Paesaggio vitivinicolo, il Consorzio Sannio chiama all’appello i Comuni

15/11/2016 1.2 MILA
Autinno tra le vigne sannite (foto S. Carlo)
Autinno tra le vigne sannite (foto S. Carlo)

Il paesaggio agricolo portatore di valori identitari e risorsa economica per lo sviluppo sostenibile. Sarà questo il tema portante del convegno ‘Evoluzione sostenibile del paesaggio vitivinicolo sannita’ in programma domani a Torrecuso, alle ore 16.30, nella Sala convegni del Comune (Palazzo Cito-Caracciolo). Nel corso dell’incontro il Sannio Consorzio Tutela Vini e le amministrazioni comunali del territorio presenteranno “Le linee guida” per la valorizzazione paesaggistica sostenibile della rete stradale esistente e di nuova progettazione in ambito rurale.

Si tratta di un’importante idea progettuale che si fa forte della convinzione che i contesti rurali, se adeguatamente “riprogettati”, sono in grado di attrarre, di offrire opportunità per attivare nuove economie, creare filiere produttive innovative, ma soprattutto per realizzare nuovi spazi di vita e di lavoro per le nuove generazioni e le famiglie che la crisi economica respinge ai margini delle città. Nell’ambito di questa visione le strade, che sono oggetti lineari che fanno parte del paesaggio e devono essere trattate di conseguenza, hanno specifiche implicazioni ambientali, nel breve e lungo termine, che devono essere affrontate se si vuol conservare il paesaggio con successo. In termini di scenario circostante, le strade possono svolgere un duplice ruolo: da un lato percepite come punti di vista lineari da cui gli attori osservano il paesaggio circostante; dall’altro vengono percepite dagli osservatori esterni come parte intrinseca del paesaggio nel suo complesso. Le strade assumono, dunque, un ruolo importante nel mantenimento e apprezzamento della qualità del paesaggio; come parte delle infrastrutture di trasporto ci permettono di passare attraverso il territorio e garantiscono l’accesso alla successione di paesaggi che si possono apprezzare mentre si percorre una strada. La strada è l’insieme di preziosi percorsi panoramici o meno dai quali possiamo godere di valori paesaggistici di un territorio. Ogni strada ha il proprio carattere distintivo scenico, il veicolo per contemplare e percepire la successione paesaggistica del territorio.

L’incontro di domani si aprirà con i saluti di Erasmo Cutillo (sindaco di Torrecuso) e Libero Rillo (presidente Sannio Consorzio Tutela Vini); presiede Franco Alfieri (consigliere del Presidente Regione Campania con delega ad Agricoltura e Pesca). A seguire la relazione di Carmine Nardone (Accademico Ordinario dei Georgofili) sul tema ‘Evoluzione sostenibile e innovazioni dei paesaggi rurali’. Sarà poi la volta degli architetti Melania Cermola e Mario Festa e dell’urbanista Luigi Mescica che presenteranno le linee guida del progetto che mira alla valorizzazione paesaggistica sostenibile della rete stradale esistente e di nuova costruzione in ambito rurale, discutendo in particolare su ‘Il “Paesaggio del vino” nell’area del Taburno’. Sono previsti gli interventi di Nicola Matarazzo (direttore Sannio Consorzio Tutela Vini), Italo Santangelo (funzionario della Regione Campania) e Filippo Diasco (Direzione generale per le Politiche agricole e forestali della Regione Campania). L’incontro si concluderà con l’intervento di Erasmo Mortaruolo (Consigliere regionale – Vicepresidente Commissione Agricoltura).