Olio extravergine di oliva del Vesuvio di Villa Dora

Letture: 229
Da sinistra: Vincenzo Ambrosio, Nino Pascale, Alberto Capasso, Giovanna Ambrosio

di Marina Alaimo

Arriviamo nella splendida realtà di Villa Dora in un mattino piuttosto grigio, ma anche con queste condizioni meteorologiche la bellezza del luogo è ben evidente.  Entrando nella proprietà degli Ambrosio si ha immediatamente l’idea di essere dei privilegiati, di accedere ad un’oasi di pace e bellezza, dove il paesaggio disegnato dall’uomo con filari di olivi e di vite si confonde con la natura selvaggia ed imponente del bosco di pini secolari del Parco Nazionale del Vesuvio. Le due realtà condividono gli spazi in un’ armonia leggiadra e silente,  tra pietra lavica e lapilli, dominate dalla presenza inquietante del cono del vulcano e dalla Valle dell’Inferno.

Fiorellini bianchi di campo

La famiglia Ambrosio è dedita all’olivicoltura da almeno tre generazioni e mentre è ben conosciuta in Campania ed oltre regione per la qualità dei suoi vini dal marcato timbro vesuviano, è quasi sconosciuta invece per la produzione di quest’olio di eccellente qualità.

Olio extravergine di oliva Vesuvio Villa Dora
L'uliveto si addentra nel bosco

L’azienda in effetti nasce come produttrice di olio extravergine di oliva, possiede 5 ettari di oliveto delle cultivar leccina, frantoio e nocellara del Vesuvio, costituiti da 1400 alberi di circa 50 anni, dai quali ricava 4.500 litri di olio all’anno per complessive 10.000 bottiglie da 0,5 litri.

La Nocellara del Vesuvio
La Nocellara molto più grande delle altre cultivar

Stranamente però  nel nord Italia e negli Stati Uniti l’olio di Villa Dora è molto apprezzato viene pertanto da pensare che negli altri territori, e specie in quello di appartenenza, ci sia poca attenzione verso gli oli extravergine d’oliva di qualità.

Vincenzo Ambrosio

In effetti durante il master dell’olio tenuto da Slow Food Vesuvio proprio presso Villa Dora ed attualmente in corso, questa forte lacuna si è evidenziata notevolmente.  Proprio in questi giorni l’azienda è in fase di molitura e l’aria è intrisa dai fragranti profumi  che provengono dal frantoio, ma anche dal profumo intenso e dolciastro dei piccoli fiorellini bianchi che risaltano  briosi sul grigio intenso del terreno vulcanico.

La raccolta
Lavatura delle olive
Separazione dell'olio dall'acqua
La produzione

Quest’olio nel 2010 ha ricevuto il riconoscimento delle 5 gocce dell’eccellenza dalla guida agli oli Bibenda, ha un profumo piuttosto intenso con prevalenza di note fruttate di mela e di olive verdi che unite ai sentori di carciofo e foglia di pomodoro lo rendono estremamente piacevole. Bocca inizialmente dolce, ma con toni amari e ben piccanti in chiusura. Finale pulito con ritorni di mela e carciofo. Prezzo franco cantina 7,40 € a bottiglia.

Sede in via Bosco Mauro 1 Terzigno (NA). Tel. 081 5295016

www.cantinevilladora.it

Un commento

  • giuseppe

    (24 dicembre 2011 - 14:18)

    bene

I commenti sono chiusi.