Napoli, Pizzeria Sorbillo

Letture: 166
Sorbillo, l'ultima generazione. Al centro Gino

Via dei Tribunali, 32
Tel. 081.446643
Aperto a pranzo e a cena
Chiuso la domenica
www.sorbillo.it


21 pizze per 21 fratelli

La coppia capostipite di questa che è una delle migliori pizzerie della città ha avuto ben ventuno figli e, record nel record, tutti pizzaioli. Da Sorbillo pizza e famiglia sono una cosa seria da 75 anni. Alle pareti, entrando, i ritratti della prolifica coppia sovrintendono alla sala mentre il menu dedica una pizza a ciascuno dei figli: Osvaldo, Esterina, Benito, Pasquale……

La pizza di Sorbillo

Gino, l’attuale titolare, è un’esplosione di vitalità. Non lo trovate seduto alla cassa ma a sfornare, impastare e coordinare un staff di scugnizzi abilissimi. E’ giovane, simpatico, molto comunicativo. Un personaggio televisivo in senso moderno. Rispetto delle tradizioni certo. Ma la pizza viaggia anche via web e via satellite. E lui lo sa.

Sorbillo, il calzone al forno
Sorbillo, la pizza salsiccia e friarielli

Dal forno, a ritmo pazzesco, una pasta da dieci e lode grazie alla lievitazione perfetta, pizze leggermente più sottili della media e, soprattutto, gigantesche: il cornicione va ben oltre il diametro del piatto e tocca quello del vicino di tavolo. Ingredienti di qualità e un pizzico di fantasia: oltre alla margherita da manuale, quella ai quattro formaggi con tanto basilico; con i pomodorini la provola e il pesto; con salsiccia e friarielli, con pomodorini, provola, olive di Gaeta, capperi e origano; con i peperencini verdi; con le melanzane. A nonno Luigi è dedicato il chilometrico ripieno “rosè” con mozzarella, ricotta, pepe, formaggio, basilico e cigoli di maiale.

Sorbillo, l'interno del locale

Difficile da credere leggendo gli ingredienti eppure, grazie alla magia della lievitazione naturale, «leggero» è il primo aggettivo che vi verrà in mente dopo il primo boccone. Provare per credere.

Sorbillo, una delle teche

Il locale, su due piani, è arredato semplicemente, con delle teche ricavate nelle pareti a proteggere pezzi di ceramica molto belli e tanti tavoli di marmo, come una volta. L’ambiente è giovane e un po’ caciarone; fuori fila sovietica sia a pranzo che a cena (eppure si accettano le prenotazioni); servizio minimal, ma veloce e professionale che tradotto qui vuol dire: senza tanti complimenti ma mai sgarbato. Conto sui dieci euro. L’oro di Napoli è questo.

Pizza con pomodorini, olive e mozzarella

Virginia Di Falco

8 commenti

  • pippo

    (20 marzo 2010 - 15:34)

    Secondo il mio modesto parere la migliore pizza a Napoli se la giocano Gino Sorbillo e Enzo Coccia de La Notizia………

    • ROBERTO SUSTA IL1°

      (22 marzo 2010 - 14:36)

      SECONDO ME C’E’ ANCHE SHEKKINAH A VOLLA ( USA SOLO PRODOTTI DI QUALITA’)

    • Monica Piscitelli

      (23 marzo 2010 - 20:25)

      Condivido abbastanza, Forse un altro paio ci sono.

  • […] zia del famoso pizzaiolo Gino Sorbillo. Aveva 82 anni ed era la prima di 21 figli tutti pizzaioli. Da Sorbillo pizza e famiglia sono una cosa seria da 75 anni. Alle pareti, entrando, i ritratti della prolifica coppia capostipite sovrintendono alla sala mentre […]

  • tina

    (24 marzo 2010 - 19:06)

    è semplicemente divina la pizza di sorbillo non la paragono a nessun altra pizzeria ottima!!!!!!!!

    • Gianpaolo

      (9 aprile 2010 - 20:08)

      io credo che la migliore di Napoli (quindi del mondo) sia quella di michele a forcella, sul rettifilo!

  • saverio

    (26 marzo 2010 - 09:03)

    dispiaciuto per la perdita della signora sorbillo, comunque per un napoletano che vive al nord, e’ bello sentire parlare bene della mia citta grazie anche a persone come voi
    un abbraccio

    saverio

  • antonio

    (17 aprile 2010 - 19:39)

    secondo me qui si trascura l’ottima pizza di BELLINI, AL RISTORANTE BELLINI, IN PIAZZA BELLINI!
    ECCEZIONALE

I commenti sono chiusi.