Pagani, successo per la seconda edizione di Bio in piazza

Letture: 125
Gli stand

di Nunzia Gargano

Bio in piazza. Ha riscosso grande successo il secondo appuntamento dedicato alla promozione dell’enogastronomia biologica e tipica campana. Sabato 12 gennaio scorso, in piazza S. Alfonso a Pagani, erano presenti nuove aziende per far conoscere al territorio la propria filosofia alimentare.

TerraMaterBio

Si sono presentati al pubblico, questa volta, l’azienda agricola biologica Il fuco d’Oro di Roccadaspide specializzata innanzitutto nella produzione di miele di prima qualità e l’azienda Di Lucia di Capaccio specializzata nella lavorazione e nella trasformazione artigianale di prodotti ittici. Essi si sono uniti ai pionieri dell’iniziativa che hanno avviato l’esperimento sabato 22 dicembre 2012: la Cantina Russo di Castel San Lorenzo specializzata nella produzione di Fiano, Maglianico, Aglianico, Moscato e tra l’altro anche di olio extravergine di oliva realizzato con olive provenienti dalla Valle del Calore, raccolte sane e con tecnologia di estrazione a freddo; l’Agriturismo Salella, ubicato nell’omonima località di Salento che all’attività alberghiera affianca, com’è facile intuire, una variegata produzione di olio extravergine d’oliva; l’Azienda Agricola Palmieri Nicola di Capaccio-Paestum, una capreria biologica, specializzata dal 1965 nell’allevamento di capre per la produzione di formaggi freschi, stagionati, aromatizzati e di olio extravergine di oliva; l’Azienda Agricola Fontana Reale di Benevento (contrada S. Giovanni a Caparra – località Fontana Reale) che vanta una tradizione vinicola a marchio D.O.C di tutto rispetto (Falanghina, Greco, Aglianico) a cui si aggiunge la produzione di miele e di olio extravergine di oliva proveniente da agricoltura biologica; Terra Mater di Santino Spinelli, la cui sede è ubicata a Sarno.

Gli stand in piazza

Una scommessa già vinta basata sulla selezione dei prodotti d’eccellenza della provincia di Salerno, Cilento e Agro Nocerino-Sarnese  e sulla convinzione che la Campania soprattutto per quanto riguarda prodotti tipici e capacità innovative non è seconda a nessuno.

Intanto i produttori si ritroveranno sempre a Pagani sabato 9 febbraio prossimo.