Nocera Inferiore, La Cantina del Vescovo

Letture: 152
Rosario e Gianluca con la mamma Lucia

di Nunzia Gargano

L’aria primaverile è dietro l’angolo, le vetrine dei negozi tra colombe e uova di cioccolato ci ricordano che la Pasqua è alle porte.
Anche in cucina si cambia menu, e cominciano a vedersi le prime fave, i piselli, e i carciofi.

Niente di meglio, allora, di una cucina che segue il più possibile la stagionalità dei prodotti, grazie anche alla ricchezza agricola dell’Agro Nocerino-Sarnese.
Un territorio che da tempo ha conquistato una posizione di tradizione enogastronomica degna di nota, grazie all’impegno di chef, produttori e famiglie che, al di là delle mode, sono riusciti ad andare controcorrente quando molti ristoratori, per rispondere alle sfide della globalizzazione rispondevano snobbando i prodotti locali.

Antesignana della riscoperta dei sapori tipici e del rispetto dei prodotti della terra, è stata sicuramente la famiglia Califano, ovvero l’energico staff della nota Cantina del Vescovo, inaugurata nel 2002 dall’allora vescovo monsignor Gioacchino Illiano, nei pressi della sede episcopale. Rosario, il cuoco e Gianluca, addetto alla sala e alle pubbliche relazioni, sotto la supervisione della mamma Lucia, custode delle ricette di una volta e il papà Ciro, addetto all’orto e alle sculture di sughero che contribuiscono all’arredo del locale, hanno lanciato la propria scommessa in una zona ricca di prodotti e di potenzialità.

I due fratelli, forti degli studi alberghieri compiuti, undici anni fa, poco più che ventenni, decisero di raccogliere l’eredità della mitica Cantin ‘e Geremicc’ , in parole povere il nonno materno.

la mise en place

Sensibili alle esigenze della propria clientela attenta al gusto e alla qualità dei prodotti utilizzati,  la Cantina del Vescovo ha già preparato da qualche giorno il menu delle feste pasquali. La degustazione sarà possibile a partire dal 24 marzo, domenica delle Palme, ma anche qualche giorno prima su prenotazione.

La Cantina del Vescovo ha pensato un antipasto con soppressata, provola di bufala, melanzane sottolio, minestra maritata; carciofi al tegame.

antipasto

 

carciofi

Due i primi piatti: paccheri con ripieno di ricotta di bufala, pomodoro San Marzano, caciocavallo di bufala e timballo di tagliolini con ragù di salsiccione secco e doppio secondo, sempre nel segno della tradizione, porchetta di coniglio e agnello allo scottadito.

paccheri con ripieno di ricotta di bufala, pomodoro San Marzano, caciocavallo di bufala

 

timballo di tagliolini con ragù di salsiccione secco
il secondo di carne in forno

 

porchetta di coniglio e agnello allo scottadito

Non poteva mancare, dulcis in fundo, la pastiera di grano.

pastiera di grano

Per info

La Cantina del Vescovo
Via Casa Sasso, 13 – 84014 Nocera Inferiore (Sa)
Tel. 0815170204

4 commenti

  • imma borriello

    (15 marzo 2013 - 20:00)

    Essendo già vostri clienti ho letto della degustazione del 24 marzo vorrei sapere il prezzo.
    Ringrazio anticipatamente.

  • cantina del Vescovo

    (15 marzo 2013 - 22:00)

    Sig.Borriello @ il 24 marzo proporremo questi piatti come tipici pasquali ovviamente non prevediamo un menù fisso ma a la carte piu’ o meno il prezzo si aggira dai 25 ai 30 € a seconda di cosa si decide di mangiare nell’attesa di sue notizie le auguro buona serata.

  • patrizia marchisano

    (28 marzo 2013 - 16:23)

    tutto buono da vedere e da mangiare complimentiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  • patrizia marchisano

    (28 marzo 2013 - 16:25)

    mi piace la buona cucina

I commenti sono chiusi.