Pensando a te a Baronissi e la fresca cucina di Antonio Petrone

Letture: 446
Antonio Petrone

Acquamela di Baronissi
Via dei Principati 40H
Tel. 089.954740
www.pensandoate.it
Chiuso domenica sera e lunedì

Chi ci legge sa con quanta attenzione seguiamo questo bel fenomeno che vede protagonista la generazione dei trentenni che aprono un loro locale, in genere nei luoghi di origine. Un fenomeno diffuso e profondo, destinato a cambiare nell’arco di qualche anno la ristorazione pubblica, sempre più  divisa da posti commerciali con cibo di basso profilo e locali dove c’è buona cucina e attenzione alla ateria prima.

Pensando a te, la cucina

Il problema però è che in questa fase di crisi i ristoranti buoni non possono permettersi di tenere prezzi alti, soprattutto se sono fuori da posti come la Penisola Sorrentina e devono essere competitivi con chi risparmia sul food cost. Quindi, rovesciando un momento la prospettiva e mettendoci dalla parte nostra, forse è questo il periodo storico in Italia in cui non si è mai mangiato così bene a basso costo.

Pensando a te, i pani e chips di patate

Spesso per realizzare quetso obiettivo ci si deve recare in periferia, in posti non molto belli. Ma se si sta a tavola si è ampiamente ripagati.
Qual è il rischio per chi scrive? Forse l’ansia di rivelare il nuovo Messia della cucina del Sud e così talvolta si creano eccessive aspettative. Io penso invece che si tratta di professionisti appassionati, ricchi del bagaglio di una buona tradizione, delle nonne ormai più che delle mamme, e di un territorio strepitoso per la qualità degli ortaggi e del mare.

Pensando a te, gnocchi di patate di Montoro e vongole, paccheri al ragu di scorfano e spaghettone cacio, pepe e cozze

Antonio Petrone, 36 anni, ha aperto ormai dal 2010 il suo locale con la moglie Imma e la cognata Lucia. Il locale è a dieci minuti dal centro di Salerno e a venti da Avellino, ben posizionato strategicamente perché evita il caos di città e il pizzo sul parcheggio. L’esterno è dimenticabile, un condominio anonimo come tanti dove però spicca il dehor che annuncia l’interno piacevole ed essenziale, con una sala a elle organizzata su una quatantina di posti. Il servizio è cortese, con una carta di vini centrata e non pretenziosa, buoni pani fatti in casa.

Petrone viene da una scuola vera, quella di  Derflingher,  dalla quale sono nati tanti giovani talenti, citiamo per tutti il nostro Nino Di Costanzo. Questo patrimonio culturale si riflette nelle esecuzioni dei piatti, decisamente buone, con una marcia in più rispetto alla tradizione.

Pensando a te, merluzzo e porcini, ricciola con funghi e spinaci, totanetti ripieni di zucchine
Pensando a te, crudo di gamberi con patate e bottarga
Pensando a te, la pasta e patate
Pensando a te, la tagliata di tonno

Dalle paste alle carni e ai pesci, si tratta di una cucina di carattere, la mano c’è, la conoscenza della materia anche, ogni piatto ha un filo conduttore preciso in cui si esalta il prodotto principale senza cercare inutili effetti speciali, uno dei difetti di molti giovani che non si sono liberati dalla impostazione alberghiera.
Antonio invece riflette nel piatto l’ambientazione del locale, è essenziale, preciso, efficace.

Pensando a te, babà e cannolo, gelato di bufala e tortino di nocciola di Giffoni e piccola pasticceria

La proposta è giocata sulle grandi ricette tradizionali senza la pretesa di innovazione, ma solo perfezionate con l’ausilio delle tecniche di cottura e della preprazione dei prodotti. Una giusta dose di creatività è negli antipasti oltre che nei secondi dove si cerca sempre una idea nella portata.

Assolutamente perfetta e piacevole la pasticceria, dal pre dessert alle cosiddette coccole. Anche qui si legge il mestiere.
Una sosta piacevole, insomma, nella quale è quasi impossibile andare oltre i 40 euro mangiando un pasto pieno per un conto che in realtà si attesta sui 35 euro con menu degustazione da 30 e 35 euro.

Piedirosso Mustilli 2012

Ps: Antonio Petrone sarà alla Prova Del Cuoco giovedì 10 alle 12.00 nella Gara di cucina Regionale che si chiama ” Il Campanile Italiano”, che vede come protagonista il Territorio nello scontro diretto tra ristoratori di varie regioni.
La vittoria della gara che durerà 15 minuti sarà decretata dal Televoto o dall’invio di sms
dalle 12.00 alle 12.20.
Codice numero 2
televoto  894222  inserire il codice 2 quando richiesto.%%anc%%

sms 4784784  scrivere nella parte del testo numero  2 e inviare.

zp8497586rq