Nardò, Lecce Salento. Hostaria Corte Santa Lucia: una buona cucina per tutti

Letture: 312
Hostaria Corte Santa Lucia. L'ingresso
Via Santa Lucia, 46
Tel. 0833 835275
www.cortesantalucia.com
http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=100000568512768&sk=wall
Aperto sempre.
Chiuso il martedì, mai in estate.
Dai 30 ai 45 euro.

di Tommaso Esposito

Eccomi di nuovo nel Salento a recuperare energie e a rinfrancarmi.
Questa volta sono riuscito a sedermi in questo ameno cortile che tutti mi consigliavano.
Si lascia la bella piazza Salandra con il suo obelisco sormontato dall’Immacolata e si mena verso il castello degli Acquaviva ora sede del Municipio di Nardò.

Nardò, Piazza Salandra

Vicoletti antichi che si incrociano e si slargano sui sagrati delle chiese barocche dai portali merlettati e scolpiti in tenera pietra leccese.

Nardò, Portale della Chiesa di S. Domenico
Qualche vecchio neretino prende aria sull’uscio di casa e un gatto solitario rincorre una carta svolazzante.
Non c’è che dire, veramente è un bel posto: dehors familiare, rustico, lounge, labour e romantico allo stesso tempo. Sbircio gli interni. Belli caldi anch’essi. Si starà bene nelle altre stagioni.
Il dehors di Corte Santa Lucia
Ecco il menu. Dunque, è per tutti. E’ glocal. Va dai ciceri e tria, dalle fave e cicoria ai nordici risottini.
Consigliati dal padrone di casa si opta per gli antipasti di mare.
Tegamino di cozze in salsa piccante.
Il tegamino di cozze

Fritturine varie: spiedini di cozze e gamberi in pastella.

Fritturine e gamberi in pastella

Caponatina di zucchine con seppie.

Caponatina di zucchine con seppie

Cozze gratinate e gamberi vintage in salsa rosa.

Vintage. Gamberi in salsa rosa
Piatti gustosi e sapidi. Non scontentano nessuno.
Antonella sceglie le sagne ncannulate con ceci, vongole veraci e filetti di mandorle.
Le sagne ncannulate con ceci, vongole veraci e filetti di mandorle
Non sbaglia. Sono lagane fatte in casa, cosiddette ncannulate perché arricciate intorno a delle cannucce.
E’ un piatto indovinato per equilibrio e gusto. Da consigliare.
A me tocca una sperlunga ricolma di tagliolini al Negroamaro con delizie di mare.
I tagliolini al Negroamaro con delizie di mare
Grande piacioneria del palato e degli occhi gourmand.
Insomma, quando c’è ogni sorta di ben di mare, dai mitili ai crostacei, è difficile non perdersi tra i fluttui del gusto.
Porzioni abbondantissime. Come una volta. Non c’è spazio per i secondi che son di carne e pur di pesce.
A tutto pasto ci accompagna Masserei della Schola Sarmenti. Un Negroamaro Rosato 2010.
Masserei di Schola Sarmenti

Ci arriva, infine, uno zuccotto gelato con mandorle tostate. Buono.

Lo zuccotto freddo di mandorla

E così ci si trattiene un po’ a parlare del più e del meno.