne

Sono rari infatti i cuochi che hanno sensibiità verso questa riga del conto che spesso rappresenta una cifra più alta del cibo. Angelo invece conosce il vino e ci sa lavorare da professionista.

Rombo su crema di melanzane affumicate, asparagi e emulsione adi latte all'extravergine

Ottime le esecuzioni di carni e di pesci. Io naturalmente ho optato per il capretto.

Spigola all'olio nero su purea di fave bianche e cicoria

 

Capretto arrosto con petali di lampascioni

 

Fiori al tavolo

 

Il dolce

Moderni, freschi e leggeri i dolci che chiudono il nostro pranzo domenicale.

Creme brulee

 

piccola pasticceria

 

Moscato di Trani

Ritroviamo anche Estasi, un grande Moscato della vicina Trani

La sala

Ora parliamo di prezzi: menu degustazione con 4 portate a 40 euro, 60 con sei portate. Alla carta mangerete tra i 50 e i 70 euro.

La sala

Arrivare in quetso presidio del gusto, centrale in  Puglia, è molto semplice: basta uscire a Monopoli Nord e percorrere 600 metri sulla destra fino a trovare l’insegna.

dehor

 

sala

Un commento

  • Giuseppe Minniti

    (13 giugno 2012 - 10:27)

    Angelo è senza ombra di dubbio il miglior chef operante in Puglia, come ho già scritto: peccato per le foto, non rendono giustizia alle sue splendide preparazioni, per fortuna in questo caso c’è il commento :-)

I commenti sono chiusi.